Al via il “Matteo Valenti”

Al via il “Matteo Valenti”

Inizia domani nel Matteo Valenti Beach Stadium di Viareggio, sulla spiaggia lungo il Molo Marinaid’Iitalia, la settima edizione del Memorial  Matteo Valenti di beach soccer.
Il torneo di beach soccer più famoso dell’estate viareggina. Spente le luci sulla serie A Enel di scena a Viareggio in questa prima quindicina di Giugno si torna a praticare lo sport dell’estate nell’evento clou della stagione. Al via in questa edizione 16 squadre con oltre 240 atleti in  gara. Nel prossimo week end, quello del 18 e 19 giugno,  12 delle 16 partecipanti, suddivise in tre gironi, si contenderanno gli otto posti disponibili per l’accesso alla fase finale che si svolgerà poi il 2 e 3 luglio.In quell”occasione entreranno in gara anche le quattro formazioni teste di serie ovvero le prime classificate la scorsa stagione,  la vincitrice Hotel Bella Riviera e quindi Mo.ER , Polpo Beach e Caffè Shelley. Queste le altre formazioni al via:

REAL POESIA
POLPO
PENNACCHI BUS
LAMMARI BEACH
IL DISCOBOLO
WHY NOT
TOSCO PESCE
CARPE DIEM
WEST HAM UNITED
ORSA MINORE
COSTA TROPPO
VISCONTI E VISCONTI

Nella  kermesse dell vialone saranno di scena anche tutti i  giocatori della Viareggio Beach Soccer che, partendo proprio dal Memorial Matteo Valenti, dove si sono messi in mostra, sono poi approdati  alla Serie A,  compresi quelli che hanno poi raggiunto la Nazionale azzurra  come Gori, Ramacciotti e Marinai che non faranno di certo mancare la loro presenza.
Tutti saranno in competizione per rendere onore al torneo che li ha lanciati, anche se si incontreranno  fra di loro da avversari essendo divisi, nelle  varie formazioni, a sottolineare lo spirito del torneo. Un modo, prima di tutto per alcuni di non dimenticare la proveninenza ma  anche con la speranza (o la sicurezza) che il Presidente Santini possa attingere per il futuro a qualche altro giocatore che dal torneo Valenti possa arrivare a debuttare in serie A.

Clamoroso exploit del VBS 5-4 contro Milano. Valenti show time.

Clamoroso exploit del VBS 5-4 contro Milano. Valenti show time.

Il Viareggio Beach Soccer conclude la tre giorni di campionato con un clamoroso exploit sul campo amico affondando per la seconda volta in una settimana la corrazzata Milano Beach Soccer grazie ad una prova di squadra oltre ogni attesa. E pensare che lo scetticismo prima della gara era tangibile. I bianconeri rinunciavano ai tre ormai assenti cronici Brega, Romanini e Gori a cui si erano aggiunti capitan Marinai per squalifica ed all’ultimo tuffo anche Florio costretto a rinunciare a causa di un virus. A dir la verità l’unica voce fuori dal coro era quella di Mister Santini che prima della gara diceva: E’ capace si vince noi siamo matti così!!! E vittoria è stata. Grazie ad una prova di squadra altisonante con i ragazzi pronti a regire con il cuore e con la corsa alla tecnica ed alla sagacia tattica degli avversari. Il gol della vittoria, quello del 6 a 5, o meglio la ciliegina sulla torta è arrivata a dieci secondi dalla fine quando le due squadre sembravano pronte ad andare ai tempi supplementari. A fare il capolavoro ci ha pensato Giacomo Valenti con il suo numero di repertorio principale quello conosciuto sul vialone e che non gli ha assegnato il soprannome di jacky show time. La rovesciata perfetta si è infilata nell’angolino basso della porta dei campioni d’Italia facendo esultare la tribuna gremita. Come si dice da noi…è venuta giù la tribuna ….. ma dalla gioia. Ai lombardi non è rimasto che il tempo per battere al centro e per i bianconeri, oggi in maglia azzurrra, la forza di far trascorrere gli ultimi sette secondi di gara. E poi la festa. Una festa vera spontanea meritata e goduta per l’impresa realizzata. Il VBS si riprende dalla sconfitta di ieri e si porta a sei punti in classifica con la raggiunta consapevolezza di essere sempre in corsa per un posto al sole verso la qualificazione alla poule scudetto.

Il commento di LND:

MILANO-VIAREGGIO 4-5 (1-1;3-1;0-3)
Milano: Alvaro, Bruno, Nico, Ahmed, Amarelle, Cataldo, Polastri, Benjamin, Menescardi, Fumagalli. All: Panizza
Viareggio: Carpita, Petracci, Ramacciotti, Di Tullio, Battini, Marinai Stefano, Valenti, Di Palma, Marrucci, Barsotti. All: Santini
Arbitri: Bonavita (Forlì) e Cecchin (Bassano del Grappa)
Marcatori: 1’pt Benjamin (M), 1’pt Ramacciotti (V); 5’st Benjamin (M), 8’st Marrucci (V), 9’st Benjamin (M), 11’st Benjamin (M); 8’tt Ramacciotti (V), 9′ tt Di Tullio (V), 12’tt Valenti (V)
Ammoniti: Petracci, Ramacciotti (V), Polastri (M)

L’inizio della partita fa capire subito di che pasta sono fatte le squadre, Benjamin disorienta con una finta difensore e portiere segnando la prima rete, risponde il Viareggio con Ramacciotti che defilato sulla destra fa partire un bolide che s’insacca a fil di palo. Ci si gioca la leadership del girone o quasi e si vede. I rossoneri sfiorano il vantaggio con Benjamin, Bruno prende in pieno un palo clamoroso. Dopo questo inizio pirotecnico le squadre riprendono fiato. Si arriva così al secondo tempo vissuto a strappi, al 5′ il lampo del brasiliano Benjamin illumina la sfida, secondo gol per Milano e doppietta personale per il campione del mondo. Nel frattempo però una tegola cade sui lombardi, il bomber Bruno deve uscire per un brutto infortunio, la partita perde un grande protagonista. Ne approfitta Marrucci che di destro al volo fulmina Alvaro riportando i padroni di casa ancora sul pari. Ma oggi Benjamin è irrefrenabile e trascina i suoi ancora avanti trasformando di potenza un tiro libero da posizione centrale. E’ tutto un botta e risposta, i padroni di casa prendono il palo con Di Palma poi Ramacciotti lambisce il legno con un sinistro velenoso. Benjamin non ci sta e risolve una mischia con un sinistro violento, Milano avanti di due lunghezze e poker personale per il campione verde oro. Dopo questi due colpi che avrebbero ammazzato un toro il Viareggio si riprende dimostrando tutta la tempra versiliana, Valenti impegna Menescardi , Ramacciotti accorcia le distanze con una bella girata, i bianconeri sono ancora in partita. A 3′ dalla fine l’episodio chiave, Nico per salvare una rete già fatta devia di mano, l’arbitro indica il dischetto di rigore, Di Tullio è freddo nonostante la sabbia bollente e pareggia i conti. Si arriva così a dieci secondi dalla fine, Valenti decide che è il momento di far esplodere lo stadio e s’inventa una rovesciata da vero beacher segnando la rete che consegna la vittoria al Viareggio.

Le altre gare di oggi e le classifiche dopo la prima tappa.

Le altre gare di oggi e le classifiche dopo la prima tappa.

 
 
 

La tappa di Viareggio, la prima del girone A del centro nord ci ha detto a chiare lettere che la Serie A Enel si conferma ancora una volta come il campionato più bello del mondo, i migliori talenti del panorama internazionale sono qui, i beachers italiani continuano a sbocciare stagione dopo stagione, così ogni tappa è un film scandito da emozioni e colpi di scena. Uno sport che funziona perché racchiude in sé gli aspetti più belli del calcio, lo spettacolo delle giocate tecniche con la fatica della corsa continua sulla sabbia. Trentadue minuti in cui c’è tutto, rovesciate, scambi veloci, acrobazie e agonismo, la ricerca del risultato e la voglia di divertirsi e divertire il pubblico che risponde sempre con entusiasmo. Anche in questa tappa di Viareggio il Beach Stadium si è riempito non solo di tifosi ma soprattutto di donne e bambini accorsi sulla spiaggia della Darsena con la sola voglia di assistere a uno spettacolo sportivo senza tensioni né veleni. Abbiamo assistito a due partite simbolo del beach soccer, Sambenedettese-Colosseum e Milano-Viareggio sono state belle, intense, incerte fino alla fine, con tanti colpi ad effetto grazie ai campioni che hanno acceso la sabbia della spiaggia toscana. I marchigiani sospinti dai gol dei fuoriclasse lusitani Bruno Novo e Durval hanno superato all’extratime una Colosseum convincente che è mancata solo nell’ultimo respiro della partita nonostante i graffi delle furie rosse Kuman e i gemelli Torres. Così la Samb sale in vetta sola ad otto punti mentre i capitolini si fermano a sei. Gli stessi punti che ha conquistato un caparbio e generoso Viareggio capace di ribaltare il pronostico con il Milano. Nonostante le tante le assenze la squadra di Santini dopo una rincorsa a perdifiato ha piazzato l’allungo vincente a dieci secondi dalla fine con una rovesciata memorabile di Valenti. Ai rossoneri non è bastato un sontuoso Benjamin autore di un poker. Forse ha inciso anche la tegola abbattutasi sulla squadra di Panizza, a metà gara il bomber brasiliano Bruno ha dovuto lasciare il campo per un brutto infortunio. Insieme ai viareggini e ai milanesi troviamo a quota sei anche il Derby Castrocaro che ha battuto per 4-2 il Casinò di Venezia (fermo a 0) grazie a una bella rimonta. Dietro a tre punti segue un Cervia che non t’aspetti, la squadra di capitan Sacchi ha fatto lo sgambetto a un Mare di Roma impreciso e confuso, i lidensi ora devono risollevarsi dal fondo della classifica.
Entrando nelle pieghe delle partite più calde della giornata che hanno esaltato il pubblico della Darsena è difficile trovare una logica alla sfida tra Milano e Viareggio. I rossoneri erano avanti di due lunghezze a quattro minuti dalla fine grazie a una invidiabile compattezza di squadra illuminata dalle quattro reti di Benjamin, ora capocannoniere solitario del campionato con sette centri. Ma nel beach soccer non si può mai tirare il fiato così quando sembrava che la partita fosse in pugno dei plurititolati rossoneri Ramacciotti e Di Tullio in due minuti hanno ripreso per i capelli il match. A dieci secondi dal termine della gara l’entusiasmo dei padroni di casa, esaltati per una rimonta insperata, ha avuto la meglio e Valenti, con una rovesciata spettacolare, ha tradotto nei fatti l’animo battagliero dei suoi segnando il gol vittoria. L’allenatore Santini a fine partita quasi piange:” Abbiamo fatto qualcosa di enorme cambiando la storia del campionato. Mi mancavano ben sette ragazzi ma sapevo che non ci saremmo arresi e infatti la squadra ha giocato con il cuore, senza presunzione ma con tanto orgoglio e attaccamento per questa maglia. Dedichiamo questa vittoria alla città”.
L’altro big match Sambenedettese-Colosseum non è stato meno emozionante, anzi. E’ successo tutto nel primo e terzo tempo, quasi che le due squadre avessero deciso di rifiatare nel mezzo dopo essersi scambiate colpo su colpo. La furia rossa tascabile Kuman ha portato avanti i capitolini con due colpi al volo improvvisi. I marchigiani hanno recuperato sospinti dai portoghesi, veri specialisti di questa disciplina, Jordan e Bruno Novo. Nella terza frazione la partita è esplosa, ogni minuto una girandola di emozioni, la Colosseum ha colpito con i gemelli spagnoli Javier e Cristian Torres, e l’ariete Soria. La Samb ha risposto con i gol di rara bellezza sempre dei lusitani Durval e Bruno Novo, quest’ultimo uscito e poi rientrato nel match a causa di un infortunio. Alla fine c’è voluta tutta la classe di Durval per risolvere la gara a un minuto dalla fine dell’extratime. Basta leggere la classifica marcatori per capire dov’è la forza della Sambenedettese, Bruno Novo e Durval in tre partite hanno segnato dodici reti in due, e tutte di ottima fattura.” Questo risultato è il coronamento di tre anni di lavoro e di sacrificio” – ci tiene a sottolineare il Presidente Ciferni. “Abbiamo puntato su giocatori emergenti senza fare spese folli e programmando a lunga scadenza. Ci godiamo questo risultato consci che possiamo ancora crescere molto”. Dello stesso avviso l’allenatore Di Lorenzo:” E’ la vittoria del gruppo, ci siamo preparati bene amalgamando gli italiani e i portoghesi costruendo un gioco solido ma che lascia spazio alla fantasia dei lusitani. Il collettivo è la nostra forza, ringrazio la società, i ragazzi e tutto lo staff tecnico a partire dal mio collaboratore Roberto Rossetti fino al magazziniere nessuno escluso, si vince e si perde tutti insieme, questa è la nostra filosofia”. Il Derby Castrocaro senza troppi clamori e clangori ha battuto per 4-2 il Casinò Venezia portandosi a quota sei punti in classifica e posizionandosi subito dietro le prime. Man of the match il nazionale svizzero Spacca, sei centri in tre sfide, autore di una tripletta bella e importante per la vittoria, di Lutz il gol della sicurezza ma la partenza è stata complicata. Merito del Casinò Venezia scattato a razzo con le reti di capitan Toffolo e Da Lio, alla lunga però ha prevalso il palleggio e la fisicità degli italo-svizzeri.
Imprevedibile invece l’esito della prima gara della giornata, il Cervia ha fatto lo sgambetto ai favoriti del Mare di Roma, piegati per 5-4, giocando una partita quasi perfetta. I ragazzi di Garbin sono stati cinici in avanti e imperforabili dietro con uno Zanardi in stato di grazia. I lidensi ci hanno provato fino alla fine ma gli errori sotto porta sono stati troppi, non sono bastati i centri di Marazza (salito a quota quattro nel torneo) e del nazionale ungherese Fekete. I romagnoli invece sono partiti forte fin da subito, il difensore Di Marco si è scoperto bomber segnando una doppietta mentre l’inesauribile capitan Sacchi ha segnato il solito gol pesante chiudendo questa tappa con quattro firme in tutto.MEDIA E SERIE A ENEL – UN CONNUBIO VINCENTEAnche in questa stagione i riflettori dei media sono puntati sul Campionato di Beach Soccer LND, la competizione che attira i migliori talenti del mondo di questa giovane disciplina. Primo aspetto importante il title sponsor della manifestazione, anche per questa stagione la compagnia leader nella produzione e distribuzione di energia elettrica Enel titolerà la Serie A di beach soccer confermandosi solido partner della LND e dando così ulteriore prestigio allo sport più popolare sulla sabbia. Anche Sky Sport continua a puntare forte sul campionato italiano trasmettendo ogni fine settimana più di due ore di gare in prima serata, una fascia oraria quella del prime time ideale per uno sport giovane e dinamico come il beach soccer. Gli appassionati di calcio potranno godersi le due partite più significative della tappa con i riflessi filmati della altre sfide, un modo per dare spazio a tutte le squadre partecipanti al campionato sottolineando al contempo i momenti più significativi. La Radio Ufficiale del Campionato è sempre radio Kiss Kiss ormai compagna di viaggio fedele del tour beach soccer con il dj Fabio Still presente in ogni tappa per esaltare le giocate dei campioni ed intrattenere il pubblico con le migliori selezioni musicali. Previsti inoltre collegamenti giornalieri dalle sedi delle tappe con radio Kiss Kiss. Anche il web darà ampio risalto alla manifestazione, sul sito ufficiale della LND www.lnd.it gli appassionati del calcio sulla spiaggia troveranno tutto quello che c’è da sapere sullo sport estivo per antonomasia, notizie, risultati in tempo reale, tabellini, classifiche e commenti delle gare con un’ampia fotogallery per tradurre in immagini il racconto della Serie A Enel. Tutti gli aggiornamenti saranno veicolati anche sulla telefonia mobile tramite Twitter e iLND, quest’ultima è l’innovativa applicazione per iPhone rilasciata ad aprile che ha già permesso a migliaia di utenti di restare sempre informati sulle attività della LND e dei suoi campionati di vertice. Anche la stampa nazionale è in prima fila per amplificare l’eco del beach soccer, i media partner Corriere dello Sport e Tuttosport dedicheranno due pagine come introduzione e resoconto di ogni tappa. I quotidiani locali come sempre riserveranno ampio spazio alla competizione richiamando l’attenzione del pubblico delle località in cui si giocano le gare. Insomma è tutto pronto per vivere un’altra esaltante stagione di beach soccer che culminerà con il Mondiale organizzato per la prima volta nella storia sulle spiagge del nostro paese, a Marina di Ravenna dall’ 1 all’11 settembre , dove le migliori nazionali si giocheranno il titolo mondiale.La programmazione su Sky Sport 1 della 1^ tappa centro-nord Serie A Enel è così prevista: venerdì 17 giugno dalle h 21.45 saranno trasmesse Milano-Viareggio e Sambenedettese-Colosseum con gli highlights di Cervia-Mare di Roma e Casinò Venezia-Derby Castrocaro.
SAMBENEDETTESE-COLOSSEUM 6-5 d.t.s. (2-2; 0-0;3-3)
Sambenedettese: Ruspantini, Tavares, Sgammini, Mannocchi, Jordan, Durval, Cardinali, Bruno Novo, Petrucci, Damiani. All.: Di Lorenzo
Colosseum: Paoloni, Del Mestre, Rui Mota, Leghissa, Torres C., Kuman, Soria, Maradona Jr, Torres J., Caretto. All.: Della Negra
Arbitri: Balacco di Padova, Favaro di Treviso, Messina di Trapani
Marcatori: 2’pt Kuman (C), 6’pt Jordan (S), 10’pt Bruno Novo (S), 12’pt Kuman (C), 2’tt Soria (C), 4’tt Durval (S), 7’tt Durval (S), 8’tt Javi Torres (C), 9’tt Bruno Novo(S), 10’tt Cristian Torres (C), 2′ ts Durval (S)
Ammoniti: Leghissa, Cristian Torres.La gara inizia su ritmi molto alti. La Colosseum si porta subito in vantaggio con la rete di Kuman mentre la Sambenedettese dopo sei minuti approfitta di una disattenzione blu-verde-oro e colpisce dalla distanza con Jordan, autore del pareggio. Sul finire di gara occasione per la Sambenedettese alla quale viene concesso un calcio da fermo che Bruno Novo trasforma e porta i suoi in vantaggio. Sul fronte opposto Cristian Torres prova a rispondere ma colpisce la traversa. Prima di chiudere la prima frazione di gioco Kuman si rivela ancora decisivo e colpisce ancora Ruspantini con la doppietta che riporta il risultato in parità. Ripresa sempre intensa per entrambe le squadre anche se la Colosseum spinge sull’acceleratore e prova in avanti con le giocate dei vari Rui Mota, Soria e Kuman, sempre tra i più attivi tra i blu-verde-oro. Al 4′ Soria subisce fallo ma il tiro su calcio da fermo incontra i guantoni di Ruspantini. Qualche minuto più tardi ancora Soria si trova a tu per tu con il portiere avversario ma il tiro finisce di poco fuori. Colosseum sempre in avanti a cercare il gol del vantaggio: ci prova anche Maradona con un bel rasoterra ma l’estremo difensore della Sambenedettese non si fa trovare impreparato. Il risultato non sembra sbloccarsi mentre la Sambenedettese deve rinunciare alle giocate di Jordan e Bruno Novo, costretti ad uscire per infortunio. L’ultima frazione di gioco si apre con la grinta Colosseum che si traduce nell’importante rete, quella del vantaggio, firmata dall’esperienza di Soria. Un minuto più tardi però la Sambenedettese firma il 3-3 con il tiro da fermo di Durval che si stampa alle spalle di Del Mestre. Senza Jordan la Sambenedettese si affida alle giocate di Durval che con un bellissimo tiro da posizione defilata infila alle spalle di Del Mestre. La Colosseum risponde subito con Javi Torres che si fa trovare nel posto giusto al momento giusto. Il risultato di parità però dura ben poco: ci pensa infatti Bruno Novo, direttamente da centrocampo, a firmare la cinquina della Samb. Negli ultimi minuti la squadra di mister Della Negra tenta ogni strada per cercare di agguantare il pareggio. Alla fine ci riesce con il colpo di testa di Cristian Torres, bravo ad approfittare del tiro in precedenza del fratello Javi. Nel tempo supplementare grande occasione su calcio da fermo per Durval che trova la traversa prima di replicarsi con un altro colpo che porta la Sambenedettese alla vittoria finale, al termine di una partita molto combattuta.
CASINO’ VENEZIA-DERBY CASTROCARO 2-4 (2-2;0-1;0-1)
Casinò Venezia: Gatto, Ruzzene, Minio, Bortolozzo, Caorlini, Toffolo, Da Lio, Parolari, Montrone, Malossi. All: Moser
Derby Castrocaro: Turchi, Don, Venturi, Spacca, Casamenti, Martinetti, Giardini, Lutz, Hoppler, Rodrigues. All: Turchi
Arbitri: Picchio (Macerata) e Cascone (Ragusa)

Marcatori: 3’pt Toffolo (V), 5’pt Spacca (D), 6’pt Da Lio (V), 9’pt Spacca (D); 2’st Spacca (D); 6’tt Lutz (D)
Il Venezia cerca i primi tre punti della stagione, il Castrocaro vuole replicare la vittoria di ieri per tallonare le prime. Il primo tempo è un susseguirsi di emozioni con il Venezia che scappa e il Derby che insegue. Un tiro sporco di capitan Toffolo porta in vantaggio i lagunari, una girata di Spacca riporta il risultato in parità. Dopo pochi minuti il tiro libero di Da Lio trova un cumulo di sabbia che tradisce Gatto poi è sempre lo svizzero Spacca a centrare la doppietta personale riportando sotto il Derby. Si chiude qui un primo tempo movimentato da ben quattro gol. Il Castrocaro entra nel secondo tempo con più convinzione e neanche a dirlo è sempre Spacca a trafiggere il portiere avversario con un bel diagonale. La squadra di Turchi spreca molto e il risultato rimane in bilico con il vantaggio minimo, pericoloso nel beach soccer perché basta un tiro libero o un rimbalzo strano per subire il gol. Così Lutz con un diagonale a fil di palo mette in sicurezza il risultato a sei minuti dal termine. Ci provano entrambe le squadre, Turchi con un colpo di reni devia la sfera sulla traversa evitando un finale complicato ai suoi così il Derby Castrocaro si prende la sua seconda vittoria di fila mentre i lagunari rimandano l’appuntamento con la prima vittoria stagionale.

CERVIA-MARE DI ROMA 5-4 (2-1;1-1;2-2)
Cervia: Zanardi, Villotta, Rindone, Neumann, Di Marco, Paulis, Gangitano, Sacchi, Loprieno, Grittini. All: Garbin
Mare di Roma: Szucs, Massa, Vacchelli, Sabatino, Fekete, Bernardi, Lupino, Marazza, Frezza, Mariani. All: Lazzari
Arbitri: Messina (Trapani) e Bidelli (Ragusa)
Marcatori: 4’pt Di Marco (C), 7’pt Vacchelli (M), 10’pt Gangitano (C); 2’st Frezza (M), 2’st Di Marco (C); 4’tt Marazza (M), 6′ tt Sacchi (C), 9’tt Neumann (C), 12’tt Fekete (M)
Ammoniti: Marazza (M)

Sulla carta Mare di Roma dovrebbe essere la favorita ma il primo tempo dice altro, il Cervia prende di sorpresa i lidensi segnando con Di Marco al 4′, la reazione dei romani non è immediata ma arriva puntuale dopo qualche minuto, al 7′ Vacchelli rimette a posto le cose. Oggi però i romagnoli hanno il piede caldo, al 10′ Gangitano dalla distanza coglie l’angolo giusto. Nel secondo tempo il Mare di Roma sembra scuotersi dal torpore mattutino, Frezza trasforma con cinismo un tiro libero da ottima posizione. Il Cervia non ci sta e si riporta avanti con una zuccata sempre del difensore Di Marco. Il secondo tempo si fa più schizofrenico, i romani ci provano con tanta veemenza ma poca precisione rischiando tanto, il Cervia sfiora il gol sempre con Di Marco. Anche la sfortuna si accanisce su i lidensi, l’ungherese Fekete con una rovesciata spettacolare coglie la traversa piena al 10′. E’ l’ultimo sussulto di questo tempo, probabile che tutto si decida nell’ultimo terzo di gara. Nella frenesia del Mare di Roma Marazza ci mette la giusta lucidità segnando sotto rete il pari per i suoi. Poi spunta lui, sempre presente nei momenti tipici della gara, capitan Sacchi che segna un gol di rara bellezza, stop e rovesciata chirurgica che toglie le ragnatele dall’incrocio dei pali. Mancano ancora quattro minuti alla fine del match, Mare di Roma si riversa in avanti così in contropiede Neumann di piatto appoggia in rete il quinto gol per il Cervia. Il rigore trasformato da Fekete serve solo a rendere il finale più emozionante, la vittoria va alla squadra di Garbin. I romagnoli hanno compiuto il delitto perfetto, spietati davanti e quasi perfetti dietro con uno Zanardi paratutto.
Il programma completo degli incontri del fine settimana del Girone A centro-nord

Venerdì 10 giugno
Sambenedettese – Casinò Venezia 4-3
Mare di Roma – Milano 6-7
Colosseum – Cervia 6-1
Viareggio – Derby Castrocaro 5-4

Sabato 11 giugno
Casinò Venezia – Milano 0-6
Cervia – Derby Castrocaro 3-4
Colosseum – Mare di Roma 7-3
Sambenedettese – Viareggio 6-4

Domenica 12 giugno
Cervia – Mare di Roma 5-4
Casinò Venezia – Derby Castrocaro 2-4
Sambenedettese – Colosseum 6-5 dts
Milano – Viareggio 4-5

Classifica: Sambenedettese 8; Milano, Viareggio, Colosseum, Derby Castrocaro 6 punti; Cervia 3; Casinò Venezia, Mare di Roma 0

Classifica marcatori
7 reti: Benjamin (Milano)
6 reti: Spacca (Derby Castrocaro), Bruno Novo, Durval (Sambenedettese)
5 reti: J.Torres (Colosseum)
4 reti: Sacchi (Cervia), Lutz (Derby Castrocaro), Bruno (Milano), Marazza (Mare di Roma), Toffolo (Casinò Venezia), Soria (Colosseum), Ramacciotti (Viareggio)

3 reti: Frezza (Mare di Roma), Amarelle (Milano), Rui Mota, Kuman (Colosseum), Di Palma, Florio (Viareggio)

2 reti: Di Marco (Cervia), Ahmed (Milano), Vacchelli, Fekete (Mare di Roma), Tavares, Jordan (Samb), Di Tullio (Viareggio)

1 rete: Da Lio (Casinò Venezia), Fumagalli (Milano), Massa, Mazza (Mare di Roma), Maradona Jr , Sabatino, C.Torres (Colosseum), Loprieno, Neumann, Gangitano (Cervia), Marrucci, Valenti (Viareggio), Don, Rodrigues (Derby Castrocaro)

Calendario 2011
1/3 luglio Corigliano C. – 1^ tappa girone B
7/10 luglio Lignano Sabbiadoro – 2^ tappa girone A
14/17 luglio Pescara – 2^ tappa girone B
26/28 luglio Ostia (Roma) – Poule Scudetto    

Le altre gare della seconda giornata.

Le altre gare della seconda giornata.

 Serie A Enel: In fuga Colosseum, Milano e Sambenedettese

Nella seconda giornata della tappa di Viareggio del girone centro-nord salgono in testa le due favorite con la sorpresa Samb che fa lo sgambetto ai padroni di casa viareggini

Fuochi d’artificio nella seconda giornata della prima tappa del girone A centro-nord della Serie A Enel 2011 incendiata da colpi di scena a ripetizione che hanno esaltato la tanta gente accorsa sugli spalti del Beach Stadium di Viareggio (Lu).
Milano, Colosseum e Sambenedettese scattano in testa a punteggio pieno, il Derby Castrocaro coglie la prima vittoria stagionale, ne fanno le spese Casinò di Venezia, Mare di Roma, Viareggio e Cervia quest’ultime ancora a secco di vittorie tranne i padroni di casa fermi a tre punti.
Bellissime le sfide Colosseum-Mare di Roma e Sambenedettese-Viareggio ma anche le altre hanno soddisfatto i palati fini degli appassionati di beach soccer a conferma che il livello delle protagoniste sale stagione dopo stagione. La partita che ha chiuso la giornata è stata la più emozionante e palpitante, il Viareggio ha sempre rincorso una Sambenedettese sospinta dai colpi di classe dei suoi portoghesi. Per la squadra di Santini si sono fatte sentire le tante assenze, stavolta il cuore non è bastato, la Samb ha retto bene l’urto segnando gol spettacolari con i lusitani Tavares, Durval e Bruno Novo, quest’ultimo autore di una tripletta che lo ha innalzato in vetta alla classifica cannonieri. La Colosseum era chiamata a un esame importante nel derby con il Mare di Roma e la squadra di Della Negra ha superato la prova brillantemente vincendo per 7-3. Difficoltà ce ne sono state, i lidensi sono avversari temibili che faranno strada ma oggi i capitolini non hanno sbagliato quasi nulla tenendo la concentrazione altra soprattutto nei momenti topici della gara. L’equilibrio è durato per un tempo e mezzo poi la Colosseum si è presa la gara con i colpi dei fuoriclasse. Spietato Soria autore di una doppietta, in palla i gemelli Torres (due centri per Javier) e Rui Mota a segno nei momenti chiave del match. Mare di Roma comunque ha ben impressionato soprattutto con gli italiani Frezza e Massa, probabile che i punti arriveranno con avversari più abbordabili.
Milano ha maramaldeggiato davanti a un Casinò Venezia volenteroso, i talenti rossoneri hanno palleggiato dando un saggio di tecnica con scambi stretti e veloci che hanno fruttato ben sei reti . Gara in pugno dei Panizza boys fin dalle prime battute, i lagunari hanno fatto quello che hanno potuto con break veloci ma senza costrutto. Per Milano hanno segnato tutti i big con Bruno che ha centrato una doppietta (giunto a quota quattro dopo due gare). Nella partita tra ex la spunta il Derby Castrocaro che in rimonta supera per 4-3 il Cervia. Parte bene la squadra romagnola che sospinta da capitan Sacchi (due centri) si porta avanti sorprendendo gli ex compagni di squadra. Ma l’ormai proverbiale carattere della squadra del Presidente – portiere Turchi emerge alla distanza , i gol di Don, Lutz e Spacca tra fine secondo e inizio terzo tempo mettono la ceralacca al primo successo stagionale del Castrocaro. In grande spolvero il nazionale elvetico Spacca autore di una doppietta e vero trascinatore della squadra.MEDIA E SERIE A ENEL – UN CONNUBIO VINCENTE
Anche in questa stagione i riflettori dei media sono puntati sul Campionato di Beach Soccer LND, la competizione che attira i migliori talenti del mondo di questa giovane disciplina. Primo aspetto importante il title sponsor della manifestazione, anche per questa stagione la compagnia leader nella produzione e distribuzione di energia elettrica Enel titolerà la Serie A di beach soccer confermandosi solido partner della LND e dando così ulteriore prestigio allo sport più popolare sulla sabbia. Anche Sky Sport continua a puntare forte sul campionato italiano trasmettendo ogni fine settimana più di due ore di gare in prima serata, una fascia oraria quella del prime time ideale per uno sport giovane e dinamico come il beach soccer. Gli appassionati di calcio potranno godersi le due partite più significative della tappa con i riflessi filmati della altre sfide, un modo per dare spazio a tutte le squadre partecipanti al campionato sottolineando al contempo i momenti più significativi. La Radio Ufficiale del Campionato è sempre radio Kiss Kiss ormai compagna di viaggio fedele del tour beach soccer con il dj Fabio Still presente in ogni tappa per esaltare le giocate dei campioni ed intrattenere il pubblico con le migliori selezioni musicali. Previsti inoltre collegamenti giornalieri dalle sedi delle tappe con radio Kiss Kiss. Anche il web darà ampio risalto alla manifestazione, sul sito ufficiale della LND www.lnd.it gli appassionati del calcio sulla spiaggia troveranno tutto quello che c’è da sapere sullo sport estivo per antonomasia, notizie, risultati in tempo reale, tabellini, classifiche e commenti delle gare con un’ampia fotogallery per tradurre in immagini il racconto della Serie A Enel. Tutti gli aggiornamenti saranno veicolati anche sulla telefonia mobile tramite Twitter e iLND, quest’ultima è l’innovativa applicazione per iPhone rilasciata ad aprile che ha già permesso a migliaia di utenti di restare sempre informati sulle attività della LND e dei suoi campionati di vertice. Anche la stampa nazionale è in prima fila per amplificare l’eco del beach soccer, i media partner Corriere dello Sport e Tuttosport dedicheranno due pagine come introduzione e resoconto di ogni tappa. I quotidiani locali come sempre riserveranno ampio spazio alla competizione richiamando l’attenzione del pubblico delle località in cui si giocano le gare. Insomma è tutto pronto per vivere un’altra esaltante stagione di beach soccer che culminerà con il Mondiale organizzato per la prima volta nella storia sulle spiagge del nostro paese, a Marina di Ravenna dall’ 1 all’11 settembre , dove le migliori nazionali si giocheranno il titolo mondiale.

La programmazione su Sky Sport 1 della 1^ tappa centro-nord Serie A Enel è così prevista: venerdì 17 giugno dalle h 21.45 saranno trasmesse le ultime due gare giocate domenica 12 giugno con gli highlights di tutti gli incontri.
Le gare

COLOSSEUM-MARE DI ROMA 7-3 (2-2;2-1;3-0)

Colosseum: Posado, Del Mestre, Rui Mota, Leghissa, Torres C., Kuman, Soria, Maradona Jr, Torres J., Sabatino. All.: Della Negra
Mare di Roma: Szucs, Massa, Rinaldi, Sabatino T., Fekete, Bernardi, Maci, Marazza, Frezza, Mariani. All.: Lazzari
Arbitri: Cascone di Ragusa, Picchio di Macerata, Milizia di Oristano
Marcatori: 4’pt Rui Mota, 6’pt Massa, 8’pt Kuman, 9’pt Frezza, 5’st Sabatino A., 10’st Fekete, 11’st Soria, 5’tt Soria, 11’tt Javi Torres, 12’st Javi Torres.
Ammoniti: Soria (C), Massa (M)

Inizia con un ritmo molto alto la gara tra Colosseum e Mare di Roma. Entrambe le squadre hanno voglia di far bene e di vincere. Dopo appena quattro minuti Del Mestre suggerisce un colpo importante a Rui Mota che ne approfitta per battere Szucs e portare in vantaggio i blu-verde-oro. La risposta del Mare di Roma però è veloce e porta Massa alla prima rete della squadra di mister Lazzari. Sul fronte opposto però la Colosseum si riporta subito in vantaggio con il bel gol di Kuman che corona così le ultime brillanti prestazioni. Alla rete dello spagnolo però risponde ancora il Mare di Roma con il tiro di Frezza che si infila alle spalle di Del Mestre. Sul finire del primo tempo Cristian Torres, su calcio da fermo, colpisce la traversa mentre la gara prosegue con intensità non senza scorrettezze in campo che non vengono però sanzionate dagli arbitri. La ripresa inizia ancora su ritmi molto alti: Szucs nega la seconda rete a Rui Mota e dopo un minuto blocca anche il tiro di Alessandro Sabatino, prima di mandare fuori anche il colpo di Del Mestre che cerca di sorprendere il portiere avversario. A tonare in vantaggio è la Colosseum dopo 5′ grazie alla rete del lidense Sabatino, festeggiato dai compagni e da tutti i sostenitori sugli spalti. Il Mare di Roma però non si arrende e ci prova prima con un colpo di testa di Marazza e poi con un tiro di Fekete che riporta il risultato in parità. Neanche il tempo però di festeggiare per il Mare di Roma che i cugini della Colosseum rispondono con la rete di Soria che da distanza ravvicinata batte Szucs. Nell’ultima frazione di gioco la Colosseum prosegue con la stessa intensità gestendo bene il risultato. Il team di mister Della Negra però non si accontenta del poker e dopo 5 minuti realizza la cinquina con una girata di Soria che, dopo il gol, continua ad impensierire il portiere avversario. La Colosseum chiude quindi il derby con i cugini del Mare di Roma con una doppietta che porta la firma del solito Javi Torres, primo nella classifica dei marcatori blu-verde-oro. Domani ultima sfida della tappa viareggina contro Sambenedettese, inizio alle 15.30.

CERVIA-DERBY CASTROCARO 3-4 (0-0;3-2;0-2)
Cervia: Zanardi, Zambelli, Rindone, Neumann, Di Marco, Paulis, Gangitano, Sacchi, Lopireno, Grittini. All: Garbin
Derby Castrocaro: Turchi, Don, Venturi, Spacca, Casamenti, Martinetti, Rodrigues, Hoppler, Lutz, Giardini.
Arbitri: Bartoli e Barei (Latisana)
Marcatori: 1’st Loprieno (C), 3’st Spacca (D), 6’st Sacchi (C), 8’st Sacchi (C), 8’st Don (D), 4’tt Lutz (D), 8’tt Spacca (D)

Praticamente una sfida tra ex, buona parte del Cervia è trasmigrata nel Derby a partire dal Presidente – Portiere Filippo Turchi, insomma il passato contro il presente. Ci prova subito co n più convinzione la squadra di Castrocaro con Spacca e Lutz ma Zanardi ha i riflessi pronti. Le occasioni non mancano ma i protagonisti sulla sabbia sembrano peccare di precisione. Ci vuole una girata del trottolino Loprieno ad inizio di ripresa per sbloccare il risultato e portare in vantaggio i romagnoli. Passano due minuti e il Castrocaro reagisce riportandosi sul pari grazie a una zampata dello svizzero Spacca. I colpi di scena non finiscono, capitan Sacchi si libera bene di un avversario e con una girata fulminea trafigge il portiere avversario facendoci ammirare anche quest’oggi la sua inconfondibile danza-esultanza. Balletto ripetuto dopo pochi minuti stavolta con un brivido, sempre Sacchi si fa parare un rigore da Turchi poi è lesto a ribattere in rete sulla respinta del portiere, Cervia avanti di due lunghezze. Il Derby ancora una volta reagisce dopo uno schiaffo, è Don a rinfocolare le speranze dei biancorossi segnando una rete importante. Si va così all’ultimo tempo che si annuncia quanto mai incerto, al 4′ Luzt sfrutta un rimbalzo favorevole sulla sabbia e segna il pari con un tiro libero velenoso. E’ una rete quella dello svizzero che cambia completamente il canovaccio della gara, il Derby sfiora la rete del vantaggio in più occasioni, Spacca prende un palo poi si rifà segnando il gol del vantaggio. Il Cervia sembra non averne più, il Castrocaro fa sua la gara e si porta a casa il primo successo stagionale.

CASINO’ VENEZIA-MILANO 0-6 (0-2;0-3;0-1)
Casinò Venezia: Gatto, Ruzzene, Minio, Bortolozzo, Caorlini, Toffolo, Da Lio, Parolari, Montrone, Malossi. All: Moser
Milano: Pensa, Bruno, Nico, Ahmed, Amarelle, Cataldo, Polastri, Benjamin, Menescardi, Fumagalli. All: Panizza
Arbitri: Milizia (Oristano) e Alessio (Udine)
Marcatori: 1’pt Bruno (M), 9’pt Benjamin (M),2’st Amarelle (M), 7’st Fumagalli (M), 7’st Bruno (M), 2’tt Ahmed (M)

Solita partenza lenta dei rossoneri con una progressione continua minuto dopo minuto, il gol di Bruno al 1′ mette subito in chiaro le intenzione dei lombardi poi al 9′ ci pensa Benjamin con un tiro libero forte e preciso a mettere subito al sicuro il risultato, nel mezzo un controllo quasi totale del campo da parte dei Panizza boys. Inizia il secondo tempo e la supremazia rossonera si concretizza con la terza rete firmata da Amarelle bravo a concludere uno scambio veloce con Benjamin. I lagunari tentano qualche sortita con tiri dalla distanza ma gli scambi stretti dei pluricampioni sono difficilmente arginabili. In due minuti Fumagalli e Bruno timbrano altri due sigilli, particolarmente bello quello del brasiliano che sfoggia la sua acrobazia preferita, una rovesciata plastica che non lascia scampo al portiere avversario. Nel tabellino marcatori manca solo capitan Ahmed, lacuna colmata al 1′ minuto dell’ultima frazione con un comodo appoggio davanti alla porta. Il ritmo cala comprensibilmente, Panizza ruota tutta la rosa, Venezia cerca il gol della bandiera ma non c’è nulla da fare, Milano vince con un rotondo 6-0.

Il programma completo degli incontri del fine settimana del Girone A centro-nord

Venerdì 10 giugno
Sambenedettese – Casinò Venezia 4-3
Mare di Roma – Milano 6-7
Colosseum – Cervia 6-1
Viareggio – Derby Castrocaro 5-4

Sabato 11 giugno
Casinò Venezia – Milano 0-6
Cervia – Derby Castrocaro 3-4
Colosseum – Mare di Roma 7-3
Sambenedettese – Viareggio 6-4

Classifica: Milano, Colosseum, Sambenedettese 6 punti; Viareggio, Derby Castrocaro 3; Cervia, Casinò Venezia, Mare di Roma 0

Domenica 12 giugno
h 10:30 – Cervia – Mare di Roma
h 14.15 – Casinò Venezia – Derby Castrocaro
h 15.30 – Sambenedettese – Colosseum
h 16.45 – Milano – Viareggio

Classifica marcatori
4 reti: Bruno (Milano), J.Torres (Colosseum), Bruno Novo (Samb)
3 reti: Toffolo (Venezia), Marazza (Mare di Roma), Durval (Sambenedettese), Benjamin, Amarelle (Milano), Spacca, Lutz (Derby Castrocaro), Sacchi (Cervia), Soria, Rui Mota (Colosseum), Di Palma, Florio (Viareggio)
2 reti: Ahmed (Milano), Ramacciotti (Viareggio), Frezza (Mare di Roma), Tavares (Samb)
1 rete: Jordan (Sambenedettese), Fumagalli (Milano), Vacchelli, Massa, Mazza, Fekete (Mare di Roma), Maradona Jr , Kuman, Sabatino (Colosseum), Loprieno (Cervia), Di Tullio (Viareggio), Don, Rodrigues (Derby Castrocaro)

Calendario 2011
1/3 luglio Corigliano C. – 1^ tappa girone B
7/10 luglio Lignano Sabbiadoro – 2^ tappa girone A
14/17 luglio Pescara – 2^ tappa girone B
26/28 luglio Ostia (Roma) – Poule Scudetto

Viareggio perde dalla Sambenedettese in una gara nervosa.

Viareggio perde dalla Sambenedettese in una gara nervosa.

Il Viareggio beach soccer perde malamente una gara molto nervosa  contro una Sambenedettese ben messa in campo e ricca di grandi individualità. La gara è stata avvincente anche se caratterizzata da una direzione di gara molto orientata che ha finito per surriscaldare gli animi. Non è nostro costume parlare di arbitraggi ma, quanto visto oggi, probabilmente  ha destato qualche perplessità. Il quartetto di gara ha diretto concedendo davvero poco ai locali, uscendo poi fra le ingiurie   di una tribuna apparsa indispettita da un atteggiamento troppo penalizzante e sistematicamente  orientato, specie nella terza frazione, contro i bianconeri. Onore comunque agli adriatici bravi nello sfruttare  ogni opportunità concessa e  sorretti da un Ruspantini in vena di prodezze e da Bruno Novo e Tavares che con il piede caldo hanno approfittato di tutte le opportunità capitate. I bianconeri sono apparsi comunque tenaci e determinati  ed in partita fino a pochi secondi dalla fine anche se in chiusura si sono dovuti inchinare ad un avversario apparso oggi di grande levatura. Ora i giochi si complicano molto anche perchè domani, contro il Milano Beach Soccer,  la già ridotta rosa bianconera dovrà rinunciare anche a Simone Marinai espulso per doppio giallo a 10 secondi dalla fine.

Il commento di LND:

Le gare

SAMBENEDETTESE-VIAREGGIO 6-4 (2-1;3-2;1-1)
Sambenedettese: Ruspantini, Tavares, Sgammini, Mannocchi, Jordan, Durval, Cardinali, Bruno Novo, Petrucci, Damiani. All: Di Lorenzo
Viareggio: Carpita, Petracci, Ramacciotti, Di Tullio, Marinai, Florio, Battini, Di Palma, Marrucci, Barsotti. All: Santini
Arbitri: Bidelli (Ragusa) e Messina (Trapani)
Marcatori: 9’pt Bruno Novo (S), 11’pt Florio (V), 11′ pt Durval (S), 2’st Di Palma (V), 4’st Ramacciotti (V), 4’st Tavares (S), 6’st Bruno Novo (S), 8’st Tavares (S), 7’tt Florio (V), 12’tt Bruno Novo (S)
Ammoniti: Marrucci, Ramacciotti, Marinai (V)
Espulso: Marinai (V)

Viareggio anche oggi con la formazione largamente rimaneggiata, la Sambenedettese è pronta a fare lo sgambetto, chi vince sale in testa a punteggio pieno. La truppa dei portoghesi si fa subito sentire, Durval prima impegna severamente Carpita poi è Bruno a trafiggere il portiere viareggino con una semirovesciata spettacolare. Sono i due lampi che illuminano un primo tempo tuttavia bloccato, Viareggio sembra avere le polveri bagnate, ci pensa Florio ad inventarsi un diagonale che s’insacca all’incrocio. Il pareggio dura poco, Durval segna il vantaggio marchigiano trasformando un calcio di rigore assegnato per un mani in area di Florio. Come ieri anche oggi i ragazzi di Santini ingranano la marcia alta con il passare dei minuti, al 2′ del secondo tempo Di Palma chiude in rete un’azione ben orchestrata. Un’altra leggerezza della difesa bianconera sembra poter cambiare il destino della gara ma un superbo Carpita para un penalty a Jordan. Il pericolo scampato elettrizza il Viareggio che segna la rete del vantaggio con Ramacciotti che si riscatta subito dopo aver provocato il rigore qualche istante prima. Non c’è tempo per respirare, Tavares con una fiondata dalla distanza coglie l’angolo giusto sotto la traversa, la gara torna in perfetto equilibrio ma solo per il tempo di un respiro. Al 6′ Bruno Novo batte un tiro libero delizioso con la palla carica di effetto che va ad infilarsi tra palo e montante, Samb ancora avanti. I portoghesi oggi hanno il piede caldo, Tavares da distanza siderale fa partire un fendente che ancora una volta si incastona all’incrocio. Una mazzata per i viareggini che non si perdono d’animo provandoci da tutte le posizioni, Di Tullio scocca un tiro potente ma Ruspantini fa il fenomeno. Sono momenti palpitanti, Viareggio getta sulla sabbia tutto quello che ha, Florio in scivolata accorcia le distanze al 7′ del terzo tempo. Negli ultimi minuti succede di tutto nell’area della Samb, carambole, mischie, colpi proibiti, alla fine ne fa le spese Marinai che viene espulso per un fallo violento. Su rigore Bruno Novo chiude la sfida, la Samb sale in testa a punteggio pieno, il Viareggio frena.

Nuovo arrivo in casa VBS. Tesserato Battini.

Nuovo arrivo in casa VBS. Tesserato Battini.

La serie incredibile di indisposizione nel Viareggio beach soccer continua e quindi il direttore Lenildi corre ai ripari. Dopo l’ennesimo forfait, in questo caso quello del portiere Emiliano Diridoni il VBS ha provveduto a tesserare un altro elemento. Si tratta di Alessio Battini portiere classe 1987, vincitore fra l’altro dell’edizione 2010 del torneo Matteo Valenti , quindi anche lui un prodotto del “vialone” viareggino e abituto a cimentarsi ormai da tempo nelle sfide sulla spiaggia. Battini nella stagione appena conclusa ha militato in eccellenza nella formazione dell’Urbino Taccola. Ora è a disposizione di Santini per il prossimo cammino in campionato.