Svizzera, Russia, Italia e Portogallo nel girone per il titolo continentale a Catania

Svizzera, Russia, Italia e Portogallo nel girone per il titolo continentale a Catania

Dopo la terza ed ultima fase di Euro Beach Soccer League a Siofok questo fine settimana,Siofok, Hungay - August, 14 Euro Beach Soccer League Siofok 2016 at Nagy Strand on August 14, 2016 in  Siofok, Hungary. (Photo by Lea Weil)tutti gli occhi sono ora puntati sulla  finale e superfinale di  Catania a fine  mese. In totale lotteranno per il titolo continetale otto nazioni rimaste in gara mentre altre otto lotteranno per accedere al gruppo dei migliori.

Di seguito l’ elenco completo delle squadre confermate per il concorso di fine mese a Catania:
S
uperfinale:
Gruppo uno: Spagna, Bielorussia, Ucraina, Germania
Gruppo due Svizzera, Russia, Italia, Portogallo
Fnale Promozione:
Gruppo uno: Romania, Moldavia, Estonia, Ungheria
Gruppo due: Azerbaijan, Repubblica Ceca, Inghilterra, Turchia

Foto: Lea Well per Bsww

Euroleague: L’Italia perde ai rigori con l’Ucraina ma mantiene la vetta del girone di Siofok.

Euroleague: L’Italia perde ai rigori con l’Ucraina ma mantiene la vetta del girone di Siofok.

La  nazionale italiana di Beach Soccer, ormai qualificata, chiude la tappa di Euroleague
di Siofok con due vittorie ed una sconfitta. Nell’ultima gara del girone, arriva  una battuta di arresto solo  ai calci di rigore contro l’Ucraina.
Una partita certo molto difficile in cui le rispettive difese hanno quasi sempre avuto la meglio sui rispettivi attacchi. L’Ucraina si è portata in vantaggio nel primo tempo dopo appena te minuti con un gran sinistro di Medvev sulle proteste azzurre per un presunto fallo di mano. Per trovare il pareggio bisogna aspettare la metà della ripresa che arriva grazie ad un incursione di Corosiniti. La difesa ucraina si apre ed il capitano di piatto trova il varco giusto.
La gara resta sempre in equilibrio sia nei tempi regolamentari che nel necessario extra time. Si arriva quindi ai calci di rigore. Palmacci si vede respingere la conclusione dal portiere ucraino, Ramacciotti non sbaglia e mette in porta ma sul fronte opposto gli ucraini realizzano sempre e si aggiudicano il match.
Il risultato non cambia la classifica del girone ungherese con gli azzurri che lo vincono chiudendo al comando, mentre, per la classifica finale e quindi per gli accoppiamenti della fase finale, ci sarà da aspettare la conclusione completa delle gare degli altri gironi.
Italia: Spada, Marrucci, Ramaciotti, Corosiniti, Marinai, Di Palma, Palmacci, Gori, Zurlo Del Mestre
Foto: Lea Well per BSWW

 

Euroleague: L’Italia vince anche con la Polonia 7-6

Euroleague: L’Italia vince anche con la Polonia 7-6

La nazionale azzurra vince ancora in Ungheria, questa volta contro la Polonia, e si porta  a sei punti in classifica dopo due gare , in attesa dell’impegno di domani contro l’Ucraina. Vittoria meritata ma sofferta con gli azzurri sempre in vantaggio ma che non sono mai riusciti a creare il break vincente per non soffrire.
Un botta e risposta continuo che non ha mai lasciato l”Italia in sicurezza.
La cronaca della gara: apre Gori nel primo tempo pareggia Ziober, Raddoppia Marrucci dalla distanza e pareggia Saganowsky.

Nelle ripresa vantaggio Italia con Palmacci e subito pareggio polacco, ancora vantaggio con Gori  e nuovo immediato pareggio biancorosso, segna ancora Zurlo e sul vantaggio 5 4 per l’Italia finisce il secondo tempo.
Ad inizio terzo tempo allungo azzurro con Palmacci e ancora Zurlo che portano la formazione di Agostini sul 7-4. La gara sembra ormai in discesa ma si deve ancora tenere conto del ritorno dei polacchi che, prima segnano e poi nel finale a quaranta secondi dalla fine  accorciano ancora mettendo paura all’Italia ma, la sirena di chiusura, assegna tre punti preziosi in ottica qualificazione agli azzurri. Domani,  sulle rive del Lago Balaton, terza ed’ultima gara del girone contro l’Ucraina decisiva con in palio la vittoria di tappa.
Italia: Spada, Marrucci, Ramaciotti, Corosiniti, Marinai, Di Palma, Palmacci, Gori, Zurlo Del Mestre

Nell’altra gara valida per il  girone di qualificazione azzurro,  l”Ucraina, che domani affronterà l’Italia, ha battuto nettamente 5-0 la Germania. In palio nell’incontro in programma doamni pomeriggio alle 14,30 la leadership del girone.
Foto: Lea Well (BSWW)

Euroleague: Italia – Germania  5-1  l’esordio a Siofok

Euroleague: Italia – Germania 5-1 l’esordio a Siofok

Esordio positivo degli azzurri nella seconda tappa di qualificazione alle finali di Euroleague in corso di svolgimento a Siofok in Ungheria. Dopo nove minuti e mezzo di ambientamento, Italia in vantaggio con un bellissimo gol in rovesciata di Di Palma che si infila nel sette della porta avversaria. Nel giro di nemmeno tre minuti la partita si chiude. Prima la doppietta di Marinai dalla sinistra che ruba palla, si infila in area e batte di sinistro il portiere tedesco, poi, la nazionale teutonica prova a reagire ma, su un rilancio diretto del portiere, Gori,  ruba il tempo all’avversario e di piatto infila in rete  fil di palo. 3-0 a fine primo tempo e gara in frigo. A metà della ripresa fallo di mano a centro campo di un giocatore tedesco. Ramacciotti si incarica del tiro che si  infila in porta alla destra del portiere. 4-0 I ritmi calano  e ad inizio terzo tempo ancora Gori, stavolta di destro arrotonda il bottino.  Prima della fine della gara. per un malinteso difensivo, occasione per la  la Germania per realizzare il gol del definitivo 5 a 1 . Da mettere a tabellino anche i tre pali colpiti dagli azzurri a testimonianza di una supremazia abbastanza evidente. Tre èunti conquistati e domani di nuovo in campo la formazione di Agostini con inizio sempre alle 13,30 contro la coriacea Polonia. Italia: Spada, Marrucci, Ramaciotti, Corosiniti, Marinai, Di Palma, Palmacci, Gori, Zurlo Del Mestre Nell’altra gara del girone la Polonia ha battuto 5-3 l’Ukraina ai calci di rigore. Classifica Italia 3 Polonia 1 Ukraina 0 Germania 0 Foto: Lea Well per Beachesoccer.com

Dal web

Dal web

08 Aug 2016

Viareggio, Lady Terracina land Scudetti

The winners were crowned in Riccione as Serie A concluded on Sunday.


Viareggio maintained their impressive run of form in 2016 by capturing the Serie A title on Sunday in dramatic fashion against Lazio in Riccione.

The men from Tuscany have already lifted the Euro Winners Cup and the Coppa Italia this year and made it a clean sweep at the Marano Beach Stadium by claiming a 7-6 win against Lazio, with the help of Gori’s hat-trick and a brace from Marinai.

Viareggio faced defending champions Terracina in the quarter-finals and swiftly progressed courtesy of a 5-1 success while Lazio needed penalties to get past Catania after the sides shared eight goals in normal time.

Pisa and Villafranca were then beaten 3-2 by Viareggio and Lazio respectively in the semis – Villafranca eventually ensuring third-place after an extra-time victory – before all eyes turned to the final as both sides sought to win the Scudetto for the first time.

Two early goals from Gori helped Viareggio into a 4-2 lead after 12 minutes while the Italian scored again in the second period alongside Torres to amass a 6-3 advantage. However, Lazio sprung to life in the final period as Capo, Bernardo and Rui Mota all found the target to level matters going into the last five minutes. But Marinai made himself the hero, registering the winner with two minutes remaining as Viareggio saw out a narrow win in an enthralling contest to make sure of silverware. In the battle for the women’s Serie A title, things proved equally dramatic as Lady Terracina battled back from 3-1 down to win a entertaining final by the odd goal in seven. Goals at either end of the first period from Privitera and Maiorca had the sides level going into a second period that Catania largely bossed – Napoli and Fazio giving them a healthy advantage only for Maiorca to give Terracina hope with a goal late on. It proved a catalyst for the eventual champions who levelled through Ferrer before Naticchioni grabbed the winner and sealed a memorable success. Image via beachsoccer.lnd
From Beachsoccer.com

 

 

33° Mem. Da Valle: Bagno Flora, Caffe Shelley, Dynamo Noaltri e Pizzeria 44 Parallelo le semifinaliste.

33° Mem. Da Valle: Bagno Flora, Caffe Shelley, Dynamo Noaltri e Pizzeria 44 Parallelo le semifinaliste.

Ha preso il via il 33 Torneo Carlo DaValle di Beach soccer calcio a 7 al Matteo Valenti Beach Stadium.
Questi i risultati:
CAFFE SHELLY- BAGNO MERGELLINA- 3-0 Vantaggio Shelly con Samuele Barsotti nel primo tempo poi nella ripresa a segno Pallandri su tiro libero e nel finale una autorete di Antoni fissa il risultato sul 3-0. Arbitro Mazzoni.
IL PINOLO- DYNAMO NOALTRI- 2-2 (8-7)- Partita molto combattuta a segno Bastianelli, pareggia Olivieri. Vantaggio con Pellegrini la Dynamo poi pareggia Poletti. Nei rigori e il Pinolo è più preciso e vince 8-7.
COSTA DEI BARBARI- BAGNO FLORA- 3-4 Partita brillante vantaggio del Bagno Flora con Angeli Tiziano immediato pareggio di Discetti, poi ancora il Flora con Molteni e con Angeli Lorenzo. Nella ripresa accorcia Giannecchini,  ma ancora Molteni firma il 4-2. Nel finale chiuede Giannecchini.
BRESAO TEAM- PIZZERIA 44 PARALLELO – 1-1 (2-3) Tutto nel primo tempo  vantaggio Pacini, nel finale pareggio di Giacomo Petracci. Nella ripresa il risultato non cambia e si và ai rigori dove il 44 Parallelo è infallibile.
SECONDO TURNO
CAFFE SHELLY- COSTA DEI BARBARI- 1-0- Partita molto equilibrata il primo tempo finisce sullo 0-0 poi nella ripresa decide il gol di Samuele Barsotti.
DINAMO NOALTRI- BRESAO TEAM 2-1- Subito in vantaggio la Dynamo con Pellegrini, pareggia il solito Petracci. Nella ripresa decide un calcio di rigore per la Dynamo di Daniele Galli.
BAGNO MERGELLINA- COSTA DEI BARBARI- 3-1- Vince il Bagno Mergellina con le reti di Rossi, Tonelli e Checchi. Per la Costa a segno Billi.
PINOLO- PIZZERIA 44 PARALLELO 1-1-  (3-4), dopo un primo tempo senza reti, nella ripresa passa in vantaggio il 44 Parallelo con un rigore di Pacini, il pareggio poco dopo di Angeli Francesco. Ai rigori e vince il 44 Parallelo.
CAFFE SHELLY- BAGNO FLORA- 4-1- Passa in vantaggio il Bagno Flora con Angeli Tiziano. Pareggio di Samuele Barsotti e il vantaggio con Giusti. Nella ripresa prima Stefano Cinquini, poi Olivieri su calcio di rigore completanoil tabellino.
DINAMO NOALTRI- 44 PARALLELO 1-0 Decide una rete di Daniele Galli con un tiro che nonlascia scampoal portiere avversario.
PINOLO- BRESCAO TEAM- 1-2- Pinolo che parte forte e si porta in vantaggio con Corsinelli. Riporta la situazione in perfetta parità il Elia Galligani. Lo stesso giocatore si ripete nel secondo tempo.
BAGNO MERGELLINA- BAGNO FLORA- 2-4. Parte forte il Bagno Mergellina che si porta sul 2-0 con reti di Checchi e Rossi. Nel finale di tempo accorcia Tiziano Angeli. Nella ripresa la squadra di mister Carbone e del DG Lorenzo Cortopassi  pareggia con Cheli Alessandro su rigore e si porta sul 3-2 con Cracchiolo. Gol della sicurezza di  Angeli Tiziano.
Sabato 13 agosto le semifinali.
Alle ore 15,00  CAFFE SHELLY- PIZZERIA 44 PARALLELO
a seguire -DINAMO NOALTRI- BAGNO FLORA.
Alle 17,30 la finalissima con le premiazioni .
Carlo Cosci Per Mondo calcio Versilia
Nella foto i vincitori dello scorso anno.

Euroleague a Siofok. Azzurri al lavoro a Formia, esordio venerdì contro la Germania.

Euroleague a Siofok. Azzurri al lavoro a Formia, esordio venerdì contro la Germania.

In ritiro a Formia, l’Italbeach sta ultimando la preparazione in vista della seconda tappa dell’Euroleague, in programma dal 12 al 14 agosto a Siofok. Anche oggi doppio allenamento per gli undici Azzurri a disposizione del tecnico federale Massimo Agostini; domani in campo per l’ultima seduta e nel pomeriggio partenza per l’Ungheria. Dei convocati fa parte anche l’esterno del Terracina Beach Soccer Alessio Frainetti, che partecipa solo al raduno di Formia.

Dopo il secondo posto conquistato nell’Eurocup di Belgrado e i due successi con la Bielorussia (4-3) e la Grecia (7-2) a Mosca nel girone di qualificazione di Euroleague, la Nazionale di Beach Soccer ha ottenuto il terzo posto del Ranking Mondiale, superando il Brasile.
A Siofok l’Italbeach, che fa parte del gruppo 2, affronterà Germania, Polonia e Ucraina: contro i tedeschi la squadra di Agostini esordirà venerdì 12 (ore 13.30), sabato 13 scenderà in campo contro la Polonia (ore 13.30) e domenica 14 chiuderà contro l’Ucraina (ore 14.30).
Le migliori otto nazionali di questa manifestazione si affronteranno nella fase finale, che quest’anno sarà ospitata dall’Italia: la terza tappa è in programma a Catania dal 25 al 28 agosto.
Logos_EBSL2_Siofok_WEB
L’elenco dei convocati

Portieri: Simone Del Mestre (Catania Beach Soccer), Stefano Spada (Terracina Beach Soccer);
Difensori: Dario Ramacciotti (Viareggio Beach Soccer), Matteo Marrucci (Pisa Beach Soccer);
Esterni: Francesco Corosiniti (Catania Beach Soccer), Michele Di Palma (Pisa Beach Soccer), Alessio Frainetti (Terracina Beach Soccer), Simone Marinai (Viareggio Beach Soccer);
Attaccanti: Gabriele Gori (Viareggio Beach Soccer), Emmanuele Zurlo (Catania Beach Soccer), Paolo Palmacci (Terracina Beach Soccer).

Fonte: FIGC.IT

I complimenti di Marcello Lippi al Viareggio Beach Soccer per lo scudetto.

I complimenti di Marcello Lippi al Viareggio Beach Soccer per lo scudetto.

Fra i tantissimi complimenti arrivati ai ragazzi ed  alla squadra per il successo DSCN0261raggiunto,  è arrivato anche quello speciale, a cui teniamo molto,  di Marcello Lippi.

L’ex Commissario tecnico  azzurro,  campione del mondo, che è sempre rimasto vicino alla squadra, con un messaggio inviato al capitano Simone Marinai, si è complimentato con tutto il gruppo per l’annata fantastica. Il saluto con il CT era stato in Comune  a Viareggio, dove il commissario tecnico viareggino, dopo la vittoria europea e della coppa Italia, esortava a continuare così,  per portare in città lo scudetto tricolore che mancava da sempre.
Ora lo scudetto finalmente è arrivato.

Grazie Marcello.

Quelli del … triplete (lo staff tecnico).

Quelli del … triplete (lo staff tecnico).

Una stagione esaltante in campo non poteva che essere gestita  da uno staff di grande rilievo.  CarpitaIl Presidente Giancarlo Carpita  ed il tecnico Stefano Santini non hanno cambiato niente rispetto alla scorsa stagione a cominciare dal Direttore Giansimone Leonildi,  a testimonianza della fiducia completa, in uno staff, ormai consolidato .
Le decisioni in merito alle scelte tecniche sono però tutte sue, di Stefano Santini plenipotenziario della panchina che, dopo diversi anni, va oltre ogni più rosea aspettativa coronando un inseguimento personale al tricolore che durava ormai da anni e che sembrava sempre seppur per poco sfuggire.
Se da una parte il tricolore era un obiettivo dichiarato  ed  alla portata, la Coppa dei Campioni ed il triplete  erano logicamente un sogno o forse, ad inizio stagione, neppure sognato, neppure immaginato. Certo il condottiero bianconero poteva contare su un gruppo di giocatori affiatati, consacrati ed esperti sia in campo nazionale che internazionale che offrivano garanzie assolute ma, di li a vincere tutto, ne passa. E vero pure  che l’integrazione per il primo anno degli stranieri di grande esperienza ha dato la svolta  ma anche il senso di una comunione di intenti subito recepita da tutti. Santini poteva contare e non ha certo cambiato il  suo fidatissimo secondo, Massimo Belluomini, silenzioso ed equilibrato ma disponibile al confronto ed al dialogo.  Stefano Santini ha sfoggiato quest’anno un assoluta serenità che con continuità ha trasmesso ai ragazzi.  “Massimino” si è poi concesso santinianche il lusso di essere lui a dirigere i ragazzi nella finalissima tricolore, mentre il suo mentore, appiedato dal giudice sportivo se ne restava appollaiato su una seggiolina ìn apparente distanza in tribuna vip, pur senza tralasciare di concorrere a guidare i suoi ragazzi.
Ci ha messo del suo sicuramente anche il  preparatore dei portieri Emiliano Diridoni  che ha formito garanzie di prestazioni continue da parte degli estremi difensivi e poi ,  se uno dei suoi portieri, Andrea Carpita,  per il secondo anno ha centrato il titolo di miglior portiere della Serie A i meriti se li può prendere tutti con orgoglio.
Cosi come, con orgoglio si può prendere i suoi meriti anche il mai banale  preparatore fisico Andrea Ferrari che, non ha certo regalato niente ai suoi ragazzi, facendoli  lavorare tantissimo ma, se poi i risultati arrivano il merito è certamente anche suo.
Chi di certo non ha mancato di lavorare  con grande impegno e passione sono i due massaggiatori o fisioterapisti della squadra come più appropriatamente andrebbero chiamati.
Si  sono divisi il lavoro con lo stesso risultato .
Entrambi vincenti. E se i ragazzi si sono fatti uCampioni d'Italia 2016 (169)n intera stagione senza troppi problemi fisici è perché, ad ogni minimo guaio, per ogni piccolo acciacco  il loro intervento era preciso immediato e determinante:
Gianni Vania a Catania in Euro Winners cup  ed in  Coppa Italia e Marco Bertolani per il resto del campionato di Serie A .
Comune denominatore, tra i due,  la grande passione e la straordinaria professionalità e competenza.
Un applauso verso se lo meritano di diritto anche tutti loro.

Tutte le immagini di Domenica nella sezione foto del sito.

Quelli del … triplete (in campo). Carpita e Ramacciotti migliori giocatori della Serie A 2016.

Quelli del … triplete (in campo). Carpita e Ramacciotti migliori giocatori della Serie A 2016.

Sono ben diciotto i giocatori del Viareggio Beach Soccer che hannoCarpita indossato la maglia bianconera (ma anche giallo/nera o azzura) in questa stagione fantastica culminata con la vittoria dello scudetto, dopo i successi in Euro Winners Cup e Coppa Italia.
Quattro  gli stranieri approdati in darsena nel 2016. , il capitano della nazionale  del Sol Levante Ozu Moreira che, alla prima stagione al muraglione ha sollevato tutti i trofei che era possibile sollevare, dando, con le sue quattordici presenze totali e cinque reti, un contributo molto pesante ma sopra tutto sollevando un muro davanti agli attacchi degli avversari.
Solo la partecipazione in Coppa Italia invece per il nazionale francese e tecnico della selezione transalpina Stephan RamacciottiFrancois a cui gli  impegni con i galletti,  hanno permesso di collezionare quattro presenze ma anche di realizzare  due reti  con le quali ha messo il suo personale sigillo sulla  vittoria della Coppa.
Il terzo è Cristian Torres ex nazionale spagnolo di lunga navigazione che, avendo saltato i due eventi di inizio stagione, si è consolato con lo scudetto, mettendo lo zampino in cinque gare anche con due reti. Una caratteristica ha legato questi grandi giocatori al gruppo.
La grande umiltà e la grande passione mostrata, nonostante che  i curriculum fossero di grande spessore e potessero far pensare solo alla comparsa di routine. Invece cuore e grinta come si conviene, da salmastrosi veri, da gente di mare pronta a tutto.  marinai torres ozu
Quarto straniero. per una tappa. il nazionale inglese Mitch Day che ha supportato i ragazzi del muraglione con le sue tre presenze sulle spiagge di San Benedetto bissando la partecipazione del 2015.
A difendere i pali nella lunga estate del Beach il pararigori Gabriele D’Onofrio che ha timbrato ventuno volte il cartellino, anche se, chiuso spesso fra i pali  da quell’ Andrea Carpita (nella foto) capace di un en plein straordinario con un rendimento costantemente stratosferico che gli è valso la riapertura delle porte della nazionale per un suo prossimo rientro, nonché per il secondo anno consecutivo il titolo di miglior portiere italiano.
goriQuattro presenze anche per l’ex nazionale Alessandro Giovinazzo che sostituendo l’indisponibile per lavoro Alessandro Taffi ha comunque collezionato quattro presenze.
Il Viareggio ha fatto  incetta in questa stagione anche di titoli personali. Se Carpita ha guadagnato quello di miglior portiere, Dario Ramacciotti, (altro viareggino dopo Simone Marinai nel 2012)  è tornato a conquistare  con una stagione magnifica il titolo prestigioso, conferito dalla Figc/LND, per il  miglior giocatore della Serie A. L’airone, dopo una Euro winners Cup e Coppa Italia da assoluto protagonista non ha mai smesso di essere protagonista  ed  ha collezionato undici presenze con ben sedici gol messi a segno in campionato.
gemignanii e paciniRestando in tema di nazionali, annata bellissima, anche per Simone Marinai, uno dei riferimenti nell’economia del gioco sempre presente in campionato con sei reti e la ciliegina del  gol scudetto  nella finalissima, una delle immagini  incancellabili della stagione Il capitano che, ormai  ha preso una piacevole abitudine, per i suoi compagni, quella di sollevare trofei al cielo,. Ben tre  in sequenza.
Chi invece è risultato  buono per ogni occasione è  stato Alessandro Remedi che, ha fatto la differenza giocando in pratica da Jolly e venendo utilizzato dal tecnico  dove c’era bisogno.  Alessandro, rientrato in bianconero dopo una stagione in nerazzurro, ha raccolto consensi in tutte e tre le competizioni grazie al grandissimo dinamismo.. Sempre presente in tutte le gare anche  con cinque reti in campionato.
remediSe, tre trofei sono arrivati al muraglione, lo si deve anche alla verve realizzativa degli attaccanti. Giacomo Jeky Valenti ha realizzato gol pesantissimi due soli in campionato ma nella Euro Winners Cup il suo bombardamento è stato fondamentale. E poi lui di trofei ne ha addirittura vinti quattro  perché  in stagione si è portato a casa pure il Memorial dedicato al fratello Matteo. Un poker per un vincente, senza ombra di dubbio.
Chi i gol invece fatica a farli è sempre Gabriele Tin Tin Gori, Si, fatica a farne pochi.  E’ così abituato che ormai, quando cominciano le partite, se non segna una doppietta in apertura non si diverte. Doppietta inziale nei quarti scudetto con Terracina, doppietta iniziale in semifinale col Pisa, doppietta iniziale in finale con la Lazio che poi , essendo la finale ha arrotondato a tre. Un bombardiere di razza che, nelle undici gare di campionato ha segnato ventiquattro gol.  Dopo il titolo di capo cannoniere nell’anno, in Euro cup ed Euro Winners cup non è arrivato il terzo titolo personale della stagione. Strano, il titolo per la Serie Campioni d'Italia 2016 (174)A lo aveva conquistato nel 2010, nel  2012, nel 2014, era l’anno buono. Ma ventiquattro centri non sono bastati per togliere lo scettro a Zurlo.
Quattordici presenze e due gol in stagione anche per Stefano Marinai nelle sue apparizioni prima di rituffarsi nel calcio a  undici.  Cosi come un gol lo ha realizzato anche Marco Pacini nelle sue undici presenze in campionato dove, non ha mai fatto mancare il proprio supporto, dopo le assenze per gli impegni di lavoro  in Euro Winners e Coppa Italia. Michele Gemignani ha messo pure lui in tabellino   ventidue presenze in stagione, anche per il difensore  un gol in campionato mentre per Gianmarco Genovali dopo una avvio altisonante di stagione con undici presenze ed un gol in Euro e cinquinicoppa Italia, il fermo per gli infortuni, che non gli ha permesso di continuare  con gli ottimi progressi dimostrati.
Buon bottino di presenze  anche per Daniele Cinquini che bagna l’esordio in bianconero con 20 presenze equamente divise fra campionato e le coppe Eed un gol. E per chiudere due presenze ed una rete per il giovanissimo Simone Santini,  uno dei giocatori del Viareggio del futuro.
Campioni d'Italia 2016 (161)