World cup. Il Portogallo batte 6-4 l’Italia e vince il mondiale

World cup. Il Portogallo batte 6-4 l’Italia e vince il mondiale

Non è riuscito alla nazionale italiana di beach soccer l’ultimo acuto nella finalissima della Coppa del Mondo in Paraguay. Gli azzurri hanno dovuto alzare bandiera bianca al cospetto del Portogallo capace di sfruttare al meglio tutti i tiri liberi concessi dagli azzurri durante la gara. Peccato perché nel gioco , nel possesso palla, nei tiri in porta le due formazioni si sono equivalse ma alla fine a fare la differenza sono state le palle inattive che i lusitani hanno saputo capitalizzare al meglio.  Sul fronte opposto le tante conclusioni degli azzurri si sono infrante sulla serata straordinaria del portiere Andrade che ha parato tutto quanto era oggettivamente possibile conquistando il titolo di miglior portiere del torneo. Dove poi non è arrivato il  portiere nel momento decisivo a fermare gli azzurri sono stati i pali della porta avversaria.
 Peccato perché l’Italia era addirittura andata in vantaggio con Zurlo, assist di Corosiniti,  ma il Portogallo aveva pareggiato con Leo Martins su tiro libero dalla zona laterale. Nella ripresa  il doppio vantaggio dei portoghesi è quello che però crea il break decisivo. Prima la ripartenza che porta alla conclusione Jordan e poi il tapin vincente di Lourenco sulla respinta di Del Mestre un tiro libero dalla grande distanza ancora di Jordan.
 Il terzo tempo è equilibrato nel risultato ma con avvio favorevole ai lusitani che sui tiri piazzati non sbagliano, ancora con Jordan e poi con Leo Martins allungando fino al 5-1.
A metà frazione però , nel giro di un minuto gli azzurri rientrano in partita con Ramacciotti che sfrutta un appoggio di Zurlo e poi con Josep Jr che di testa mette in rete il corner dell’airone.
5-3 e Portogallo in difficolta. Palmacci spara altissimo un tiro libero e Gabriele Gori in rovesciata centra il palo a portiere battuto. Passano pochi secondi e gli arbitri fischiano un fallo molto dubbio e  contestato. Va ancora la tiro libero Jordan che batte Del Mestre. E’ il gol che cambia definitivamente l’andamento del match.Gli azzurri tentano l’ultimo disperato assalto ed accorciano il divario con Ramacciotti ma il tempo scorre inesorabile ed il fischio della sirena consegna la Coppa del Mondo al Portogallo che riconquistano il titolo. Per i ragazzi di Del Duca resta il titolo di vice campioni del mondo e la consapevolezza di aver disputato un grandissimo torneo.
Gabriele Gori vince il titolo di capocannoniere del mondiale  seguito dal compagno di squadra Zurlo e dal russo Zemskov.
Mvp all’ex bianconero Ozu del Giappone davanti ai portoghesi Martins e Jordan.

La Russia è arrivata terza  alla FIFA Beach Soccer World Cup Paraguay 2019.battendo in rimonta il Giappone 5-4 .

ITALIA-PORTOGALLO 4-6 (1-1; 0-2; 3-3)
Italia:
Del Mestre, Chiavaro, Frainetti, Josep Jr, Marinai,  Ramacciotti, Percia Montani, Corosiniti, Zurlo, Gori, Palmacci, Carpita.
Ct: Emiliano Del Duca
Portogallo: Andrade, Rui Coimbra, Torres, Von, Belchior, Leo Martins, Jordan, Ruben Brilhante, Madjer, Be Martins, Andre Lourenco, Petrony. .
Ct: Mario Narciso

 Reti: Ramacciotti (2), Zurlo, Josep Jr

World cup: Quattro  bianconeri a caccia di un sogno.

World cup: Quattro bianconeri a caccia di un sogno.

Eccoli i quattro viareggini nell’immagine a fianco, in un selfie paraguaiano che li ritrae felici e sorridenti dopo aver realizzato  l’impresa con la  vittoria di ieri in semifinale contro la Russia. Sono loro i quattro/dodicesimi della squadra che sta entusiasmando il pubblico italiano grazie anche alle dirette di Sky e Raisport che hanno restituito un po’ di meritata visibilità ad uno sport, il beach soccer, che troppo spesso resta nell’ombra oscurato dai media per il grande pubblico.
Andrea Carpita , Gabriele Gori, Simone Marinai e Dario Ramacciotti stasera tenteranno l’impresa di portare in Italia la Coppa del mondo di Beach Soccer e per farlo dovranno superare nella finalissima di Asuncion il Portogallo.
I quattro giocatori “del muraglione” sono insieme da sempre, colonne del Viareggio Beach Soccer. Sono cresciuti sulla spiaggia della marina di Levante e con la formazione del tecnico bianconero Stefano Santini, che li ha guidati in in questo lungo percorso, hanno portato a casa insieme ai compagni per la società del Presidente Giancarlo Carpita,   uno Scudetto, due Coppe Italia ed una Supercoppa italiana oltre ad essersi laureati, nel 2016 a Catania, Campioni d’Europa per club, unica squadra italiana ad aver conquistato il titolo continentale.
Non male nemmeno il palmares in maglia azzurra di cui sono ormai punti fermi dall’ esordio con il Ct Massimiano  Esposito, poi con Massimo Agostini ed ora con Emiliano Del Duca, hanno vinto la Medaglia d’argento Giochi Europei Baku 2015, la Medaglia d’oro ai Giochi del Mediterraneo nel 2016 e nel 2019, la  medaglia di bronzo ai World beach games euro Qualifier oltre a laurearsi Campioni d’Europa per nazioni nel 2017.
Dopo aver disputato due semifinali mondiali andate male ad Espinho 2015 in Portogallo ed a  Nassau 2017 alle Bahamas hanno centrato ieri ad Asuncion  in Paraguay il pass per la loro prima finalissima mondiale. Stasera tutta l’Italia appassionata di beach soccer sarà incollata alla Tv (Diretta Skysport alle ore 22,00) per tifare Italia al loro fianco. Siamo certi che non ci deluderanno.
Forza azzurri.

World cup: Italia da urlo, batte la Russia 8-7 e raggiunge la finalissima.

World cup: Italia da urlo, batte la Russia 8-7 e raggiunge la finalissima.

Non ci sono mai le parole giuste parole per raccontare un impresa storica.20191130 italia int E’ un Italia incredibile quella che ad Asuncion in Paraguay nella semifinale mondiale, sotto gli occhi del responsabile del settore arbitrale della Fifa Pierluigi Collina, batte la Russia per 8-7 maturato all’extra time e centra la finalissima  del Campionato del Mondo. Il beach soccer siamo abituati a vederlo con sole. musica e gran e caldo e nessuno certo si aspettava di vedere un incontro disputato sotto un vero e proprio diluvio tropicale che ha trasformato la straordinaria impresa azzurra in una gara epica da ricordare e raccontare. Per l’Italia è già il miglior risultato di sempre che pareggia la finale del 2008 persa a Marsiglia con il Brasile 5-3.

La gara è bellissima ed equilibrata  con la Russia che per la cronaca si porta in vantaggio per prima ma il capitano Corosiniti su azione d’angolo pareggia spedendo di testa la palla nel sette della porta avversaria. Dario Ramacciotti porta gli azzurri in vantaggio rubando palla in avanti e infilando di sinistro in rete. Con questo risultato finisce il primo tempo.

La ripresa è favorevole agli ex sovietici che pareggiano subito ma Ramacciotti riallunga per l’Italia deviando in rete di petto un tiro di Gentilin.
Purtroppo il finale di frazione vede il nuovo ritorno  dei russi  che prima pareggiano e poi, dopo una paratona di Carpita su tiro libero di Poporotny, ribaltano il risultato con una doppietta sul finale di tempo di Zemskov .

La terza frazione di gara non si apre certo nel modo migliore per i ragazzi di Del Duca. Romanov  trova la via del gol  e si passa sul 5-4 in favore degli uomini di Likhachev. La nazionale italiana però non si perde d’animo  Subito  segna Gori in rovesciata da lontano alla ripresa del gioco, ma dopo poco replica Romanov, poi Tin Tin mette di nuovo la firma sullo score della gara con un destro angolato su assist di Ramacciotti.  Sotto un vero e proprio ciclone con gli spettatori che abbandonano frettolosamente  gli spalti dello stadio “Los Pynandi” di Asuncion ancora Ramacciotti riporta avanti gli azzurri riprendendo una respinta corta. La Russia reagisce ma Shishin centra il palo della porta di Del Mestre ed un paio di volte Marinai si immola sui tiri degli avversari. A cinque e quarantanove dalla fine del tempo Gori si guadagna un tiro libero appena oltre la metà campo e con un tiro secco e preciso porta gli azzurri sul più due realizzando la personale tripletta. Sembra fatta con due gol di vantaggio ma, nel beach soccer, 300 secondi sono un infinità e con consolidata esperienza prima Romanov, poi, ad un solo minuto dalla fine, Makarov  rimettono il match in equilibrio. Serve l’extra time per decretare il vincitore di una sfida dai livelli agonistici e fisici elevatissimi.
Le due formazioni sono stremate sotto il diluvio, Del Mestre salva su Makarov poi Zurlo subisce fallo in area con l’espulsione di Poporotny. Il bomber di destro realizza il rigore  con un tiro secco e porta avanti l’Italia. C’è da soffrire due minuti lunghissimi. Zemskov sostituisce il portiere e sbaglia a porta aperta di testa un occasione d’oro. Poi prende palla di mano fuori area e concede un rigore agli azzurri ma  Gori si vede deviare il tiro in  angolo. Non importa, gli azzurri resistono e chiudono la gara con una straordinaria esultanza per un risultato storico ottenuto  anche grazie alle triplette dei due bianconeri  Gori e Ramacciotti.. Domani sera alle 22,00 la finalissima della Coppa del Mondo, Italia  contro il Portogallo che, ai calci di rigore, ha superato il Giappone in diretta televisiva sia su Skysport che su Raisport

ITALIA-RUSSIA 8-7 d.e.t.
Italia: Del Mestre,  Corosiniti (Cap.), Frainetti, Chiavaro, Frainetti, Marinai, Josep Jr, Percia Montani, Zurlo, Gori, Palmacci, Carpita,.
All: Emiliano Del Duca
Russia: Chuzkhov, Bazhenov, Novikov, Krasheninnikov, Shkarin, Paporotnyi, Romanov, Makarov, Shishin, Fedorov, Nikonorov, Zemskov.
All: Mikhail Likhachev
Arbitri: Ebrahim Almansory (UAE), Sofien Benchabane (Fra), Alex Valdiviezo (Per)
Reti: Gori (3), Ramacciotti (3) Corosoniti, Zurlo

GIRONE DI QUALIFICAZIONE

1^ giornata (giovedì 21 Novembre)

Italia-Tahiti 12-4
Uruguay-Italia 4-3
Messico-Italia 2-6
Quarto di finale  Italia-Svizzera 5-4
Semifinale Italia-Russia 8-7 det

PROGRAMMA FINALI (domenica 1 dicembre)

3° e 4° posto (ore 20.15)
Russia-Giappone
1° e 2° posto (22.00)
Italia-Portogallo

Foto: Fifa.com

           LND

 

Un’Italia immensa batte la Russia per 8-7 all’extra time e conquista la finale del Mondiale

Un’Italia immensa batte la Russia per 8-7 all’extra time e conquista la finale del Mondiale

 Sotto una tempesta tropicale che ha reso ancora più epica l’impresa l’Italia batte la Russia per 8-7 all’extra time e conquista la finale del Mondiale di Beach Soccer per la seconda volta nella storia dopo l’edizione del 2008. Domenica 1 Dicembre alle 22.00 (ora italiana), diretta Sky Sport1, Sky Sport Collection e RaiSport, l’Italia proverà a prendersi per la prima volta il titolo più importante di questa disciplina. Di fronte si troverà il Portogallo che ha superato ai rigori il Giappone nell’altra semifinale. Una finale inedita tra due squadre che si sono affrontate 35 volte. Il Portogallo ha già vinto un titolo Mondiale nel 2015 e disputato una finale nel 2005.

20191130 italia int

E’ una sabbia magica quella dell’Estadio Mundialista “Los Pynandi” di Asuncion in Paraguay dove gli Azzurri riscrivono la storia sovvertendo tutti i pronostici con la corazzata russa. Ritmi alti, poggia battente, sabbia pesante e tanto agonismo, sono stati questi gli ingredienti di una partita pazza e bellissima con continui ribaltamenti di risultato. Quindici gol in 39’, sette nell’ultimo tempo, tre in un solo minuto al 1’tt, bastano questi dati per fotografare una partita che rimarrà a lungo nei ricordi dell’Italia. Questo successo non poteva e non doveva sfuggire agli Azzurri avanti di due lunghezze a metà terzo tempo e in vantaggio a 80’’ dal fischio finale dei tempi regolamentari. Il rigore di Emmanuele Zurlo al 1’ dell’extra time ha consegnato all’Italia una vittoria meritata. L’attaccante calabrese già protagonista ai Quarti con la Svizzera ha trasformato con freddezza glaciale un rigore che pesava come un macigno. Nono gol per lui in questa competizione, 113° in nazionale. Fin qui in 23 precedenti gli Azzurri avevano sempre ceduto ai russi nelle partite più importanti, stavolta è andata diversamente.

20191130 italia int2

Decisiva la tripletta di Dario Ramacciotti che nelle ultime due gare si è caricato la squadra sulle spalle. Due deviazioni vincenti e una rete di grande opportunismo hanno ridato energia all’Italia nei momenti cruciali del match. E’ la prima tripletta in un Mondiale per Ramacciotti, non poteva scegliere momento migliore. Per il viareggino sono 106 i gol in Nazionale, 11 al Mondiale. Dopo una partita a digiuno complice un infortunio al piede e una prima parte di gara con le polveri bagnate nel terzo tempo Gabriele Gori è tornato a troneggiare sugli avversari piazzando tre colpi ferali, due nel giro di pochi secondi in apertura di frazione e il terzo al 6’ portando gli Azzurri sul massimo vantaggio nel match. Una rovesciata da metà campo, una conclusione angolata e un tiro di precisione, Gori ha sfoderato tutto il repertorio di un bomber arrivato a 292 gol in Azzurro, 16 in questo Mondiale. Anche capitan Corosiniti ha gonfiato la rete con un colpo di testa imparabile che ha aperto le marcature dell’Italia e dato via ad una partita impossibile da capire razionalmente. La Russia è andata tre volte in vantaggio, ad inizio gara, al 12’st e al 1’tt, gli Azzurri in quattro occasioni, al 10’pt, al 3’st, al 3’tt e al 1’ del tempo supplementare, il colpo decisivo. I gol russi, quasi tutti imparabili, alcuni di pregevole fattura. Dietro l’Italia ha tenuto grazie alle parate di Del Mestre e Carpita ed al miracolo di Chiavaro.

ITALIA-RUSSIA 8-7 det (2-1; 1-3; 4-3)
Italia:
Del Mestre, Carpita, Corosiniti (Cap.), Frainetti, Chiavaro, Frainetti, Marinai, Josep Jr, Percia Montani, Palmacci, Zurlo, Gori. All: Emiliano Del Duca
Russia: Chuzkhov, Bazhenov, Novikov, Krasheninnikov, Shkarin, Paporotnyi, Romanov, Makarov, Shishin, Fedorov, Nikonorov, Zemskov. All: Mikhail Likhachev
Arbitri: Ebrahim Almansory (UAE), Sofien Benchabane (Fra), Alex Valdiviezo (Per)
Reti: 4’pt Novikov (R), 9’pt Corosoniti (I), 10’pt Ramacciotti (I); 2’st Makarov (R), 3’st Ramacciotti (I), 10’st Zemskov (R), 12’st Zemskov (R); 1’tt Gori (I), 1’tt Romanov (R), 1’tt Gori (I), 3’tt Ramacciotti (I), 6’tt Gori (I), 7’tt Romanov (R), 11’tt Makarov (R); 1’tt rig. Zurlo (I)
Espulso: 1’ et Paporotnyi
Ammoniti: Gori, Chiavaro, Corosiniti, Zurlo (I), Zemskov (R)

RISULTATI

GIRONE DI QUALIFICAZIONE

1^ giornata (giovedì 21 Novembre)

Italia-Tahiti 12-4
Uruguay-Messico 1-0

2^ giornata (sabato 23 Novembre)

Tahiti-Messico 6-1
Uruguay-Italia 4-3

3^ giornata (lunedì 25 Novembre)

Messico-Italia 2-6
Tahiti-Uruguay 6-4

Classifica: Italia, Uruguay e Tahiti 6 punti; Messico 0

Quarti di finale (giovedì 28 Novembre)
Brasile-Russia 3-4
Senegal-Portogallo 2-4
Italia-Svizzera 5-4
Giappone-Uruguay 3-2

Semifinali (sabato 30 novembre)
Italia-Russia 8-7 det
Giappone-Portogallo 4-5 dcr (3-3)

PROGRAMMA GARE

Finali (domenica 1 dicembre)

3° e 4° posto (ore 20.15)
Russia-Giappone

1° e 2° posto (22.00)
Italia-Portogallo

 

Un’Italia immensa batte la Russia per 8-7 all’extra time e conquista la finale del Mondiale

Un’Italia immensa batte la Russia per 8-7 all’extra time e conquista la finale del Mondiale

 Sotto una tempesta tropicale che ha reso ancora più epica l’impresa l’Italia batte la Russia per 8-7 all’extra time e conquista la finale del Mondiale di Beach Soccer per la seconda volta nella storia dopo l’edizione del 2008. Domenica 1 Dicembre alle 22.00 (ora italiana), diretta Sky Sport1, Sky Sport Collection e RaiSport, l’Italia proverà a prendersi per la prima volta il titolo più importante di questa disciplina. Di fronte si troverà il Portogallo che ha superato ai rigori il Giappone nell’altra semifinale. Una finale inedita tra due squadre che si sono affrontate 35 volte. Il Portogallo ha già vinto un titolo Mondiale nel 2015 e disputato una finale nel 2005.

20191130 italia int

E’ una sabbia magica quella dell’Estadio Mundialista “Los Pynandi” di Asuncion in Paraguay dove gli Azzurri riscrivono la storia sovvertendo tutti i pronostici con la corazzata russa. Ritmi alti, poggia battente, sabbia pesante e tanto agonismo, sono stati questi gli ingredienti di una partita pazza e bellissima con continui ribaltamenti di risultato. Quindici gol in 39’, sette nell’ultimo tempo, tre in un solo minuto al 1’tt, bastano questi dati per fotografare una partita che rimarrà a lungo nei ricordi dell’Italia. Questo successo non poteva e non doveva sfuggire agli Azzurri avanti di due lunghezze a metà terzo tempo e in vantaggio a 80’’ dal fischio finale dei tempi regolamentari. Il rigore di Emmanuele Zurlo al 1’ dell’extra time ha consegnato all’Italia una vittoria meritata. L’attaccante calabrese già protagonista ai Quarti con la Svizzera ha trasformato con freddezza glaciale un rigore che pesava come un macigno. Nono gol per lui in questa competizione, 113° in nazionale. Fin qui in 23 precedenti gli Azzurri avevano sempre ceduto ai russi nelle partite più importanti, stavolta è andata diversamente.

20191130 italia int2

Decisiva la tripletta di Dario Ramacciotti che nelle ultime due gare si è caricato la squadra sulle spalle. Due deviazioni vincenti e una rete di grande opportunismo hanno ridato energia all’Italia nei momenti cruciali del match. E’ la prima tripletta in un Mondiale per Ramacciotti, non poteva scegliere momento migliore. Per il viareggino sono 106 i gol in Nazionale, 11 al Mondiale. Dopo una partita a digiuno complice un infortunio al piede e una prima parte di gara con le polveri bagnate nel terzo tempo Gabriele Gori è tornato a troneggiare sugli avversari piazzando tre colpi ferali, due nel giro di pochi secondi in apertura di frazione e il terzo al 6’ portando gli Azzurri sul massimo vantaggio nel match. Una rovesciata da metà campo, una conclusione angolata e un tiro di precisione, Gori ha sfoderato tutto il repertorio di un bomber arrivato a 292 gol in Azzurro, 16 in questo Mondiale. Anche capitan Corosiniti ha gonfiato la rete con un colpo di testa imparabile che ha aperto le marcature dell’Italia e dato via ad una partita impossibile da capire razionalmente. La Russia è andata tre volte in vantaggio, ad inizio gara, al 12’st e al 1’tt, gli Azzurri in quattro occasioni, al 10’pt, al 3’st, al 3’tt e al 1’ del tempo supplementare, il colpo decisivo. I gol russi, quasi tutti imparabili, alcuni di pregevole fattura. Dietro l’Italia ha tenuto grazie alle parate di Del Mestre e Carpita ed al miracolo di Chiavaro.

ITALIA-RUSSIA 8-7 det (2-1; 1-3; 4-3)
Italia:
Del Mestre, Carpita, Corosiniti (Cap.), Frainetti, Chiavaro, Frainetti, Marinai, Josep Jr, Percia Montani, Palmacci, Zurlo, Gori. All: Emiliano Del Duca
Russia: Chuzkhov, Bazhenov, Novikov, Krasheninnikov, Shkarin, Paporotnyi, Romanov, Makarov, Shishin, Fedorov, Nikonorov, Zemskov. All: Mikhail Likhachev
Arbitri: Ebrahim Almansory (UAE), Sofien Benchabane (Fra), Alex Valdiviezo (Per)
Reti: 4’pt Novikov (R), 9’pt Corosoniti (I), 10’pt Ramacciotti (I); 2’st Makarov (R), 3’st Ramacciotti (I), 10’st Zemskov (R), 12’st Zemskov (R); 1’tt Gori (I), 1’tt Romanov (R), 1’tt Gori (I), 3’tt Ramacciotti (I), 6’tt Gori (I), 7’tt Romanov (R), 11’tt Makarov (R); 1’tt rig. Zurlo (I)
Espulso: 1’ et Paporotnyi
Ammoniti: Gori, Chiavaro, Corosiniti, Zurlo (I), Zemskov (R)

RISULTATI

GIRONE DI QUALIFICAZIONE

1^ giornata (giovedì 21 Novembre)

Italia-Tahiti 12-4
Uruguay-Messico 1-0

2^ giornata (sabato 23 Novembre)

Tahiti-Messico 6-1
Uruguay-Italia 4-3

3^ giornata (lunedì 25 Novembre)

Messico-Italia 2-6
Tahiti-Uruguay 6-4

Classifica: Italia, Uruguay e Tahiti 6 punti; Messico 0

Quarti di finale (giovedì 28 Novembre)
Brasile-Russia 3-4
Senegal-Portogallo 2-4
Italia-Svizzera 5-4
Giappone-Uruguay 3-2

Semifinali (sabato 30 novembre)
Italia-Russia 8-7 det
Giappone-Portogallo 4-5 dcr (3-3)

PROGRAMMA GARE

Finali (domenica 1 dicembre)

3° e 4° posto (ore 20.15)
Russia-Giappone

1° e 2° posto (22.00)
Italia-Portogallo

World cup: Domani semifinale Italia- Russia alle 20,15 italiane. Diretta TV Su Skysport.

World cup: Domani semifinale Italia- Russia alle 20,15 italiane. Diretta TV Su Skysport.

E’ un immagine, quella che abbiamo estrapolato dalle riprese televisive di Sky sport nei quarti di finale della competizione paraguaiana, che resterà per molto tempo nella mente degli appassionati di questo sport.  La palla girata in rete da Zurlo varca la linea di porta quando sul cronometro manca un decimo di secondo alla sirena di chiusura della gara contro la Svizzera. E’ il gol che permette agli azzurri, con i bianconeri Carpita,  Gori, Marinai e Ramacciotti,  per la terza volta consecutiva nelle fasi finali dei campionati del mondo di beach soccer, di tornare a disputare una semifinale mondiale.
La nazionale italiana è l’unica formazione al mondo ad aver ottenuto, nelle tre ultime competizioni, sempre questo risultato che testimonia un grande periodo costante di risultati eccezionali di un grande gruppo. In passato non è andata bene.

Nel 2015 l’Italia   sulla cui panchina sedeva come CT Massimiliano Esposito arrivò in semifinale battendo 3-2 il Giappone con la doppietta di Zurlo e la rete di Ramacciotti. Poi in semifinale una Italia sfortunatissima concluse la gara con Tahiti sul 6-6 e perse il passaggio del turno solo ai calci di rigore contro la formazione polinesiana. Nella finalina gli azzurri furono poi sconfitti dalla Russia 5-2 con le reti di Palmacci e Marinai mentre il Portogallo padrone di casa vinse il titolo.

Nel 2017 fu sempre semifinale. Con Commissario tecnico “il condor” Massimo Agostini, l’Italia, raggiunse la semifinale battendo i corridori del Senegal 5-1 con la tripletta di Gori ed i gol di Marrucci e Frainetti.
Nella semifinale però vinse il Brasile per 8-4  e in quel caso non bastarono le reti viareggine di Marrucci, Ramacciotti, Gori ed il gol di Corosiniti.
Poi i sudamericani si laurearono campioni del mondo disintegrando con un netto  6-0 Tahiti mentre per gli azzurri a cui non vanno simpatiche le finali per il terzo e quarto posto cedettero all’Iran 5-3 con le reti di Ramacciotti e la doppietta di Gabriele Gori.

Siamo nel 2019  e per la terza volta l’Italia ci riprova. Dopo i tentativi precedenti a disposizione dell’attuale  Ct Emiliano del Duca ci sono ancora Frainetti, Ramacciotti, Gori, Palmacci, Marinai, Zurlo, Corosiniti, e Del Mestre.
Le quattro contendenti  in corsa sono ora Portogallo, Giappone, Russia ed Italia.

Domani al beach stadium  Los Pynandi di Luque Asuncion gli azzurri affronteranno la Russia per cercare un posto in finale. Cronaca diretta della  gara a partire dalle ore 20,15 italiane su Sky sport uno. A seguire l’altra semifinale Giappone – Portogallo.

World cup: Fantastica Italia batte la Svizzera 5-4 e va in semifinale.

World cup: Fantastica Italia batte la Svizzera 5-4 e va in semifinale.

E’ un Italia fantastica quella che sul filo della sirena batte la Svizzera in rimonta ai mondiali di Beach  Soccer di Asuncion e centra per la terza volta consecutiva la semifinale della Coppa del Mondo come già  era successo ad Espinho nel 2015 ed a Nassau nel 2017.
Un Italia capace di soffrire cadere e risorgere in una gara combattuta tirata.
La Svizzera è un avversario difficile con attaccanti di grande livello. Gli azzurri lo capiscono subito quando Otta con un gran destro fredda Del Mestre. Serve una prodezza su azione personale di Gentilin che con un destro chirurgico infila in rete dalla media distanza. Ma è ancora Ott, dopo un rigore fallito da Gori,  sempre nella prima frazione, a trovare un altro destro al fulmicotone che si infila dalla media distanza nella porta di Del Mestre.

La ripresa si apre con il nuovo allungo elvetico con una grade rovesciata di Mo . La squadra di Del Duca sembra vacillare  e perde anche per infortunio il bomber Gori ma è proprio in questo momento che la formazione di ricompatta e reagisce.
Zurlo ci riporta sotto e sul minimo vantaggio svizzero l’Italia accellera.
Nel terzo tempo è il sinistro incrociato di Ramacciotti che si infila nell’angolino basso e riporta la gara in equilibrio. Gli azzurri spingono e vanno vicino al gol con Marinai  in rovesciata, con l’airone Ramacciotti che centra la traversa dalla distanza e con Percia Montani prima in rovesciata e poi su tiro dalla distanza, con gli elvetici in evidente difficoltà sulle  accelerazioni italiane.

A cinque primi dalla fine della gara la spettacolare rovesciata di Zurlo sull’appoggio di Marinai porta l’Italia in vantaggio.  Appena il tempo di festeggiare e sulla ripresa del gioco la Svizzera pareggia l’incontro.
4-4 e tutto da rifare.
L’Italia è viva,  attacca e va ancora vicino al gol con la rovesciata di Zurlo su cui interviene Ramacciotti che centra la seconda traversa personale.  Poi, dopo che Del Mestre ha disinnescato una bordata di Ott e dopo  un paio di occasioni azzurre con Marinai e Ramacciotti, arriva la svolta della partita proprio sul fischio della sirena.
Eliott, portiere elvetico, aspetta gli ultimi secondi per regalare l’ultimo tiro alla Svizzera. Ne mancano quattro di secondi quando il portiere va alla conclusione con la palla che sfiora appena il palo e finisce fuori.
Del Mestre la recupera e rilancia per Zurlo con la difesa elvetica ferma,  Magic Zurlo, in mezza rovesciata,  gira in rete il gol della vittoria che vale per la nostra nazionale la terza semifinale mondiale negli ultimi tre tornei iridati. Spazio ai festeggiamenti azzurri e delusione rossocrociata.
Sabato la semifinale contro la Russia che, nel pomeriggio, ha battuto 4-3 i Campioni del mondo in carica del Brasile. Nell’altra semifinale ci saranno Portogallo e Giappone che hanno eliminato Senegal (4-2)e Uruguay (3-2).

Italia: Del Mestre Chiavaro, Frainetti, Gentilin, Marinai, Ramacciotti, Corosiniti, Percia Montani, Zurlo, Gori, Palmacci, Carpita. CT: Del Duca.

Marcatori: Zurlo (3), Ramacciotti, Gentilin.

Foto: Fifa.com

 

World Cup : Italia, domani i quarti contro la Svizzera.

World Cup : Italia, domani i quarti contro la Svizzera.

Dopo due anni si torna a diputare i quarti di finale della Coppa del Mondo. Rispetto all’ultima edizione, quella del 2017 alle Bahamas, sono ben cinque le formazioni  che si sono confermate fra le prime otto squadre al mondo. Il Senegal (che nei quarti a Nassau lasciò strada agli azzurri), il  Brasile (che agli azzurri tolse in semifinale le speranze di conquista del titolo), il Portogallo, l’Italia e la Svizzera che domani sarà l’avversario degli azzurri.
Mancano rispetto a due anni fa  l’Iran che ha clamorosamente fallito le qualificazioni asiatiche ed al suo posto troviamo la Russia che la qualificazione europea  l’aveva fallita due anni or sono, poi  mancano il Paraguay squadra di casa che si è arresa nel girone alla qualità di Giappone e Svizzera e Tahiti superata  negli ottavi dall’Uruguay per la differenza reti causata anche dalla pesante sconfitta contro l’Italia. Italia- Svizzera è un classico del beach soccer.
L’ultima gara fra le due nazionali fu vinta 6-4 dagli azzurri a Salou in Spagna in occasione dell’Europeo nel 2018 . Vittorie per gli elvetici nel girone dell’Europeo  2017, quello che poi laureò l’Italia campione d’Europa e nel 2016 con due vittorie azzurre sia nell’europeo che in Coppa Europa. Nel 2015 tre i successi azzurri,  nell’Europeo, nei giochi olimpici e 6-4 proprio nelle gare del mondiale doi Espinho. Ma domani sarà una partita di versa e tutta da giocare. Gli azzurri saranno sulla sabbia paraguaiana domani alle 23,25 ora italiana con diretta televisiva su Sky sport  uno.

Luque – Asuncion
Quarti di finale. Il programma di domani 28 novembre 2019 (ora italiana):
ore 20,15 Brasile  –  Russia
ore 21:50 Senegal  –  Portogallo
ore 23:25  Italia  –  Svizzera
ore 01:00 Giappone  –  Uruguay

World Cup: L’Italia batte il Mexico 6-2 e vola ai quarti.

World Cup: L’Italia batte il Mexico 6-2 e vola ai quarti.

La nazionale azzurra di beach soccer non fallisce ad Asuncion in Paraguay, contro il Mexico, la chance qualificazione al turno successivo del mondiale e supera la formazione sudamericana abbastanza nettamente grazie ancora ad un Gabriele Gori strepitoso che spiana la strada agli azzurri con le sue prodezze.
Tin tin Gori è ancora particolarmente ispirato e trasforma con costanza  gli assist dei  compagni (oggi tre di Ramacciotti)  e realizza in sequenza cinque delle sei reti con cui l’Italia chiude in vantaggio i primi due tempi. Il parziale sei zero è abbastanza eloquente e di garanzia  e permette all’Italia di poter  lasciar trascorrere in tranquillità i secondi della terza frazione. Il Mexico cerca la rimonta ma il divario fra le due formazioni è fin troppo netto. Dopo la sconfitta con l’Uruguay quindi gli azzurri staccano il biglietto per confermarsi  ancora fra le prime otto formazioni al mondo come ad Espinho 2015 e Bahamas 2017. Ora nel prossimo incontro dei quarti ci sarà da vedersela o contro il  Giappone di Ozu  o con la Svizzera di Dejan Stankovic ma ci sarà da aspettare che si concludano le gare dei due gironi per scoprire gli incroci precisi e l’avversaria degli azzuri che torneranno comunque in campo per i quarti Giovedì  28 Novembre.

Italia : Del Mestre,  Chiavaro,  Corosiniti, Gentilin, Frainetti, Marinai, Ramacciotti,  Percia Montani,  Zurlo, Gori,  Palmacci, Carpita.

Marcatori: Gori (5), Zurlo.

Foto: Fifa.com

 

World cup: Italia battuta 4-3 dall’Uruguay . Ora serve la vittoria col Mexico per passare ai quarti.

World cup: Italia battuta 4-3 dall’Uruguay . Ora serve la vittoria col Mexico per passare ai quarti.

L’ Italia del beach soccer torna in campo ad Asuncion dopo la brillante prestazione e vittoria dell’altro ieri contro Tahiti. Proprio i polinesiani nella gara di giornata si sono rifatti sconfiggendo abbastanza nettamente il Mexico che fra due giorni sarà l’avversario degli azzurri nell’ultima gara del girone. La partita offre l’opportunità ai ragazzi del CT Del Duca di staccare il pass per i quarti addirittura con una giornata di anticipo se arrivasse una vittoria.
 Ad inizio gara in uno stadio finalmente gremito la squadra italiana passa subito in vantaggio con Gabriele Gori. Dopo il temporaneo pareggio uruguaiano su tiro libero, ancora Gabriele Gori a cinque dalla fine del primo tempo in rovesciata riporta avanti gli azzurri sul 2 a 1. La nostra nazionale oggi in maglia bianca nella ripresa  gestisce il gioco ma i sudamericani sono bravi a capitalizzare le occasioni che capitano da sbavature italiane.   Prima una palla persa in impostazione e poi un cambio di campo  errato che liberano la celeste in contropiede e infine su calcio d’angolo con la difesa immobile. Il risultato si ribalta e l’Uruguay allunga fino al 4 – 2 mentre gli azzurri, sfortunati, fanno collezione di pali, ben tre di fila prima che, Ramacciotti, riesca addirittura a centrare i pali avversari sia a destra che a sinistra con il suo tiro radente senza che il pallone entri in rete. E fanno cinque.
Il finale di gara è una rincorsa italiana al pareggio ma i sudamericani si difendono con ordine. Gori a pochi secondi dalla fine scarica un tiro libero sotto la traversa e accorcia il divario ma il tempo che resta non basta per rientrare in partita e l’Uruguay si aggiudica il match ed i tre punti. La sconfitta non permette all’Italia il passaggio del turno e per questo sarà necessario ora battere  a tutti i costi lunedì il Mexico.

Italia : Del Mestre, Corosiniti, Gentilin, Marinai, Chiavaro, Ramacciotti, Percia Montani, Frainetti, Gori, Zurlo Palmacci, Carpita.
Marcatori: Gori (3)

Foto: Fifa.com

Il calendario delle squadre viareggine che hanno fatto la storia

Il calendario delle squadre viareggine che hanno fatto la storia

IL CALENDARIO BENEFICO 2020  DI ‘ORGOGLIO BIANCONERO’

Dodici foto storiche di squadre viareggine – calcio, beach soccer, pallavolo, hockey in line e ginnastica; basket e hockey su pista maschile e femminile – che hanno fatto sognare la città, regalando straordinarie emozioni: foto di ieri (lontano) e molto più recenti. E’ il contenuto del calendario (‘fratellino’ minore del libro pubblicato lo scorso) realizzato dall’associazione culturale ‘Orgoglio Bianconero’, nata per celebrare i primi cento anni di calcio in città e per recuperare dall’oblio vicende sportive poco conosciute. Come per la precedente opera, l’eventuale utile dell’iniziativa – il calendario si può avere con offerta minima di cinque euro – verrà destinato per sostenere le cure che la piccola Jo (la bambina di Tirrenia per la quale è in corso una grande mobilitazione anche da parte degli Ultras del Viareggio) dovrà affrontare nei prossimi mesi.
IL CALENDARIO, realizzato con il sostegno e la collaborazione della tipografia L’Ancora, dei fotografi Paolo Mazzei e Aldo Umicini e delle società che hanno fornito diverse foto comprende le immagini del Viareggio vincitore della campionato di serie B nella stagione 1932-33 e del 2005-2006 (la stagione del triplete) oltre al fotone dei giocatori che nel giugno scorso hanno preso parte alla ‘Partita del Centenario’; la prima squadra del Cgc (una selezione versiliese) che ha preso parte all’edizione numero 1 della Coppa Carnevale nel 1949; il Viareggio Beach Soccer campione d’Europa nel 2016 (vincitore dello scudetto e della Coppa Italia); il Cgc hockey su pista campione d’Italia, il Tenniski Viareggio di hockey in line scudettato nel 1996; il Vela Basket degli anni ’50; la Pallacanestro femminile Viareggio promosso in A2 nella prima metà degli anni 2010; il Cgc Pallavolo femminile Volvo Penta promosso in serie A1 a metà degli anni ’70; la Ginnastica Motto promossa in serie A1 nel 2011 e l’Spv Group femminile che ha vinto il titolo di campione d’Italia femminile nel 2008.

Fonte: Orgoglio bianconero.

World Cup. Italia travolgente all’esordio, battuta Tahiti 12-4.

World Cup. Italia travolgente all’esordio, battuta Tahiti 12-4.

La nazionale italiana di beach soccer esordisce al mondiale in Paraguay travolgendo nella gara, forse più temuta del girone, Tahiti con uno straripante 12-4. Gli azzurri ritrovano d’incanto nella Fifa beach soccer world cup tutta la forza realizzativa e si regalano una prestazione maiuscola dominando la gara con i polinesiani così tanto da far diventare facile  un confronto particolarmente difficile  contro la formazione che occupa il nono posto del ranking mondiale nonché finalista degli ultimi due tornei iridati.  Nella gara odierna con temperature equatoriali, nella  grande prestazione collettiva, a prendersi la scena ovviamente i due bomber che hanno regalato numeri di grande spettacolo e tante reti. Tin Tin Gori ne segna addirittura cinque in un solo colpo e Zurlo lo ha seguito con quattro centri.  Avvio migliore era oggettivamente difficile aspettarselo per un Italia che con la nuova e maglia verde apre positivamente la competizione: Una competizione lunga e che, con le temperature attuali del Paraguay,  sarà anche molto dispendiosa e ci sarà quindi da gestire le risorse fisiche con grande parsimonia. Italia  avrà ora un giorno di riposo per recuperare energie e poi tornerà i campo sabato per affrontare l’Uruguay, alle 23.25 ora italiana, nella seconda partita del girone.
La gara  con i sudamericani, (che hanno battuto oggi 1-0 il Mexico a un minuto dalla fine),  sarà trasmessa in diretta su Sky Sport Collection (cronaca di Antonio Nucera), in streaming sul sito web di RaiSport e in differita alle 00.30 sempre su Raisport.

ITALIA-TAHITI 12-4 (4-2; 3-1; 5-1)
Italia: Del Mestre, Carpita, Corosiniti, Frainetti, Chiavaro,  Marinai, Ramacciotti, Josep Jr, Percia Montani, Palmacci, Zurlo, Gori. CT. Del Duca

Tahiti: Torohia, Beo, Angel, Teriitau, Taiarui, Chan-Kat, Tepa, Li Fung Kuee, Tavanae, Tehau, Labaste, Salem. CT. Benneth
Arbitri: Moraes (Bra), Romo (Arg), Hassan (Mas ),

Reti:  Gori (5), Zurlo (4), Corosiniti (2), Percia Montani (I).

Foto: Fifa.com