• Benvenuti nel sito del Viareggio Beach soccer.
  • CAMPIONI D’EUROPA NEL 2016
  • CAMPIONI D’ITALIA NEL 2016
  • Vincitori DELLA Coppa Italia NEL 2012 e NEL 2016
  • Vincitori della Supercoppa italiana NEL 2018
  • …a casa mia c’e’ tutto !!!
  • MATTEO VALENTI BEACH STADIUM VIAREGGIO
  • Email sito : viareggiobeachsoccer@libero.it
  • TUTTE LE NOTIZIE SUL BEACH SOCCER
  • VIAREGGIO BEACH SOCCER
Convocati gli azzurri in vista delle qualificazioni ai Beach Games.

Convocati gli azzurri in vista delle qualificazioni ai Beach Games.

Prosegue la preparazione della Nazionale di Beach Soccer. Il Ct Emiliano Del Duca ha convocato 15 giocatori per il raduno che si terrà a Terracina da domani, martedì 30 aprile, fino a domenica 5 maggio. Nell’ultimo giorno dello stage, il selezionatore comunicherà i nominativi dei dodici beacher che prenderanno parte alla fase di qualificazione europea ai World Beach Games.

Dal 9 al 12 maggio la Nazionale sarà impegnata a Salou (Spagna). Il primo avversario degli Azzurri sarà la Grecia, nella gara valida per i sedicesimi di finale, in programma giovedì 9 maggio alle ore 13.30.

L’elenco dei convocati

Portieri: Alessio Bettini (San Miniato Basso), Andrea Carpita (Urbino Taccola Uliveto), Simone Del Mestre (Pro Gorizia);
Difensori: Gregorio Altobelli (Itri), Alfio Chiavaro (Licata), Francesco Corosiniti;
Esterni: Alessio Frainetti (Real Terracina), Michele Di Palma (Sporting Bozzano), Gentilini Josep Junior, Simone Marinai, Pietro Angelo Palazzolo (Pedara Calcio), Paolo Palmacci (Nuovo Latina Isonzo);
Attaccanti: Gabriele Gori (Castelnuovo Garfagnana), Emmanuele Zurlo, Marcello Perciamontani (Sersale).

Staff – Commissario tecnico: Emiliano Del Duca; Capo Delegazione: Massimo Agostini; Dirigente Accompagnatore: Ferdinando Arcopinto; Assistente Allenatore: Michele Leghissa; Preparatore Atletico: Paolo La Rocca; Preparatore dei Portieri: Antonino Nosdeo; Medico: Marco Scrivano; Fisioterapista: Enrico Matera

Fonte: Figc.itr

Viareggio BS:  rientra Alessandro Remedi.

Viareggio BS: rientra Alessandro Remedi.

Il direttore sportivo Giacomo Lippi ha completato in queste ore l’accordo per riportare Alessandro Remedi in bianconero.

Il giocatore che pareva in un primo momento aver rinunciato a disputare, per impegni di lavoro, la prossima stagione di gare, sembra ora essere ritornato sui propri passi ed aver dato la propria disponibilità a far par parte del team di Stefano Santini anche per il 2019.

Alessandro Remedi  ventisettenne classe 1992 nelle oltre  settanta gare in bianconero ha messo a segno 58 reti dando il proprio contributo  alle vittorie del Triplete 2016 e della Supercoppa 2018 Ha all’attivo anche tre presenze  con la nazionale italiana di beach soccer.

Definiti gli organici della Serie A 2019.

Definiti gli organici della Serie A 2019.

Il Dipartimento Beach Soccer, nella riunione svoltasi in data odierna, ha deliberato all’unanimità la costituzione dell’organico del Campionato di Serie A di Beach Soccer Poule Scudetto, mediante l’ammissione delle seguenti dieci Società, elencate in ordine alfabetico:

1. A.S.D. CANALICCHIO CATANIA BEACH SOCCER
2. A.S.D. CATANIA BEACH SOCCER
3. A.S.D. ECOSISTEM B.S. CATANZARO (già CATANZARO SOCCER)
4. A.S.D. LAMEZIA TERME BEACH  SOCCER
5. A.S.D. NAPOLI BEACH SOCCER
6.A.S.D. SPORT CLUB PALAZZOLO
7. A.S.D. PISA BEACH SOCCER
8. S.S.D. SAMBENEDETTESE BEACH SOCCER A.S.D.
9. BEACH SOCCER TERRACINA A.S.D.
10. A.S.D. VIAREGGIO BEACH SOCCER

Nella stessa riunione il Dipartimento Beach Soccer ha deliberatola costituzione dell’organico del Campionato di Serie A di Beach Soccer Poule Promozione, mediante l’ammissione delle seguenti dieci Società, elencate in ordine alfabetico:

1. A.S.C.D ATLETICO LICATA
2. A.S.D. BARI BEACH SOCCER
3. A.S.D. CAGLIARI BEACH SOCCER (già VILLASIMIUS B.S.)
4. A.S.D. CITTADI MILANO
5. A.S.D. GENOVA BEACH SOCCER 2013
6. A.S.D. NONAME NETTUNO
7. A.S.D. ROMAGNA BEACH SOCCER
8. A.S.D. SICILIA BEACH SOCCER
9. S.S.D. VASTESE BEACH SOCCER 2014
10. VIRTUS ENTELLA BEACH SOCCER (già SOCCER FRIENDS)

Con Comunicato Ufficiale di successiva pubblicazione, il Dipartimento di Beach Soccer renderà noto il Calendario delle gare di Campionato di entrambi le Poule e della Coppa Italia, nonché confermerà luogo di svolgimento e date delle tappe.

Da Comunicato Ufficiale L.N.D. n. 264(1/BS) del 20Marzo 2019.

Foto VBS : 2.000.000 di visualizzazioni !!!

Foto VBS : 2.000.000 di visualizzazioni !!!

Hanno toccato la ragguardevole cifra di 2.000.000  le visualizzazioni del nostro archivio fotografico. Dal 10 Giugno 2010 abbiamo inserito, senza nemmeno rendercene, conto quasi 45000 immagini anzi 44944,  ad oggi, per essere precisi che raccontano la storia del Viareggio Beach Soccer, del Beach Stadium e di tutti i suoi eventi e di dieci anni di attività sportiva nel beach soccer sia per quanto riguarda i campionati, le coppe ed anche per  la squadra azzurra. Una cavalcata di un decennio che può essere ripercorsa cliccando su   e sfogliando il nostro album fotografico con le migliaia di foto a disposizione.
Per informazione la foto più cliccata  in questi anni non è una foto di beach soccer ma di beach volley….. Questa a fianco:
Grazie a tutti quelli che, in questi anni, sono venuti a visitarci sulle nostre foto.

International Burla beach Cup

International Burla beach Cup

Si svolgerà il 20 21 e 22  Settembre prossimo  la seconda edizione del Burla Beach Cup. Il torneo internazionale di Ultimate Fresbee che lo scorso anno ha riscosso un grandissimo successo con la partecipazione di squadre provenienti da tutta Europa.

Il torneo che è di grande spettacolarità e quindi piacevole anche per gli spettatori improvvisati del fine estate e presenti sull’arenile per l’ultima tintarella, anche nel 2019 si giocherà sulla spiaggia del Matteo Valenti Beach Stadium di Viareggio al Bagno Flora.

Per l’edizione prossima sono previsti oltre 40 teams e molti di questi  hanno già formalizzato  la loro adesione con diverse squadre provenienti dal Nord Europa. Un evento importante per gli organizzatori e un motivo in più anche dal punto di vista turistico per la città di Viareggio..

 

La lunga intervista a Stefano Santini prima dell’inizio dell’attività.

La lunga intervista a Stefano Santini prima dell’inizio dell’attività.

Cosa aspettarsi dal 2019?
Mi aspetto di continuare a crescere e a far crescere il ns progetto nato nel 2005 quattordici anni fa con il torneo in memoria di Matteo Valenti e proseguito l’anno dopo con il Beach Stadium a lui intitolato ed un movimento che dal 2010 è diventato una squadra, la nostra, un progetto che ha visto crescere i nostri ragazzi che, quest’anno ,hanno raggiunto un sogno quello di vincere un europeo con la nazionale italiana e come club in questi anni di vincere tutto quello che c’era da vincere. Quest’anno, migliorarci vuol dire curare ogni minimo dettaglio nella nostra organizzazione con le cose che magari abbiamo trascurato in passato e dobbiamo per migliorare curare anche il dettaglio partendo dalle piccole cose.  Ci proponiamo di farlo  come squadra, come società e come staff e di farlo dalla A alla Z.
Novità per quest’anno?
Si, nel consiglio direttivo quest’anno sono entrate due figure importanti, due persone che da tempo seguono la squadra Stefano Cinquini e Stefano Sani due persone che si sono unite a noi in questi anni e quest’anno abbiamo voluto fortemente che facessero parte del direttivo per creare quel legame fra società staff e squadra che serve appunto per curare quei dettagli che riteniamo opportuno.
Come si rinnova la squadra
La squadra si rinnova semplicemente inserendo tre stranieri nuovi, nel senso che l’ossatura degli italiani resta la stessa salvo le vicissitudini di chi per lavoro non potrà essere presente ma ad oggi non abbiamo ancora la certezza di questo e mi auguro che chi con noi ha fatto la storia posa proseguire anche se dobbiamo accettare anche  chi sceglie la strada del lavoro perché, è normale che poi arrivati ad un certo punto si possa anche per necessità dover rinunciare a quel tanto che si è creato. Però si riparte dalla nostra ossatura si riparte dalla squadra che vede in porta Andrea Carpita che è il portiere della Nazionale insieme a Gabriele D’onofrio e a Cipriani che ha integrato i nostri due giocatori che sono ormai con noi, Andrea da sempre e Gabriele da cinque anni, e ci darà in caso di defezioni quella tranquillità nel poter affrontare più competizioni. Poi si riparte da dei giovani che sono cresciuti e anche tanto come Minichino
Gemignani, Cinquini e Capo quest’anno sicuramente passo dopo passo stanno salendo e si stanno inserendo in una squadra dove, non è facile trovare spazio, ma loro piano piano, con calma, e con la voglia
di allenarsi in questi anni hanno dimostrato l’attaccamento e quindi piano piano cresceranno da questo punto di vista. Si parte dalle solidità di chi come Marco Pacini è con noi da tempo e che ci da
l’opportunità comunque sia, oltre la sua esperienza, di essere un veterano della squadra.
Abbiamo il capitano Simone Marinai che è con noi da sempre e da sempre veste quella fascia ed oltre ad essere diventato Campione d’Europa con la nazionale italiana sa benissimo come portare alto il nome della nostra squadra, della nostra società e cosa trasmettere ai nuovi giocatori.
Abbiamo Gabriele Gori ancora con noi, e questo è un grande orgoglio, perché, in tanti anni, avrebbe potuto scegliere tante squadre invece continua a rimaner con noi, lui è l’attaccante più forte al mondo e quello che ha segnato più gol nella storia, Campione anche lui d’Europa con la nazionale italiana ed in mezzo a questa ossatura abbiamo inserito tre stranieri che quest’anno potessero fare la differenza.
Abbiamo scelto quello che per noi a oggi rappresenta il simbolo di questo sport, Bruno Xavier su di lui come giocatore non si discute ma quello che volevamo era un leader in campo e questo penso che non
sia in discussione dovremo solo cercare di lavorare, di ascoltare e di integrare gli allenamenti insieme a quello che lui ci insegnerà e sicuramente non potranno altro che crescere tutti quelli intorno a lui.
Per quanto riguarda il reparto offensivo abbiamo deciso di inserire un campione come Dejan Stankovic
Perché, proprio lo scorso anno ci siamo trovati nelle finali a dover giocare senza Gabriele Gori e ovviamente non possiamo permetterci di arrivare in fondo al campionato e giocare on una squadra senza un giocatore che possa fare la differenza la davanti. In questo caso non abbiamo badato a pensare quale fosse la soluzione migliore ma abbiamo pensato a quello che dopo Gabriele Gori secondo me oggi è l’altro miglior attaccante al mondo. E poi ovviamente abbiamo integrato un giocatore che potesse darci quell’estro e quella fantasia e sopra tutto saltare l’uomo o rompere gli equilibri in campo nei momenti quando le partite sono equilibrate, come comunque saranno quest’anno con le squadre più importanti Catania, San Benedetto, Terracina ma tantissime altre, quest’anno è un campionato equilibrato ed abbiamo cercato un giocatore che potesse un pò rompere gli equilibri ed abbiamo pensato che Lucas fosse il giocatore ideale e farà parte di questa rosa.
In mezzo a tutto questo ci auguriamo che due campioni come Dario Ramacciotti e Jeky Valenti possano comunque trovare una soluzione a quello che ad oggi, il lavoro, gli impedisce di essere insieme a noi
Lo staff?
Lo staff è riconfermato in blocco c possso dire che da quest’anno inizia farsi sentire il lavoro del nostro direttore sportivo Giacomo Lippi entrato in punta di piedi nel 2018 che oggi sta curando i dettagli sia nella costruzione della squadra e dello staff e sia nel creare un ambiente sempre più professionale. Con me, al mio fianco ci sarà Massimo Belluomini che, oltre ad essere con me da sempre nel beach, è stato tanti anni con me nel calcio, lavora con me, siamo amici nella vita e con lui penso di avere il partner sportivo ideale . Il nostro preparatore atletico, Andrea Ferrari, che lo scorso anno si pensava potesse essere meno presente ed invece ci ha garantito, come negli anni che abbiamo raggiunto i più grandi risultati, che sarà presente, di lui non posso che dire che è un grande professionista e spero che riesca ad essere presente perché, la sua presenza è importante e fondamentale. Lo staff dei portieri aumenta l’organico perchè, oltre ad Emiliano Diridoni che anche lui per lavoro tante volte può non essere presente, proprio per curare il dettaglio, avevamo bisogno di un altra figura che potesse sostituirlo e garantirci di fare quei doppi allenamenti e, con Enrico Botta, abbiamo trovato una persona seria, disponibile che ha anche esperienza perché, con La Lazio ha fatto un anno importante per inserirsi nel mondo del beach soccer. dal punto di vista medico abbiamo lo storico dottor Petri e poi sul campo tutti i giorni due professionisti come Marco Bertolani che da quattro anni è con noi e Gianni Vania che sono due   garanzie perché, lo hanno fatto a livello professionistico nel calcio sia per quanto riguarda la cura e la prevenzione degli infortuni ma anche per quanto riguarda il recupero degli atleti. Sono due persone che fanno la differenza . Questo è il mio staff di cui vado orgoglioso e mi sarà utile per curare ogni minimo dettaglio, sarà una stagione che se vogliamo essere una delle 4/5 squadre da battere non dobbiamo pensare di
essere più forti degli altri ma dobbiamo diventarlo curando il dettaglio, per diventare fastidiosi per tutti.
Per chiudere parliamo del beach Stadium?
Il beach stadium dedicato alla memoria di Matteo Valenti per il terzo anno sarà al bagno Flora e tutto ruoterà intorno alla tappa di Serie A ed al torneo in memoria di Matteo ma poi integreremo in calendario tutti
gli altri eventi.

Si chiude l’Intercup 2019. Vince la Russia.  Italia terza battendo il Delta 5-3.

Si chiude l’Intercup 2019. Vince la Russia. Italia terza battendo il Delta 5-3.

 

 E’ il momento dei saluti a San Pietroburgo  dove con l’ultima gara in programma per la nazionale italiana di beach soccer si è conclusa la Intercup 2019 in Russia, il torneo scelto dagli azzurri per prepararsi ai prossimi eventi della stagione. L’ultima gara, dopo la sconfitta e la bellissima gara di ieri contro il Kristall, era la finale terzo e quarto posto che i ragazzi di Del Duca hanno onorato nel migliore dei modi portando a casa un buon terzo posto e mettendo in mostra, oltre a tante conferme,  il nuovo arrivato in casa azzurra il diciannovenne Josep Gentilin Junior che ha sicuramente ben impressionato in questa competizione anche  in considerazione della sua giovane età.
Considerato che la preparazione in questo momento per la formazione italiana è appena all’inizio crediamo che il CT e lo staff  possano essere sicuramente contenti di quanto visto in Russia.
C’era curiosità invece per vedere se nella gara di oggi arrivavano  anche con il Delta nuove conferme.
La cronaca della gara racconta di un avvio ancora sbagliato degli azzurri  come  accade spesso e su questo ci sarà da lavorare. In questo caso forse causato anche dalla doppia inattesa defezione sia di Gabriele Gori che di Alfio Chiavaro entrambi appiedati dal giudice durante il riscaldamento pre gara con le sanzioni che non si sono azzerate nella fase finale al contrario di quello che  accade in tutte le altre manifestazioni. Detto dell’avvio difficile, la gara a fine primo tempo faceva segnare il vantaggio del  Delta per 2  a 0.

Nella ripresa, poco dopo metà  tempo, serve il gran tiro di Gentilin, una bomba dalla distanza,  a dare la scossa ai ragazzi di Del Duca che piano piano ritrovano grinta e gioco.

Il terzo tempo  inizia male con il Delta che allunga sul 3-1 ma gli azzurri sono in partita. Ci riesce subito Palazzolo ad accorciare le distanze dopo uno scambio ravvicinato con Palmacci. Poi Michele di Palma trova il suo primo gol della competizione e rimette le cose in perfetta parità.
 Sale quindi sugli scudi Palmacci che,  prima si inventa una rovesciata da lontano sulla quale il portiere russo non prova nemmeno la parata, poi confeziona un assist cioccolatino per la testa di Zurlo che mette dentro chiudendo definitivamente la sfida sul 5-3 azzurro.

Delta Saratov :Andreev, Barsukov. Basov, Vinogradov,  Gaishunov, Ermakov, Zaharov,Pankratov, Peletskiy, Peremitin, Soldatov, Tagiev All.  Abkal
 Italia: Carpita.  Corosiniti, Palazzolo, Frainetti, Marinai, Di Palma , Gentilin, Palmacci,  Zurlo,  Del Mestre. All. Del Duca
 Marcatori: Gentilin, Palazzolo, Di Palma,  Palmacci, Zurlo

Il titolo finale è andato alla Russia che ha battuto la squadra di Schirinzi. Il Kristall è partito molto bene  portandosi in vantaggio ma, nel finale di gara, complice forse anche la gara all’ultimo respiro con gli azzurri di ieri, ha ceduto nettamente specie dal punto di vista fisico agli avversari.

Il nazionale russo Shishin del Kristall MVP del torneo, Gabriele Gori ha vinto, nonostante l’assenza in finale, anche in questa competizione la classifica dei cannonieri chiudendo con un bottino di 11 reti in quattro gare davanti al compagno di squadra Zurlo con 9 centri.
 A Simone Del Mestre il premio quale   miglior portiere del torneo.

Gli azzurri si prenderanno ora  un breve periodo di riposo e poi torneranno in preparazione per le prossime gare di maggio con  le qualificazioni agli Anoc World Beach Games in California del prossimo autunno per i quali ci sarà da trovare uno dei posti a disposizione  ed essere una delle quattro (o cinque  con lo spareggio) squadre europee al via della competizione.
Le qualificazioni saranno in Spagna a Salou con la prima gara in programma il prossimo 9 maggio ed in quel momento ci sarà di essere davvero pronti.

Foto: Official Intercup Stpetersburg

Tutte le notizie sulla Nazionale italiana di beach soccer  cliccando nella Home page del sito su:

Semifinale Intercup 2019. Semaforo rosso per la finale ma grandissima Italia. Vince il Kristall 7-6 all’Extra time.

Semifinale Intercup 2019. Semaforo rosso per la finale ma grandissima Italia. Vince il Kristall 7-6 all’Extra time.

Partita difficilissima quella odierna contro la più forte formazione di Russia, maggiormente avanti con la preparazione essendo ormai in competizione con le proprie attività ormai da tempo. Basta scorrere i nomi dei giocatori avversari per capire che la corrazzata sovietica è tutt’altro che  una formazione di club ma una di concorrente di livello mondiale.
La cronaca.
La partenza di gara per i ragazzi di Del Duca è di quelli da farsi tremare le ginocchia. Pronti via e Poporotny segna, Gli azzurri si affacciano in avanti e sulla ripartenza del Kristall arriva il raddoppio di Zharikov. La nazionale italiana non ingrana e solo Gori riesce a tenerla in piedi accorciando le distanze con un tiro libero che si infila nel sette.
Il minimo vantaggio dura poco perché Aksenov riporta subito il Kristall sul +2. E’ ancora Tin tin a riportare in partita gli azzurri mettendo in rete in rovesciata un fallo laterale di Gentilin.
Sul 3-2 si chiude il primo tempo.

Nella ripresa è ancora il Kristall ad allungare  con Zharikov poi è Britsthel a beneficiare di un tiro libero ma Carpita para  etiene a galla gli azzurri. L’Italia che sembrava in difficoltà col passare dei minuti prende più fiducia e la partita diventa equilibrata. Marinai va al in rovesciata ma la palla sbatte sulla traversa e sul brivido per i russi si chiude il tempo.

La terza parte di gara è un vero e proprio spot per il beach soccer con due squadre che si affrontano in una partita vera e con l’agonismo che cresce minuto per minuto. Marinai si procura un penalty e con un destro secco trasforma il rigore del 4-3 per la Russia. Sul fronte opposto il rigore per il Kristall calciato da Bristhel è respinto da Del Mestre. Ma gli azzurri ci sono. Marinai rovescia per Gori che a sua volta rovescia in rete l’azione capolavoro del 4-4 da applausi. Poi  è Frainetti che porta in vantaggio gli  azzurri trasformando con un destro potente  il suo tiro libero guadagnato con un azione caparbia.
Pochi secondi per gioire del vantaggio. L’Italia si scopre e Bristhel lanciato con un diagonale fredda Del Mestre. 5-5
Manca poco alla fine  Corosinti beneficia ancora di un rigore per l’Italia. Il matche ball del capitano purtroppo finisce al lato. Poporonty, ha a sua volta un tiro libero decisivo per i russi ma Del Mestre si esalta e devia in angolo.

Serve l’extra time per vedere chi vince e le coronarie ben efficienti.
Passa un minuto  e russi in vantaggio. E’ ancora Zharikov  che rimette avanti i suoi.  La gara è entusiasmante ma l’Italia non molla e gli azzurri trovano il pareggio il minuto dopo con Zurlo bravo a  deviare di testa il tiro di Del Mestre. 6-6 Tutto da  decidere.
Gori ci riprova in rovesciata ma la conclusione di Tin tin viene respinta sulla linea di porta da un avversario a portiere battuto. L’azione successiva Marinai va al tiro di sinistro e la palla viene ancora respinta dalla seconda traversa colpita dal bianconero.
Sull’ultima palla dell’incontro da angolo Shishin gira in rete il gol sul filo di sirena che vale la finale per il Kristall.
di Schirinzi.
Peccato per il risultato ma soddisfazione per un gruppo che sembra confermarsi e fa capire di esserci anche per la prossima stagione.
Domani ancora in campo per la finale 3° 4° posto contro il Delta che nel pomeriggio ha perso 7-6 con la Russia, inizio gara  alle 12,30 italiane le 13,30 di  San Pietroburgo. Mentre per il 1°/2° posto il Kristall se la vedrà con la Russia alle 14,00 italiane anche se, la sensazione è che la vera finale del torneo sia stata quella di oggi degli azzurri e Kristall.

Italy — Kristall (Saint-Petersburg) 6:7
Kristall: Aksenov, Brishtel, Zharikov, Iljinskiy, Kartashov, Krasheninnikov , Ostrovskiy , Paporotniy , Remizov,
Romanov, Chuzhkov, Shishin
Italia : Carpita.  Corosiniti, Chiavaro, ,Palazzolo, Frainetti, M arinai, Di Palma , Gentilini, Palmacci,  Zurlo, Gori, Del Mestre. All. Del Duca
Marcatori : Gori 3, Marinai, Zurlo, Frainetti.

Foto: Official intercup.spb

Tutte le notizie sulla Nazionale italiana di beach soccer cliccando nella Home page del sito su:

Intercup: Italia – Delta 4-1 e domani le semifinali del torneo  con gli azzurri.

Intercup: Italia – Delta 4-1 e domani le semifinali del torneo con gli azzurri.

Terza ed ultima gara di qualificazione questo pomeriggio al Centro Dynamite disputata dagli azzurri nella Intercup di san Pietroburgo.  Dopo il netto 10 a 0 con cui il Kristall ha liquidato il Krylia di Sovetov sono ormai note le quattro semifinaliste del torneo.  Accedono infatti al turno successivo, la Russia, il Kristall, il Delta che oggi sarà l’avversario dell’Italia e  propiro gli azzurri.
Partita del pomeriggio quindi utile solo per capire chi sarà l’avversario di domani per il team di Del Duca e per trovare la necessaria condizione per i prossimi impegni.
L’impegno contro il Delta di Saratov si riduce ad una passerella che gli azzurri vogliono  onorare ed inizia con i giochi che si aprono ancora grazie a Gabriele Gori che di testa gira in rete il tiro di Del Mestre. Lo stesso Tin Tin potrebbe raddoppiare ma il portiere respinge il tiro. Sui primi cambi di Del Duca arriva il raddoppio . Emmanuele Zurlo di procura un rigore che con un tiro secco trasforma. La stessa cosa non riesce a Di Plama il cui penalty viene respinto da Andreev. Il tempo si chiude con un tiro di Marinai che tocca la traversa e si spegne sul fondo.

Nella seconda parte di gara aumenta  il bottino azzurro ma solo dei pali prima con Gori che centra la traversa e poi con Carpita il cui tiro sbatte sul palo. Poi finalmente ancora Gori si conquista un rigore che piazza proprio all’incrocio. 3-0. Con il rislutato al sciuro il ritmo cala e ne approfittano i giocatori di Saratov che per tre volte vanno al tiro libero, con Soldatov e anche con il nazionale Perimitin  ma in tutti i casi Andrea Capita è attento, vola e respinge.

Il terzo tempo degli azzurro si apre con il gol di Zurlo che su iro libero spiazza il portiere russo.  Prima della fine della gara il Delta trova il giusto gol della bandiera con Vinogradov  poi sul tiro libero di Palmacci respinto dal portiere si chiude l’incontro.

Italia – Delta 4-1 e gara in archivio con gli azzurri che chiudono a punteggio pieno con tre gare disputate 21 gol realizzati e cinque subiti.
Domani si passa alle semifinali con il livello della competizione che si alza  e con Gabriele Gori che per il momento si presenta alla fase finale  guidando la   classifica dei cannonieri del torneo.

Italia : Carpita.  Corosiniti, Chiavaro, ,Palazzolo, Frainetti, Marinai, Di Palma , Gentilini, Palmacci,  Zurlo, Gori, Del Mestre. All. Del Duca
Delta Saratov :Andreev, Barsukov. Basov, Vinogradov,  Gaishunov, Ermakov, Zaharov,Pankratov, Peletskiy, Peremitin, Soldatov, Tagiev All.  Abkal

 

Marcatori  Gori 2, Zurlo 2
 Nell’altra gara del girone azzurro  la Turchia si è imposta, in una gara molto equilibrata, sull’ Alliance per 5-3 chiudendo così al terzo posto.

Queste le semifinali di domani pomeriggio:
ore 13,30 (12,30 italiane) Italia – Kristall
ore 15,00 (14,30 italiane) Russia – Delta

Official Foto : Intercup2019 StPetersburg

Tutte le notizie sulla Nazionale italiana di beach soccer cliccando nella Home page del sito su: