Ma che fanno d’inverno i bianconeri della VBS ?

Ma che fanno d’inverno i bianconeri della VBS ?

Li abbiamo lasciati pochi giorni fa i protagonisti delle scorribande sulla sabbia dopo che, questa estate, erano tutti insieme nel Viareggio Beach Soccer, ad allenarsi e sudare al Beach Stadium Matteo Valenti.
Ora, che ci si appresta a trascorrere un lungo inverno, i ragazzi del muraglione prendono ovviamente strade molto diverse e spesso anche incrociate fra loro.
Vediamo cosa già fanno, o faranno, i giocatori bianconeri, una volta abbandonata definitivamente la sabbia, nella prossima stagione delle…..piogge e del freddo.

Niente calcio (per ora… ) per il tecnico del Viareggio Beach Soccer  Stefano Santini che chiusa la parentesi del beach soccer tornerà in gara e non smetterà di competere ma questa volta solo nel campionato di Pulilava e Folletto per gestire la sua “squadra”.

Simone Santini, dopo aver concluso la trafila  nel settore giovanile del Viareggio calcio, secondo le ultime notizie che circolano, potrebbe accasarsi in una delle formazioni versiliesi in seconda  categoria, probabilmente proprio la Torrelaghese ma… solo una volta chiuso il bar del Beach Stadium.
Di Andrea Della Casa non ci sono ancora pervenute notizie certe mentre il bianconero volante Giacomo Jeky Valenti si sta allenando in autonomia ma è ancora indeciso sulla prossima destinazione.
Gli altri si sono ormai tutti praticamente accasati e sono in piena attività, non con la sabbia sotto i piedi ma con i tacchetti sotto le scarpe.
Vediamo dove.

Dario Ramacciotti sarà  per il terzo anno consecutivo il  Presidente (si dice non giocatore….mah) della ASD Torrelaghese calcio che milita nel campionato di  Seconda  categoria e che  tenterà, di nuovo, l’assalto alla categoria superiore  ( sfuggita all’ultima giornata  di campionato lo scorso torneo).
Lo farà avvalendosi delle prestazioni calcistiche di ben tre beachers della VBS  , il difensore centrale arcigno nonché  capitano della formazione giallo viola Marco Pacini dell’altro difensore  esterno Michele  Gemignani  e del  centrocampista Luca Barsotti tutti confermati in riva al  Lago caro al maestro Giacomo Puccini.
Emiliano Diridoni,  il preparatore dei portieri del Viareggio BS, sarà dietro al bancone del buffet della stazione fra cappuccini e brioches ma con i guanti nascosti nel cassetto pronto ad indossarli se servisse un “giovane  di esperienza”  in corso di campionato.

Dopo l’anno di sosta, ed aver ottenuto la Laurea, tornerà ad indossare gli scarpini  e sarà uno dei centrocampisti del CGC Capezzano Pianore in Prima categoria, anche Simone Marinai che , oltre a fare il calciatore, farà l’allenatore degli Esordienti ed il preparatore atletico nel settore giovanile della stessa società e dove si ritroverà con  il tecnico in seconda del Viareggio Beach soccer, Massimo Belluomini, che,  oltre a disimpegnarsi anche lui con il l Folletto,  sarà il tecnico dei Giovanissimi nel settore giovanile della società di Capezzano.

Molto nutrito è invece  il  gruppo di viareggini che sono   in forza alla squadra principale della Città di Viareggio e che quindi, il bianconero,  se lo portano cucito sulla pelle praticamente per tutto l’anno.

Nel Viareggio 2014 che gioca in quarta serie, confermato   fra  i pali della porta (molto più grande di quella sulla sabbia…),  ci sarà Andrea Carpita che non si limiterà a fare il giocatore ma sarà anche il preparatore dei portieri del ragazzini del settore giovanile.
Oltre a lui in  bianconero, nella formazione che milita nel girone E della Serie D,  ci saranno,  in  un centrocampo dei tirrenici  praticamente targato…. “muraglione”  ancora i due  confermati Stefano Marinai e Davide Minichino.

Scelta di cuore invece per Gabriele “Taison” D’Onofrio, l’altro estremo difensivo della Viareggio Beach Soccer che, nonostante le molte offerte ricevute dal calcio a undici,  ha preferito restare a fare il portiere, come nella precedente stagione, con il  Versilia calcio a 5.

Daniele Cinquini, sarà anche in questa nuova annata uno dei centrocampisti  dell’ US Piano di Conca, formazione versiliese che milita nel campionato di terza categoria.

Mancherà, invece fra i bianconeri viareggini del calcio a undici, uno degli artefici della bellissima  salvezza dello scorso anno, l’esterno difensivo Gianmarco Genovali (anche lui in Folletto….) che dopo un periodo di indecisione e di soli allenamenti si è accasato  nelle ultime ore con l’ Us Castelnuovo Garfagnana, formazione di Eccellenza Toscana, dove troverà, poiché è rimasto  per “buttarla dentro”  anche in questa stagione, il confermatissimo  bomber  del muraglione Tin Tin Gabriele Gori.

Fra gli avversari dei gialloblu garfagnini verso il titolo nel prossimo campionato ci sarà  anche l’Atletico Cenaia, la formazione della provincia di Pisa nella quale milita (anche lui confermato) l’ attaccante Alessandro  Remedi.

Ovviamente terremo d’occhio per quanto possibile tutti i prossimi movimenti di mercato per tenervi informati  e, se ci saranno novità, aggiorneremo questo articolo.

Intercontinental Cup 2017 senza l’Italia.

Intercontinental Cup 2017 senza l’Italia.

Confermata a Dubai l’edizione 2017 della Intercontinental Cup che si svolgerà appunto  negli Emirati Arabi fra il 31 di Ottobre ed i 4 Novembre prossimi. La Coppa Intercontinentale, è una competizione per nazioni che assomiglia molto alla Confederations Cup del calcio a undici , con ogni confederazione rappresentata da almeno una nazione, ma sui requisiti  di ingresso non ha la stessa rigidità ed i paesi in gara non devono necessariamente essere campioni continentali.
Non ci sarà l’Italia, nel  Torneo organizzato dal Consiglio dello sport di Dubai e
 da  (BSWW) ed anche per quest’anno sponsorizzato da Samsung sostenitore dell’evento fin dalla sua origine. organizzano
L’unica partecipazione degli azzurri alla Coppa è del 2013 con  l’Italia, nel girone con Russia Brasile ed Iran. Iran e Russia si contesero il titolo in finale mentre i sudamericani superarono 7-5  all’extra time l’Italia nella finale per il 5°posto.
Nell’albo d’oro figurano tre vittorie per la Russia, due per il Brasile ed una per l’Iran. In finale oltre la Russia non è mai nessun altra formazione europea.
Questi i gironi:

Intercontinental Beach Soccer Cup 2017 draw

Group A: UAE, Egypt, Portugal, Brazil
Group B: Mexico, Iran, Paraguay, Russia

 

 

Euroleague 2017: Italia terza . Battuta la Spagna ai rigori 4-2.

Euroleague 2017: Italia terza . Battuta la Spagna ai rigori 4-2.

Si è conclusa con il 3° posto italiano l’Euro Beach Soccer League edizione 2017, il campionto europeo di Beach Soccer. La formazione del Ct Massimo Agostini torna sul podio dopo esattamente cinque anni. Era infatti dal 2012 quando alla guida degli azzurri c’era ancora Massimiliano Esposito che l’Italbeach non saliva quei gradini ed in quella occasione lo fece battendo 5-1 la Romania di Maci ma anche in quell’occasione sulla corsa al titolo ci costò cara la gara con la Russia.
Rimpianti ovviamente tanti per la sconfitta di sabato scorso contro gli ex sovietici  per 4-2 ma anche soddisfazione per un risultato tutto sommato molto lusinghiero per gli azzurri che dopo la sfortunata partenza del torneo a Nazarè hanno ritrovato d’improvviso consistenza e qualità in questa fase finale dimostarndo di reggere l’urto delle corrazzate continentali e di poter fare la voce grossa quando serve. Abbandonati i sogni del titolo gli azzurri nella finale 3° e 4° posto hanno dato vita ad una gara piacevole e di qualità che si è risolta infatti solo ai tiri di rigore.
La Spagna, non è partita nel modo migliore subendo in apertura il gol di Simone Marinai ed il raddoppio di Paolo Palmacci nei primi minuti di gioco per una gara che per gli azzurri sembrava in discesa ma poi gli iberici sono rientrati in partita acorciando il divario a fine primo tempo per poi rimettere il match in equilibrio ad inizio ripresa.
 L’ultimo tempo è serrvito solo per divertire il pubblico del gremitissimo impianto di Terracina ancora una volta all’altezza della situazione, che ha trascinato a gran voce la nazionale italiana.
Per stabilire chi potesse fregiarsi della terza piazza sono serviti i calci di rigore.
Dal dischetto Marinai ha centrato l’angolino basso e Corosiniti lo ha imitato poco dopo. Fra  i due rigori azzurri quelllo iberico di Llorenc che, tentando il cucchiaio, si è visto bolaccare il pallone da Del Mestre.
Hernandez per la Spagna ha chiuso i giochi mettendo il proprio penalty a fil di palo ma dalla parte sbagliata del montante. Palla fuori e successo azzurro senza che si battesse nemmeno il rigore successivo. Italia terza dunque mentre la Russia che aveva faticato con gli azzurri ha vinto il tiolo abbattendo il Portogallo con un allungo iniziale fino al parziale tre a zero.  Poi i lusitani nel finale di gara hanno accorciato il risultato sul 3 a 1 con la formazione russa che ha difeso fino alla fine il vantaggio con grande abilità.
L’Italia può uscire comunque soddisfatta del risultato raggiunto e delle prestazioni di tutti i suoi azzurri, dai due portieri Del Mestre e Carpita superlativi fra i pali  a tutti quelli scesi in campo per quantità e, sopra tutto, per qualità con prestazione di grandissimo livello anche per i “viareggini”  che, su un palcoscenico importante, hanno potuto mettere ancora una volta in mostra le loro qualità, offrendo sicure garanzie al CT Agostini che ormai sembra orientato a sfruttarli tutti insieme in uno dei due quartetti che si alternano sulla sabbia. Nella sezione foto del sito le immagini delle  finali:

Italia – Spagna  4 – 2 dtr (2-1; 0-1; 0-0; 0.0)

Italia: Carpita, Remedi, Di Palma, Frainetti, Marinai, Ramacciotti, Corosiniti, Zurlo, Gori, Palmacci, Del Mestre, Palazzolo. All: Massimo Agostini
Spagna: Bouzian, Hernandez, Molina, Caro, Perez, Plata Hernandez, Navarro, Llorenc Lèon, Lacarcel, Gonzalez Molina, Garcia, Sanchez. All: Alonso

Arbitri: Antonio Joaquim (POR), Ostrowski (POL), Jude (MAL), Torsten (GER)

Reti: 1’ pt Marinai (I), 6’ pt Palmacci (I), 10’ pt Llorenc (S); 12’ st Cintas Caro (S).
Tiri di rigore: Marinai (I) gol, Llorenc (S) parato, Corosiniti (I) gol, Hernandez (S) fuori

Euroleague 2017: Russia campione sul Portogallo, Italia terza.

Euroleague 2017: Russia campione sul Portogallo, Italia terza.

La Russia conquista a Terracina il titolo continentale davanti al  Portogallo secondo ed all’Italia terza sulla Spagna.
Per il torneo di promozione, la Grecia, non è riuscita a mantenere la prima divisione giungendo quarta battuta anche dall’Ungheria retrocedendo così in seconda fascia mentre sale in prima, la Turchia, che ha battuto in finale l’Estonia.

Grecia  – Ungheria 1-3 (Finale di promozione 3° posto)
Estonia – Turchia  2-4  (Finale di Promozione)

Spain – Italia 2-2  (2-4 dcr) (Superfinale  – 3° Posto )
Portogallo  Russia 1-3 (Superfinale)

Classifiche

Divisione A: 1 Russia, 2 Portogallo, 3 Itala, 4 Spagna, 5 Svizzera 6 Bielorussia, 7  Ucraina, 8  Polonia

Divisione B: 1 Turchia, 2 Estonia, 3 Ungheria, 4 Grecia, 5  Inghilterra, 6 Bulgaria, 7 Moldova, 8 Romania

Premi individuali:
Miglior portiere : Maksim Chuzhkov (RUS)
Capocannoniere : Noel Ott (Nine goals) (SWI)
MVP: Artur Paporotnyi (RUS)

L’albo d’oro degli ultimi anni:
2007 Portogallo  Francia Russia Spagna
2008 Portogallo Paesi Bassi Russia Italia
2009 Russia  Portogallo Italia Spagna
2010  Portogallo  Italia Russia  Svizzera P
2011  Russia Svizzera Portogallo Romania
2012  Svizzera Russia Italia Romania
2013  Russia  Portogallo Svizzera  Spagna
2014  Russia  Spagna Portogallo  Svizzera
2015  Portogallo  Ucraina Russia Spagna
2016  Ucraina Portogallo Russia Spagna
2017  Russia Portogallo Italia Spagna

 

Euroleague: Azzurri sfuma il titolo fra le polemiche ma la Russia ci batte ancora.

Euroleague: Azzurri sfuma il titolo fra le polemiche ma la Russia ci batte ancora.

E’ sfortunata l’Italia in quella che era in pratica la semifinale del campionato europeo in cui la formazione di Massimo Agostini paga una partenza non perfetta nel primo tempo che chiude con un parziale di due a zero per i russi ma poi gioca alla pari con gli avversari e quando la gara puo’ essere messa in equilibrio  sono le decisioni arbitrali che penalizzano gli azzurri che meriterebbero qualche attenzione in più .
Specie nel finale dove almeno tre volte gli azzurri si ritrovano a reclamare tiri liberi sacrosanti che non arrivano.
Un solo tiro libero fischiato in un intero incontro a favore dell’Italia suona un  po’ strano in una partita di beach soccer.
Cronaca Sui due gol del primo tempo per due volte servirebbe il Var che purtroppo non c’è.
Nel primo è apparso evidente dagli spalti il controllo di mano dell’attaccate sovietico e, sulla seconda segnatura difficile dire se la palla fosese entrata  o meno ma anche in questo caso il giudizio del direttore di gara è insindacabile. 2-0
Gli azzurri, dopo l’avvvio ad handicap hanno accorciato ad inizio secondo tempo con il gol  Palmacci. Poi il nuovo allungo di Romanov ed il nuovo rientro in partita degli azzurri col gol di Zurlo di testa.
Nonostante l’assenza di Gori sostituito da Palazzolo l’Italia gioca a viso aperto e prova in ogni modo a trovare la via della rete.
Ramacciotti gira di sinistro a poco dalla fine il tiro del possibile pareggio ma la palla si alza sulla traversa.
Poi del Mestre con un gran tiro trova la parte interna della traversa. La palla si abbassa, rimbalza sul portiere e finisce fuori. Arrivano in sequenza tre punizione chiare dal limite su Marinai e Palmacci ma vengono negate agli azzurri che si sbilanciano e a pochi secondi dalla fine subiscono il gol che chiude la gara e manda la Russia in finale.
Ancora la Russia avanti, come ormai accade da qualche anno per il titolo continentale, anche se questa volta la differenza di valori è apparsa ben diversa ed Italia che domani pomeriggio affronterà la Spagna nella finalina per il terzo quarto posto con il rientro di Gori.

Italia – Russia  2 – 4 (0-2; 1-1; 1-1)

Italia: Carpita, Di Palma, Frainetti, Marinai, Ramacciotti, Corosiniti, Zurlo, Palmacci, Del Mestre, Palazzolo. All: Massimo Agostini

Russia: Chuzhkov, Kryshanov, Krasheninnikov, Shkarin, Pavlenko, Paporotnyi, Kryshanov, Ostrovskii, Romanov, Nikonorov.All: Mikhail Likhachev  

Arbitri:Eduards Borisevics (LVA), Raul Gonzalez (ESP), Ago Kartmann (EST), Torsten Guenther (GER)

Reti: ‘8 pt Kryshanov (R), 10’ pt Nikonorov (R). 1’ st Palmacci (I), 9’ st Romanov (R). 5’ tt Zurlo (I),  11’ tt Romanov (R)

Italia batte la Bielorussia 6-5 ed entra fra le prime quattro d’Europa. Domani contro la Russia per un posto in finale

Italia batte la Bielorussia 6-5 ed entra fra le prime quattro d’Europa. Domani contro la Russia per un posto in finale

L’Italia vince anche nella seconda partita  della Superfinale dell’Euro Beach Soccer League alla Beach Arena Carlo Guarnieri di Terracina.
Gli azzurri di Agostini hanno battuto 6-5 la Bielorussia bissando così il successo della prima giornata sull’’Ucraina,  e, arrivando a quota sei punti ed entrando di diritto fra le prime quattro formazioni continentali prima della gara con la Russia che in caso di successo ci porterebbe in finale.
Infatti anche la fortissima formazione guidata da Mikhail Lickaev  è  a punteggio pieno  grazie alla vittoria sofferta  per 4 – 3 contro l’Ucraina con un finale di partita incandescente con i gialloblu ucraini che possono recriminare per due decisioni arbitrali a pochi secondi dalla fine della gara discutibili e  che hanno riaperto la partita ai russi fino a quel momento in svantaggio.

Tornando alla gara degli azzurri, oggi, è stata la Bielorussia, mettendo davvero forza ed agonismo acceso a passare subito in vantaggio, poi,  dopo il pareggio di Gori a metà primo tempo il pesante allungo avversario fino al tre a uno che pareva compromettere l’incontro. La squadra italiana non ha però lesinato di provarci. E se guerra deve essere che guerra sia, ovviamente sportivamente parlando. Gli azzurri hanno tirato fuori muscoli,  carattere e gagliardia e si sono messi nella mischia al pari degli avversari prima accorciando con Marinai nel primo tempo. Poi pareggiando con Zurlo ad inizio ripresa per poi prendere il largo con la doppietta del solito Gabriele Tin Tin Gori (tripletta per lui) e con il gol da cineteca in rovesciata di Paolo Palmacci.
Ribaltato lo svantaggio e creando l’allungo, gli azzurri, hanno poi difeso con coraggio ed una forza ritrovata il risultato nonostante l’aggressività degli avversari. Questo grazie anche alle prodezze dei portieri Carpita e Del Mestre che si sono sempre fatti trovare pronti quando la difesa non era perfetta con interventi   di grandissima qualità ed efficacia.
Solo nel finale sono arrivate le due reti bielorusse che hanno accorciato le distanze ma non sono servite per cambiare il risultato favorevole all’Italia.
Dall’aspra battaglia di oggi  resta  anche il pesante fardello di sanzioni arbitrali che i direttori di gara hanno messo a referto specie nei confronti degli azzurri che si sono spesso visti sventolare molti cartellini gialli per interventi che spesso sono apparsi al pari di quelli degli avversari rimasti impuniti.
Fra questi cartellini quello pesantissimo per Gori che domani dovrà saltare per squalifica l’incontro decisivo con la Russia. Finale di gara convulso con qualche spintone di troppo ma con una sola vincitrice l’Italia.
Domani alle 17,15 ancora in diretta su Raisport1 servirà ancora cuore, qualità e coraggio per superare l’ultimo ostacolo prima della finale, la Russia in una partita che ha il sapore dello spareggio.

Italia – Bielorussia 6 – 5 (2-3; 2-0; 2-2)
Italia: Carpita, Di Palma, Frainetti, Marinai, Ramacciotti, Corosiniti, Zurlo, Gori, Palmacci, Del Mestre. All: Massimo Agostini
Bielorussia: Makarev, Bokach, Samsonov, Miranovich, Bryshtsel, Slavutsin, Cherkasau, Savich, Kanstantsinaiu, Chaikouski. All: Nicolas Alejandro Alvarado

rbitri: Antonio Pereira (POR), Lukasz Ostrowski (POL), Raul Gonzalez (ESP), Ago Kartmann (EST).

Reti: 1’ pt Bryshtsel (B), 2’ pt Gori (I), 6’ pt Slavutsin (B), 7’ pt Savich (B), 9’ pt Marinai (I); 5’ st Zurlo (I), 8’ st Gori (I); 1’ tt Gori (I), 5’ tt Palmacci (I), 6’ tt Miranovich (B), 10’ tt Kanstantsinaiu (B),

Classifica: Italia 6 Russia 6, Bielorussia 0, Ucraina 0

Euroleague: Italia debutto travolgente 11-4 contro l’Ucraina campione d’Europa.

Euroleague: Italia debutto travolgente 11-4 contro l’Ucraina campione d’Europa.

Un’ Italia fantastica  ha travolto questo pomeriggio alla Beach Arena di Terracina l’Ucraina campione in carica nella fase finale del torneo continental.
Gli azzurri hanno subito sbloccato il risultato con la doppietta di  Gabriele Gori nei primi minuti di gioco.
Di Palma e Ramacciotti hanno poi arrotondato, per uno score parziale tutto viareggino,  il risultato. Poi ci hanno pensato Palmacci e, Zurlo  con una doppietta, a confezionare  un inatteso quanto bellissimo 7-0 di prima frazione che ha annichilito i quotati  avversari.
Gli azzurri hanno divertito il pubblico terracinese presente con una gara di grande accortezza tattica  caratterizzata da veloci ripartenze come non si vedeva da tempo.
Nei due tempi successivi il ritmo infernale è leggermente calato ma la formazione di Agostini ha continuato a condurre il gioco imponendosi alla fine con un perentorio 11-4 grazie ancora ai gol di Marinai e  Di Palma su tiri liberi ed alla nuova doppietta di Gori oltre ad alcuni strepitosi interventi di Carpita prima e Del Mestre sul finire di gara.
Le reti degli ucraini di Glutskiy. Pachev, Zborovskyi e Zavorotnyi per l’11-4 finale.
Ottimo avvio quindi e buone sensazioni in vista di domani quando gli azzurri si troveranno di fronte la Bielorussia sconfitta oggi dalla Russia per 4-1.

Italia – Ucraina  11 – 4 (7-1; 2-1; 2-2)

Italia: Carpita, Remedi, Di Palma, Frainetti, Marinai, Ramacciotti, Corosiniti, Zurlo, Gori, Palmacci, Del Mestre, Palazzolo. CT: Massimo Agostini
Ucraina: Hladchenko, Voitok, Makeiev, Panteleichuk, Pachev, Zborovskyi, Pashko, Glutskyi, Shcherytsia, Oleksii, Zavorotnyi, Sydorenko. All: Varenytsia Yevhen

Arbitri: Ago Kartmann, Amin Jude Utulu, Lukasz Ostrowski, Antonio Pereira

Reti: 1’ pt Gori (I), 2’ pt rig. Gori (I), 4’ pt Di Palma (I), 8’ pt Ramacciotti (I), 9’ pt Palmacci (I), 10’ pt Zurlo (I), 11’ pt Zurlo (I), 12’ pt Glutskyi (U); 2’ st Di Palma (I), 8’ st Gori (I), 9’ st Pachev (U); 1’ tt Gori (I), 8’ tt Zborovskyi (U), 9’ tt Marinai (I), 11’ tt Zavorotnyi (U).  .

Sotto: dli azzurri viareggini durante una pausa della gara.


Foto: VBS

Azzurri: domani esordio in Eurloleague contro l’Ucraina su Raisport1.

Azzurri: domani esordio in Eurloleague contro l’Ucraina su Raisport1.

Scende in campo domani pomeriggio a Terracina la Nazionale italiana di Beach Soccer contro l’Ucraina per la gara di esordio della fase finale del campionato europeo 2017.
Tutte le gare saranno come sempre trasmesse sul sito della BSWW in diretta streaming mentre, per le gare degli azzurri, la copertura dell’evento sarà garantita da Raisport1 che trasmetterà due gare in diretta e la gara di esordio e le finali in differita.

I gruppi della Superfinale

Gruppo 1: Portogallo, Spagna, Svizzera e Polonia
Gruppo 2: Ucraina, Bielorussia, ITALIA e Russia

Il calendario del Gruppo 2

Prima giornata (14 settembre)
Ore 14.45: Russia-Bielorussia
Ore 17.15: ITALIA-Ucraina  differita ore 20,30 su Raisport1

Seconda giornata (15 settembre)
Ore 14.45: Ucraina-Russia
Ore 17.15: ITALIA-Bielorussia diretta ore 17,00 Raisport1

Terza giornata (16 settembre)
Ore 14.45: Ucraina-Bielorussia
Ore 17.15: ITALIA-Russia Diretta ore 17,00 Raisport1

Finali (17 settembre) Differita ore 20,00 Raisport 1

L’elenco dei convocati

Portieri: Andrea Carpita, Simone Del Mestre;
Difensori: Francesco Corosiniti, Alessio Frainetti, Dario Ramacciotti;
Esterni: Michele Di Palma, Simone Marinai, Pietro Angelo Palazzolo, Paolo Palmacci, Alessandro Remedi:
Attaccanti: Gabriele Gori, Emmanuele Zurlo.

Staff:
Dirigente accompagnatore: Ferdinando Arcopinto
Segretario: Annamaria Giuliani;
Staff Tecnico: Massimo Agostini (Ct), Emiliano Del Duca, Antonino Nosdeo, Paolo Larocca; Medico: Alvise Clarioni; Fisioterapista: Enrico Matera Magazziniere: Alessandro Biasini

Foto: Figc e BSWW

 

 

Nazionale: 14 convocati per il raduno di sabato a Terracina.

Nazionale: 14 convocati per il raduno di sabato a Terracina.

Appuntamento con la Superfinal della Euroleague per la Nazionale di Beach Soccer, che dal 14 al 17 settembre sarà impegnata al lido ‘Rive di Traiano’ di Terracina nell’ultimo atto del Campionato Europeo di calcio sulla sabbia. Dopo aver chiuso al 6° posto l’edizione disputata nell’agosto 2016 a Catania, l’Italia torna così ad organizzare a distanza di un anno la manifestazione promossa dalla Beach Soccer Worldwide.

Tre i successi conquistati dagli Azzurri nelle qualificazioni, chiuse al sesto posto a pari punti con la Svizzera: nella prima tappa di Nazaré l’Italbeach è stata battuta dalla Svizzera e dai padroni di casa del Portogallo e ha superato 1-0 la Francia, mentre nella seconda tappa, disputata a fine agosto sulla spiaggia della cittadina tedesca di Warnemunde, la squadra di Massimo Agostini ha conquistato due vittorie contro Germania e Azerbaigian, riscattando la sconfitta all’esordio contro l’Ucraina.

Il Ct Massimo Agostini (Foto a dx) ha convocato 14 giocatori per il raduno fissato per sabato 9 settembre a Terracina, con l’Italia che farà il suo esordio nel torneo giovedì 14 settembre proprio contro l’Ucraina, per poi vedersela venerdì 15 con la Bielorussia e sabato 16 con la Russia. Tutte e tre le gare si giocheranno alle ore 17.15.

L’elenco dei convocati

Portieri: Andrea Carpita (Viareggio 2014), Simone Del Mestre (Lumignacco), Stefano Spada (Castrocaro Calcio);
Difensori: Francesco Corosiniti (Sersale), Alessio Frainetti (Real Terracina), Dario Ramacciotti;
Esterni: Michele Di Palma, Simone Marinai, Pietro Angelo Palazzolo (Misterbianco), Roberto Mucciarelli (Hermada), Paolo Palmacci, Alessandro Remedi (Atletico Cenaia);
Attaccanti: Gabriele Gori (Castelnuovo Garf.), Emmanuele Zurlo (Bovalino C5).

Staff – Dirigente accompagnatore: Ferdinando Arcopinto; Staff Tecnico: Massimo Agostini (Ct), Emiliano Del Duca, Antonino Nosdeo, Paolo Larocca; Segretario: Annamaria Giuliani; Medico: Alvise Clarioni; Fisioterapista: Enrico Matera.

Fonte e foto: Figc.it
Notizie, informazioni  e statistiche sulla nazionale di beach soccer cliccando sul tasto  presente in home page.