Coppa Italia: I primi verdetti. Le gare di domani.

Coppa Italia: I primi verdetti. Le gare di domani.

 
Milano, Viareggio, Terracina e Catania si giocano la Coppa Italia Enel
Conclusa la prima fase, ormai è tempo di semifinali. A Viareggio lo spettacolo continua per tutto il fine settimana
La spiaggia di Viareggio s’infiamma con le giocate dei campioni del beach soccer. I tifosi versiliesi prendono confidenza con acrobazie e giocate spettacolari, festeggiando anche la vittoria degli idoli locali che conquistano le semifinali della Coppa Italia Enel. La seconda giornata di gare si apre come meglio non si poteva, la gara decisiva del girone A della prima fase, infatti, è Colosseum-Terracina, due delle formazioni candidate al successo nel campionato 2011. Spettacolo doveva essere e spettacolo è stato: tra i pontini Bruno Xavier si conferma motore insostituibile di una corazzata fortissima, tra i romani la palma del migliore va a Del Mestre che, oltre a difendere la porta alla grande, si è esibito nel pezzo del suo repertorio che non si può più definire una casualità, segnando un gol straordinario calciando direttamente dalla propria area. Il resto l’hanno fatto gli altri magnifici interpreti di questa disciplina che rispondono al nome di Palmacci e Javier Torres, senza dimenticare giocatori come François e Leghissa che non finiscono spesso sul tabellino dei marcatori ma offrono sempre il loro importante contributo di quantità e qualità. Decisiva è risultata la maggiore confidenza nel gioco di gruppo da parte dei terracinesi che hanno dimostrato anche di saper soffrire nel momento di maggiore pressione degli avversari. Altro big match quello che ha visto sfidarsi nel primo incontro del pomeriggio Catania e Roma. Un tatticismo esasperato e la paura di perdere hanno sacrificato lo spettacolo, ma il livello tecnico messo in campo dai protagonisti è stato sicuramente di grande soddisfazione per i puristi del beach soccer. Alla fine, i ritmi lenti e la migliore precisione sottoporta premiano i siciliani che escono dal beach stadium con in tasca un insolito 2-0 e la testa del girone B. Un plauso particolare se lo sono meritati i due portieri, decisivi in più di un’occasione. Conquistano la semifinale anche i padroni di casa del Viareggio che, nonostante un Derby Castrocaro mai domo, vincono la gara decisiva per la leadership del girone C. Capitan Marinai trascina i suoi guidandoli in quella che si è rivelata una vera e propria battaglia. Bravi anche Di Tullio e Carpita, il primo preciso in fase realizzativa, il secondo superlativo tra i pali. Sul fronte forlivese meritano più di una segnalazione gli svizzeri Spacca e Schirinzi, sempre al centro della manovra del Castrocaro. Ha chiuso il programma gare odierno la sfida secca tra i campioni in carica del Milano e la matricola Lamezia Terme, all’esordio nel circus del beach soccer targato Figc-Lega Nazionale Dilettanti. I rossoneri prendono il largo dopo un inizio difficile. Amarelle, Benjamin, Alan e gli italiani Ahmed, Casarsa e Fumagalli rappresentano una certezza, domani però sono attesi già da un banco di prova importante contro il Catania, mentre l’altra semifinale vedrà protagoniste Viareggio e Terracina. Due gare da non perdere. La programmazione su Sky Sport 1 della Coppa Italia Enel è così prevista: venerdì 10 giugno dalle h 21 le due semifinali, mentre sabato 11 giugno dalle h 21 la finalissima.

2^ Giornata Venerdì 3 giugno 2011
A: gara 8: Feragnoli Terracina – Colosseum 4-3
B: gara 9: Roma – Catania 0-2
C: gara 10: Viareggio – Derby Castrocaro 6-4
D: gara 7: Milano – Lamezia Terme 8-3

Classifica girone A: Feragnoli Terracina 6, Colosseum 3, Condorelli Belpassese 0
Classifica girone B: Catania 6, Roma 3, Bari 0
Classifica girone C: Viareggio 6, Derby Castrocaro 3, Cervia 0

3^ Giornata Sabato 4 giugno 2011
Semifinali 1°-4° posto
Gara 11: Feragnoli Terracina – Viareggio h. 16:30
Gara 12: Catania – Milano h. 15:15
Gare per assegnazione 5°-8° posto
Gara 13: Colosseum – Derby Castrocaro h. 14:00
Gara 14: Roma – Lamezia Terme h. 11:15
Girone E 9°-11° posto:
Gara 15: Condorelli Belpassese – Cervia h. 10:00
Gara 16: Bari – Perdente 15 h. 17:45

Classifica marcatori
4 reti: Cordaro (Belpassese), J. Torres (Colosseum), Bruno Xavier (Terracina), Marinai (Viareggio);
3 reti: Buru (Catania), Amarelle (Milano), Di Tullio, Florio (Viareggio);
2 reti: De Napoli (Bari), Sacchi, Zambelli, Di Marco (Cervia), Maradona Jr, J. Torres, Leghissa, Kuman (Colosseum), Spacca, Venturi, Hoppler (Derby Castrocaro), Ahmed, Polastri (Milano), Madjer, Palma (Roma), Bruno Xavier, Feudi (Terracina), Di Palma (Viareggio);
1 rete: Chisari (Belpassese), Catalano (Bari), Bernardo, Fred, Juninho (Catania), Rindone, D’Onofrio (Cervia), Del Mestre (Colosseum), Schirinzi (Derby Castrocaro), Nucifero, Morelli, Perciamontani (Lamezia Terme), Alan (Milano), Corosiniti, Belchior (Roma), Stankovic, Palmacci, François (Terracina), Petracci, Barsotti (Viareggio);
1 autorete: Catalano (Bari pro Catania), Torres C. (Colosseum pro Terracina).

Viareggio conquista la semifinale di Coppa Italia

Viareggio conquista la semifinale di Coppa Italia

Il Viareggio beach soccer centra una clamorosa qualificazione alle semifinali di Coppa Italia dopo una partita tiratissima contro la formazione del  Castrocaro, squadra  ricca di nazionali fra cui gli elvetici Spaccarotella e Schirinzi . Entrambe le formazioni in campo dopo aver sconfitto Cervia cercavano la vittoria contendendosi di fatto il posto per entrare nelle semifinali. In  una gara piacevole e ricca di suspense, fino a buona parte del terzo tempo, i bianconeri hanno centrato i tre punti che consentono il passaggio del turno migliorando di fatto il già ottimo risultato dello scorso anno. L’ottimo gioco corale visto oggi lascia ben sperare per il futuro anche se, l’avversario di domani  la corrazzata di Terracina ricca di talenti e nazionali di mezzo mondo sarà un avversario davvero durissimo per la squadra di Stefano Santini )nella foto). Il commento della gara di oggi di LND:

VIAREGGIO-DERBY CASTROCARO 6-4 (3-2, 1-1, 2-1)
Viareggio: Carpita, Petracci, Ramacciotti, Di Tullio, Marinai, Florio, Mercatali, Di Palma, Marrucci, Barsotti. All. Belluomini.
Derby Castrocaro: Turchi, Don, Venturi, Torresi, Spacca, Bucci, Schirinzi, Diarra, Hoppler, Giardini. All. Turchi.
Arbitri: D’Attanasio di Lanciano e Napoletano di Nola.
Marcatori: 1′ pt Marinai (V), 4′ pt Florio (V), 9′ pt Spacca (D), 11′ pt Venturi (D), 12′ pt Di Tullio (V), 4′ st Spacca (D), 12′ Petracci (V), 4′ tt Hoppler (D), 5′ tt Marinai (V), 12′ tt Di Palma (V).
Note: Ammoniti: Barsotti e Ramacciotti (V).

Parte subito forte la formazione di casa che trova al 1′ il gol del vantaggio, ma il Derby si riversa subito in avanti con Schirinzi che si fa parare il tiro libero dal limite dell’area. Il Viareggio sembra più convinto e con grande entusiasmo mette pressione agli avversari. Florio al 4′ trova il varco giusto facendo impazzire il pubblico locale assiepato sulle tribune del beach stadium allestito in Darsena. I bianconeri non si risparmiano e sulle ali dell’entusiasmo ci provano ancora in diverse occasioni, quella migliore porta la firma di capitan Marinai al 9′ ma la palla esce di poco. Gol mangiato e gol subito, questa la legge dello svizzero Spacca che infila la porta toscana con un bolide terra-aria su punizione. I forlivesi raggiungono anche il pari con un’invenzione di Venturi dalla distanza, imitato poco dopo da Di Tullio che riporta avanti i viareggini per il parziale di 3-2 con cui si va al riposo. La seconda frazione si apre con una punizione insidiosa del solito scatenato Marinai, poi si mette in evidenza Marrrucci, ma entrambe le conclusioni non hanno fortunato. Nella seconda frazione, complice un nervosismo serpeggiante tra le fila viareggine, il Castrocaro continua nella sua azione compassata e riesce ad impattare l’incontro con un altro guizzo di Spacca al 4′. I padroni di casa iniziano ad attaccare a testa bassa e con la forza e l’impeto che li contraddistingue passano ancora in vantaggio a pochi secondi dal riposo con Petracci. L’ultimo tempo si apre con una rovesciata spettacolare di Schirinzi che sfiora la traversa. Ancora romagnoli in avanti con Hoppler, ma il suo calcio di punizione è deviato in angolo da Carpita. Il forcing del Castrocaro viene premiato al 4′ quando Schirinzi fa il diavolo a quattro in area avversaria e mette un pallone al centro per l’indisturbato Hoppler che di testa firma il pareggio. Tutto da rifare per il Viareggio ma con un Marinai così in forma passa solo 1′ per il nuovo vantaggio. Il suo diagonale da calcio da fermo è preciso e non lascia scampo a Turchi. I toscani rischiano al 9′ su tiro di Spacca ma Carpita riesce ad intervenire con la punta delle dita sotto la traversa. Viareggio passa ancora con Di Palma che infila la porta avversaria con un bolide dalla trequarti. Ormai non c’ più tempo e le ultime resistenze dei forlivesi si spengono qui. Viareggio accede in semifinale.

Coppa Italia: La seconda giornata.

Coppa Italia: La seconda giornata.

Le gare:

Fonte : LND Dipartimento beach soccer

FERAGNOLI TERRACINA-COLOSSEUM 4-3 (3-1,1-1,0-1)
Terracina: Spada, Pepe, François, D’Amico, Frainetti, Feudi, Stankovic, Bruno Xavier, Juninho, Palmacci. All. Del Duca
Colosseum: Del Mestre, Leghissa, Cristian Torres, Rui Mota, Javi Torres, Posado, Soria, Kuman, Maradona Jr, Caretto. All. Della Negra
Arbitri: Matticoli di Isernia e Melfi di Vasto
Marcatori: 1’pt Palmacci, 6’pt Del Mestre, 8’pt Torres C. (aut.), 12’pt Bruno X. , 4’st Torres J., 5’st Bruno X., 2’tt Torres J

Feragnoli inizia subito in avanti e con grinta porta già al primo minuto alla rete di Paolo Palmacci. La Colosseum cerca di rispondere con un diagonale di Rui Mota da posizione defilata ma Spada è attento e con due mani manda fuori. Le squadre si studiano e sulla sabbia di Viareggio la carica agonistica si fa subito sentire. Dopo quattro minuti fa il suo esordio con la maglia della Colosseum anche Peppe Soria. I blu-verde-oro di mister Della Negra si rimettono subito in “carreggiata” con un rinvio di Del Mestre che finisce direttamente alle spalle di Spada. Il Terracina torna però subito in vantaggio e approfitta di un’autorete di Cristian Torres. Entrano in campo, per la Colosseum, anche Maradona Jr e Kuman mentre il Terracina risponde con l’ingresso in campo di Stankovic e Feudi e François. I romani non si fermano e chiudono così il primo tempo con il tris che porta la firma di un certo Bruno Xavier, nazionale brasiliano, eletto lo scorso anno miglior giocatore della serie A Enel. Ripresa agonisticamente molto intesa per le due squadre che scendono in campo con la voglia di andare avanti nel cammino di Coppa Italia. In maniera ordinata la Colosseum viene avanti e Javier Torres approfitta del passaggio di Kuman per accorciare le distanze e portare il parziale sul 3-2. Al 5’il team di mister Del Duca firma il poker con un super Bruno Xavier, che supera Rui Mota da distanza ravvicinata e batte Del Mestre da pochi passi. Il Terracina continua ad attaccare mentre la Colosseum è più impegnata nella fase difensiva. Nella terza frazione di gioco ultime possibilità per la Colosseum impattare l’incontro. Ci pensa subito Javier Torres che ad un passo dalla porta di Spada, con l’aiuto di Rui Mota, riesce ad avere la meglio sul portiere del Terracina e accorcia le distanze. Tutto è ancora possibile sulla spiaggia di Viareggio. Al 6′ occasione per la Colosseum con l’ammonizione per simulazione di Juninho che regala un tiro libero a Maradona Jr: il colpo del numero 10 è potente ma centrale e Spada manda fuori con sicurezza. La Colosseum continua ad attaccare ma il Terracina con ordine difende e controlla rendendosi pericolosa in contropiede.

ROMA-CATANIA 0-2 (0-1,0-0,0-1)
Roma: Merola, Galli, Agosto, Torres, Corosiniti, Souza, Madjer, Palma, Belchior, Vanzela. All. Fruzzetti.
Catania: Salgueiro, Franceschini, Platania, Fazio, Juninho, Fred, Bernardo, Buru, Bosco, Barravecchia. All. Belluso.
Arbitri: Bonavita di Forlì e Organtini di Ascoli Piceno.
Marcatori: 7′ pt Juninho (C), 5′ tt Buru (C).
Note: Ammoniti: Platania e Salgueiro (C).

Un lunga fase di studio ad inizio gara mette in evidenza le ottime doti dei palleggiatori presenti in campo. Buona parte del meglio in circolazione in fatto di beachers stranieri, soprattutto brasiliani, portoghesi e argentini, si sfidano all’interno di questo Catania-Roma. Madjer ci prova per i giallorossi, ma non trova la porta. Poi è la volta di Buru e Platania per i rossoazzurri, ma le loro conclusioni sono entrambe deviate da un attento Merola. Il portiere capitolino però non può nulla quando Juninho s’inventa una traiettoria spettacolare al 7′ portando in vantaggio i suoi. Il Catania prende in mano il pallino del gioco, quando difende neutralizza a dovere la premiata coppia portoghese Madjer-Belchior e si affida Fred e Bernardo per rilanciare l’iniziativa. La ripresa si sviluppa sulle stesse trame tattiche dei primi 12′. La punta della nazionale campione d’Europa in carica al 6′ non riesce a sfruttare al meglio l’ingenuità difensiva di Platania che commette fallo dal limite. Belchior ci prova anche 1′ con un’acrobazia che sbatte sull’incrocio dei pali della porta difesa da Salgueiro. Sull’altro versante strappa applausi Merola che si distende alla sua sinistra e riesce ad intercettare il tiro libero teso di Juninho dalla grande distanza. L’estremo difensore giallorosso si supera ancora al 9′ quando sventa per due volte consecutive la minaccia siciliana respingendo prima il colpo di testa di Platania e poi il tiro ravvicinato di Fred. Ancora Belchior protagonista all’11’ con una rovesciata che meriterebbe il gol se non fosse per l’intervento di Salgueiro che si guadagna una buona dose di applausi. La terza ed ultima frazione si accende con due conclusioni di Corosiniti, una deviata l’altra di poco fuori. Poi è il turno di Juninho che calcia per due volte in porta, ma non trova la via della rete perché Merola gli dice di non una prima volta e poi sbaglia la mira una seconda volta. Passano i minuti e il Catania non fatica a tamponare le sfuriate avversarie, anzi al 5′ trova addirittura la via del gol con una prova di forza del brasiliano Buru, l’ex di turno, che non perdona. Torres chiama a raccolta i capitolini e per due volte arriva al tiro da buona posizione: il primo è respinto miracolosamente da Salgueiro, il secondo esce di poco a lato.

MILANO – LAMEZIA TERME 8-3 (2-1, 2-1, 4-1)
Milano: Zanini, Menescardi, Nico, Ahmed, Polastri, Amarelle, Benjamin, Casarsa, Fumagalli, Alan. All. Panizza
Lamezia Terme: D’Augello, Rocca, Gallo, Morelli, Perciamontani, Muraca, Nocifero, Lanzo, Morabito, Notaris.
Arbitri: Crisci e Polito.
Marcatori: 2′ pt Nucifero (L), 3′ Alan (M), 9′ Amarelle; 1’st Amarelle (M), 2’st Ahmed (M), 10′ Morelli (L); 1’tt Perciamontani (L), 3’tt Ahmed (M), 10′ Polastri (M), 11’Polastri (M), 11′ Amarelle (M)

La regina contro la debuttante, il Milano pigliatutto di fronte alla matricola calabrese, uno scontro quasi impari, e invece l’inizio della gara dice tutt’altro, subito avanti i calabresi con un bel tiro di Nucifero, risponde subito Milano con il folletto brasiliano Alan che trova la deviazione vincente per il pari. Passano i minuti e i campioni in carica alzano progressivamente il ritmo trovando il gol del vantaggio con la furia rossa Amarelle lesto ad appoggiare in rete da pochi passi. Inizia il terzo tempo e il capitano della Spagna replica la prodezza con un bel destro che s’infila in rete a fil di palo. Un minuto dopo Milano prende il largo con Ahmed bravo scartare il portiere e appoggiare in rete indisturbato. Un Lanzo strepitoso evita un passivo maggiore al Lamezia che lancia un acuto con Morelli a due minuti dal termine del secondo tempo. Sembra un colpo isolato invece la gara si riapre ad inizio di terza frazione con Perciamontani bravo a segnare il terzo gol per i suoi con un diagonale forte e preciso. L’equilibrio però regge poco, ci pensa il colosso Ahmed a riportare sopra di due Milano con una bella girata. Comunque Lamezia non molla, Nucifero con un fendente dalla distanza scalda i guantoni di Zanini. I ragazzi di Panizza sprecano molto, ci pensa Polastri con due gol in un minuto a chiudere definitivamente il match, Amarelle poi si stufa di sfornare assist e segna l’ottava rete, Milano vola in semifinale, Lamezia Terme esce a testa alta.

Composizione dei Gironi

Girone A: Colosseum, Condorelli Belpassese e Feragnoli Terracina
Girone B: Roma, Catania e Bari
Girone C: Viareggio, Cervia e Derby Castrocaro
Girone D: Milano e Lamezia Terme

Programma gare e risultati

1^ Giornata Giovedì 2 giugno 2011
A: gara 1: Colosseum – Condorelli Belpassese 7-2
B: gara 2: Catania – Bari 5-1
C: gara 3: Cervia – Derby Castrocaro 2-3
A: gara 4: Feragnoli Terracina – Condorelli Belpassese 6-3
B: gara 5: Roma – Bari 6-2
C: gara 6: Viareggio – Cervia 8-6

2^ Giornata Venerdì 3 giugno 2011
A: gara 8: Feragnoli Terracina – Colosseum 4-3
B: gara 9: Roma – Catania 0-2
C: gara 10: Viareggio – Derby Castrocaro 6-4
D: gara 7: Milano – Lamezia Terme 8-3

Classifica girone A: Feragnoli Terracina 6, Colosseum 3, Condorelli Belpassese 0
Classifica girone B: Catania 6, Roma 3, Bari 0
Classifica girone C: Viareggio 6, Derby Castrocaro 3, Cervia 0

3^ Giornata Sabato 4 giugno 2011
Semifinali 1°-4° posto
Gara 11: Feragnoli Terracina – Viareggio h. 16:30
Gara 12: Catania – Milano h. 15:15
Gare per assegnazione 5°-8° posto
Gara 13: Colosseum – Derby Castrocaro h. 14:00
Gara 14: Roma – Lamezia Terme h. 11:15
Girone E 9°-11° posto:
Gara 15: Condorelli Belpassese – Cervia h. 10:00
Gara 16: Bari – Perdente 15 h. 17:45

Viareggio beach soccer: Buona la prima.

Viareggio beach soccer: Buona la prima.

Il Viareggio Beach Soccer esordisce in Coppa Italia e lo fa centrando il primo successo della stagione nella gara contro Cervia. I bianconeri sono apparsi molto tesi ed alla ricerca della migliore integrazione considerati i  tanti i volti nuovi e le assenze di Gori, Romanini e Brega ancora indisponibili.   Nella gara molto tirata il primo tempo è di marca bianconera poi la ripresa vede il ritorno di Cervia che riagguanta il pari e terzo tempo in favore della maggior caratura bianconera che permette di conquistare i primi tre punti. Il commento ufficiale di LND:

VIAREGGIO-CERVIA 8-6 (3-1, 2-4, 3-1)
Viareggio: Carpita, Ramacciotti, Marinai, Florio, Di Tullio, Mercatali, Barsotti, Marrucci, Di Palma, Valenti.
Cervia: Zanardi, Zambelli, Rindone, D’Onofrio, Di Marco, Villotta, Sacchi, Cangitano, Loprieno, Campominosi.
Arbitri: Polito di Aprilia e Grisci di Tivoli.
Marcatori: 6′ pt Florio (V), 7′ Zambelli (C), 7′ Marinai (V), 9′ Di Tullio (V), 12′ pt Di Palma (V), 4′ st Di Marco (V), 5′ st Zambelli (C), 7′ st Di Tullio (V), 8′ Di Marco (C), 10′ st Rindone (C), 3′ tt Barsotti (V), 3′ tt D’Onofrio (C), 7′ tt Florio (V), 7 tt . Marinai (V).
Note: Ammoniti: Florio (V).

Sotto una pioggia battente, che rende molto duro e compatto il fondo sabbioso, Viareggio e Cervia si equivalgono nei primi minuti del match. La via del gol la trovano prima i viareggini con Florio che ribatte in rete la respinta al suo calcio di punizione, poi però è il turno di Zambelli per i cervesi che realizza un penalty fischiato per un fallo proprio del numero 11 toscano. La gara si accende poco dopo con un uno-due micidiale del Viareggio con protagonista capitan Marinai bravo nel proporsi in avanti e nel calciare con precisione in porta. Marinai conclude e Carpita difende il risultato quando, all’8′, il Cervia non sfrutta a dovere, sempre con Zambelli, un altro tiro di rigore fischiato per un contestato fallo di Ramacciotti in area. Sul capovolgimento di fronte il Viareggio accelera e grazie al destro di Di Tullio cala il tris. La pioggia cade incessante e condiziona non poco il gioco delle due squadre, tanto che anche il quarto gol viareggino arriva su calcio piazzato, stavolta con Di Palma a pochi secondi dalla sirena. Nella seconda frazione cresce l’intensità ma diminuiscono le occasioni, il Viareggio tiene bene il campo, ma nulla può fare quando il cervese Di Marco s’inventa un gol fantastico al 4′ con un tiro al volo di sinistro da metà campo che non lascia scampo all’estremo difensore toscano. La rete galvanizza i romagnoli che si riversano in avanti e trovano ancora una volta la via della rete con Zambelli che lascia partire un diagonale preciso dall’out di sinistra. La formazione di casa sbanda ma non molla e con Di Tullio al 7′ riesce a riportarsi avanti di due reti. Nemmeno il tempo di esultare però che Di Marco su punizione buca ancora la porta viareggina. Prima del finale di tempo ancora super Cervia con Rindone che firma il pareggio sul 5-5. L’intervallo fa bene ai ragazzi di Viareggio che tornano in campo convinti delle loro potenzialità, ma i romagnoli ribattono colpo su colpo. Per sbloccare il risultato ci vuole un tocco magico di Barsotti che da centrocampo lascia partire un sinistro micidiale che s’infila sotto l’incrocio dei pali. Ad una magia si può rispondere solo con un’altra invenzione, tocca al cervese D’Onofrio a vestire i panni dell’inventore e dall’out di sinistra lascia partire una parabola splendida che coglie leggermente fuori dai pali Carpita. Il tempo passa e quando mancano 5′ al termine è il turno di Florio che strappa la sua buona dose di applausi quando firma la settima rete dei padroni di casa. Prima del triplice fischio dell’arbitro c’è ancora tempo per un altro gol di pregevole fattura siglato da Marinai con un sinistro preciso da fuori area.

Coppa Italia: La prima giornata di gare.

Coppa Italia: La prima giornata di gare.

Tabellini e cronache di tutte le gare della prima giornata. Fonte: Lega nazionale dilettanti dipartimento Beach Soccer.
Si è conclusa la prima giornata di gare della Coppa Italia Enel in corso di svolgimento a Viareggio. Di seguito cronache e tabellini:

Le gare

COLOSSEUM-CONDORELLI BELPASSESE 7-2 (4-0, 2-1, 1-1)
Colosseum: Del Mestre, Leghissa, Cristian Torres, Rui Mota, Javi Torres, Posado, Ietri, Kuman, Maradona Jr, Sabatino. All.: Della Negra
Belpassese: Pensabene, Chisari, Campanella, Santoro, Garofalo, Grasso, Sciuto, Bonaiuto, Corsaro, Cordaro. All.: Licciardello
Arbitri: Gambineri di Arezzo e D’Oriano di Pisa.
Marcatori: 3’pt Torres J., 8’pt Kuman, 11’pt Kuman, 12′ pt Torres J., 1’st Chisari (B), 6’st Maradona Jr, 8’st Maradona Jr, 3’tt Cordaro (B), 5’tt Leghissa.

La gara con un guizzo di javier Torres che va subito a segno al 3′. Inizia bene il quintetto composto da Del Mestre, Leghissa, Rui Mota, Cristian e Javi Torres. Dopo la prima rete entrano in campo Diego Maradona e Kuman, new entry della Colosseum. Proprio il nazionale spagnolo segna il raddoppio accompagnando in rete il rinvio di Del Mestre. Dopo 2′ ancora Kuman segna il terzo gol e la doppietta personale. Il poker blu-verde-oro porta ancora la firma di Javi Torres che, come il connazionale, si regala la doppietta personale. La ripresa inizia con la rete di Chisari che accorcia le distanze per la Belpassese. Al 6′ però arriva anche la rete di Maradona Jr con l’esultanza tutta particolare da regalare al pubblico di Viareggio. All’8 la Colosseum continua ad attaccare con Rui Mota che colpisce la traversa. Un minuto più tardi ancora Maradona Jr. Nell’ultima frazione di gioco la Belpassese prova a farsi avanti con la rete di Cordaro alla quale risponde subito di testa il “gigante” Leghissa: 7-2 il parziale che diventa poi definitivo.

CATANIA-BARI 5-1 (0-1, 2-0, 3-0)
Catania: Salgueiro, Juninho, Platania, Buru, Franceschini, Fred, Bernardo, Bosco, Tedeschi, Barravecchia. All. Belluso.
Bari: Loporchio, Bigica, Dell Foglie, D’Ursi, Catalano, Di Bari, Bitetto, Giardino, Sansonetti, Armento. All. Sansonetti.
Arbitri: Napolitano di Nola e Bonavita di Forlì.
Marcatori: 8′ pt Catalano (B), 3′ st Fred (C), 11′ st Catalano (aut.), 2′ tt Bernardo (C), 5′ tt Buru (C), 12′ tt Buru (C).
Note: Espulso: Sansonetti per doppia ammonizione al 3′ tt, Tedeschi al 5′ per proteste e Giardino per comportamento anti-sportivo. Ammoniti: Sansonetti (B).

Parte subito in attacco la formazione catanese con le conclusioni di Buru e Fred intercettate dall’attento Lo Porchio. I rosso azzurri macinano gioco ma non riescono a finalizzare come vorrebbero. Al 7′ si rende pericolosa la formazione pugliese, ma nelle circostanze Salguiro ricorda a tutti di che pasta è fatto e si supera nella deviazione in tuffo. Il pressing barese si fa più intenso e sugli sviluppi di un corner all’8′ Catalano firma il vantaggio per i suoi. La ripresa si apre con il Catania in attacco: protagonista già al 1′ Bernardo che s’invola sulla destra, lascia partire un diagonale insidioso che si stampa sul palo opposto. Sempre il brasiliano ci prova da distanza siderale 1′ dopo, ma l’estremo difensore avversario riesce a smanacciare in angolo. Rossoazzurri ancora sfortunati poco dopo perché lo stesso legno di prima nega la gioia del gol al solito scatenato Bernardo. Al 3′ però il Catania raggiunge il pari con un’azione che si sviluppa sull’asse Bernardo-Fred con quest’ultimo che insacca in spaccata. I catanesi sfiorano il vantaggio a metà tempo con Juninho che fa tutto bene, rubando il pallone ad un avversario, ma angola troppo la conclusione dalla sinistra. Il Catania ci prova ancora al 10′, ma la conclusioni ravvicinate di Juninho e Bosco sbattono prima sul palo e poi sulla traversa. La pressione rosso azzurra viene premiata nell’azione più rocambolesca con Catalano che infila la propria porta ad 1′ dal termine della seconda frazione. Il Catania allunga nella terza frazione e chiude l’incontro: al 3′ Bernardo finalizza di potenza una bella azione di marca etnea e al 5′ e al 12 con la doppietta di Buru.

CERVIA-DERBY CASTROCARO 2-3 (1-1, 0-1, 1-1)
Cervia: Zanardi, Zambelli, Rindone, D’Onofrio, Di Marco, Villotta, Gangitano, Loprieno, Sacchi, Camponiosi.
Derby Castrocaro: Turchi, Don, Venturi, Toresi, Casamenti, Martinetti, Schirinzi, Hoppler, Spacca.
Arbitri: Sarri di Arezzo e Organtini di Ascoli Piceno.
Marcatori: 8′ pt Sacchi (C), 12′ Venturi (D), 1′ st Schirinzi (D), 1′ tt Sacchi (C), 12′ Hoppler (D).
Note: Ammoniti: Toresi (D).

Inizio gara di marca forlivese, con il Derby che sembra più convinto nei propri mezzi pur senza riuscire a pungere in avanti. Sul versante cervese il più attivo è il solito Sacchi anche riceve pochi palloni giocabili. Resiste in difesa il Cervia con Zanardi che interviene due volte a terra per neutralizzare l’azione dirompente dello svizzero Spacca. Nel migliore momento del Derby Castrocaro però Sacchi sfrutta un tiro libero dal limite dell’area e riesce a portare avanti i suoi. Il Derby non si scompone e si butta a capofitto in avanti. Don all’11’ colpisce il palo con un tiro dalla distanza, poi Venturi riesce a centrare il pareggio con un tocco ravvicinato alla linea di porta. La seconda frazione si apre con un gran gol di Schirinzi, giocatore-allenatore della nazionale svizzera e uomo in più di questo Derby che dimostra di aver già acquisito una discreta sintonia almeno tra i suoi uomini migliori. La gara continua con diversi botta e risposta tra le due squadre. Ma al 1′ della terza frazione ancora Sacchi si libera della marcatura asfissiante del suo diretto avversario e impatta l’incontro sul 2-2. Il Castrocaro non si scompone e tenta diverse volte di tornare in vantaggio, prima con Spacca poi con Toresi complice anche un ottimo interventi di Zanardi. Sull’altro versante il Cervia con Rindone sfiorano la marcatura, ma il palo nega la gioia del gol al numero 3 arancioblu. Quando sembra che il match sia destinato all’extra time ci pensa Hoppler a decidere un incontro tirato fino al termine. È sua la rete che vanifica gli sforzi dei giocatore del Cervia, ma il merito è tutto di Schirinzi che insegue il pallone per mezzo campo e poi offre un pallone d’oro al compagno, al quale non resta altro che spingerlo in rete.

FERAGNOLI TERRACINA-CONDORELLI BELPASSESE 6-3 (3-0, 2-2, 1-1)
Terracina: Spada, Pepe, François, D’Amico, Frainetti, Feudi, Stankovic, Bruno Xavier, Juninho, Palmacci. All. Del Duca
Belpassese: Pensabene, Casella, Chisari, Santoro, Garofalo, Grasso, Sciuto, Corsaro, Cordaro. All. Licciardello.
Arbitri: D’Attanasio di Lanciano e Balacco di di Padova.
Marcatori: 6′ pt Bruno Xavier (T), 9′ pt Stankovic (T), 10′ pt Feudi (T), 6′ st François (T), 9′ ST Feudi (T), 11′ st Cordaro (C), 12′ st Cordaro (C), 4′ tt Bruno Xavier (T), 12′ tt Cordaro (C).

Il Terracina scende in campo per dare spettacolo e così è stato. Bruno Xavier fa girare il pallone in maniera deliziosa, difende e conclude, ma è tutta la squadra a ben figurare, anche perché la Condorelli Belpassese non fa certo una brutta figura di fronte ad una corazzata di tal fattura. Il gioco dei pontini sembra già oliato e prima François, che colpisce il palo, poi Juninho e Palmacci, tiri di poco, a lato sfiorano il vantaggio. Per veder passare avanti i laziali non bisogna aspettare molto, visto che Bruno Xavier al 6′ indovina una traiettoria spettacolare infilando l’incrocio dei pali alla sinistra di Pensabene. Il Terracina accelera al 9′ quando Stankovic firma il 2-0 e poi Feudi s’inventa un gol strepitoso da fuori area fissando il primo parziale sul 3-0 in favore dei ragazzi di Del Duca. Il riposo sembra inizialmente smorzare l’impeto dei terracinesi ma è un momento che dura 3′ poi un’altra fiammata laziale non trasformata da Palmacci fa da preludio alla quarta rete laziale che arriva al 6′ con il francese François. L’azione è di quelle da incorniciare: Bruno Xavier apre sulla destra per il transalpino che appoggia per Stankovic, il quale si esibisce in una rovesciata perfetta non trattenuta da Pensabene, sul pallone vagante si avventa proprio François che firma il poker terracinese. La Condorelli non demorde e con generosità si riversa in avanti con bomber Sciuto, ma il suo tiro si stampa sul palo alla destra di Spada. Al 9′ Terracina dilaga con Feudi che posizionato davanti alla porta avversaria appoggia in rete senza problemi. Passano 2′ ed una disattenzione vale la prima rete siciliana firmata da Cordaro che infila la porta pontina dopo l’ottima parata di Spada su tiro ravvicinato Corsaro. L’amnesia dei pontini continua fino all’intervallo e vale anche la seconda rete della Belpassese, ancora con Cordaro che di testa devia in rete un angolo battuto dalla sinistra. La terza frazione si apre con un siluro di Juninho su punizione deviata miracolosamente dall’estremo difensore siciliano. Pensabene non si riesce però a ripetere sul tiro libero a giro di Bruno Xavier al 4′. Non resta altro che godere della traversa di Juninho, della mezza girata di Feudi deviata da un avversario, di due begli interventi in uscita bassa di Pepe, nel frattempo subentrato a Spada, e del rigore trasformato dallo scatenato Cordaro che fissa il risultato sul definitivo 6-3.

ROMA-BARI 6-2 (3-2, 1-1, 3-0)
Roma: Merola, Agosto, Galli, Coimbra, Corosiniti, Madjer, Palma, Belchior, Torres, Vanzela. All. Fruzzetti.
Bari: Loporchio, Bigica, Delle Fogflie, D’Ursi, catalano, Di Bari, Santoro, Armento, De Napoli, Sirico. All. Savoia.
Arbitri: Melfi di Vasto e Matticoli di Isernia.
Marcatori: 8′ pt Madjer (R), 10′ pt Palma (R), 11′ pt De Napoli (B), 11′ pt Corosiniti (R), 8′ st De Napoli (B), 1′ tt Madjer (R), 5′ Belchior (R), 10′ tt Palma (R).
Note: Ammoniti: Galli e Corosiniti (R), De Napoli (B).

La prima occasione dell’incontro se la procura Madjer che su tiro libero scalda le mani a Bigica. I giallorossi macinano gioco ma non riescono a trovare la via del gol. Il Bar, orfani del giocatore-allenatore Sansonetti squalificato, ci prova addirittura con un tiro dalla propria area di rigore lo stesso estremo difensore pugliese che sfiora il palo alla destra di Merola. Per sbloccare il risultato ci vuole una magia, per questo ci si rivolge ai campioni, ad uno come Madjer che arriva i cielo per arpionare un pallone delizioso e poi scaraventarlo in fondo alla rete. Il portoghese firma la prima rete dell’incontro, poi cede il palcoscenico a Palma che trova il raddoppia con un tiro dalla distanza al 10′. All’11’ succede di tutto con De Napoli che accorcia le distanze direttamente da calcio d’angolo, poi Corosiniti riporta a + 2 il vantaggio giallorosso con un destro potente e preciso. La seconda frazione si apre con un sostanziale equilibrio tra le due formazioni, Roma sembra prevalere ma punge come vorrebbe. E quando il gioco si fa più fisico emerge un Bari coraggioso che lotta su ogni pallone per poi offendere su tiro libero. È il caso di De Napoli all’8′ con un delizioso destro a giro dalla trequarti che dimezza lo svantaggio. Toglie le castagne dal fuoco a mister Fruzzetti il solito straordinario Madjer che subito dopo il riposo trova il varco giusto per superare la retroguardia pugliese. Il Bari a questo punto si spegne e Belchior al 5′ porta 5 le reti dei romani. Prima della fine ancora Palma, in spaccata sottoporta, sigla la sua doppietta personale ampliando il vantaggio giallorosso.

Inizia con una valanga di gol la stagione del beach soccer italiano. In attesa del debutto dei campioni in carica del Milano, previsto domani nell’unico scontro diretto del primo turno contro Lamezia Terme, si è disputata oggi a Viareggio la prima giornata di gare della Coppa Italia Enel 2011 targato Figc-Lega Nazionale Dilettanti. Nonostante il tempo sia stato inclemente, non sono mancate giocate spettacolari e divertimento al Beach Stadium allestito presso la Darsena di viale Europa. Parte forte la Colosseum che supera senza particolari problemi la Condorelli Belpassese. Sugli scudi il trio spagnolo composto dai fratelli Torres e dal giovane puntero Kuman, autore di una doppietta, oltre al ritrovato Maradona junior che si è presentato al primo appuntamento stagionale in grande forma. Con questi 3 punti la formazione romana si prepara al meglio per la sfida in vetta al girone A contro la Feragnoli Terracina in programma domani. Per mister Della Negra è questo il test giusto per verificare a che punto sia l’amalgama della sua squadra, decisamente rafforzata da una campagna tesseramenti che fa ben sperare i supporters romani. Lo stesso fa, contro il team siciliano, la squadra pontina allenata da Emiliano Del Duca che un sorteggio beffardo ha inserito nello stesso raggruppamento. I terracinesi, infatti, con gli inserimenti di Stankovic e Bruno Xavier si sono decisamente rafforzati rappresentando qualcosa in più di una promessa per la stagione che è all’avvio. Nella sfida pomeridiana contro la Belpassese, il Terracina vince e offre spettacolo sfoderando un Bruno Xavier in forma mondiale (suo il primo gol e tanto gioco sopraffino). Il miglior giocatore della passata stagione, quando vestiva la maglia del Catanzaro, si è inserito alla perfezione negli schemi dei pontini, aiutando anche i compagni, Feudi, Palmacci, Juninho e Stankiovic in particolare, a dialogare con lui. Nel girone B esordio vincente per il Catania che ha mostrato i muscoli contro un Bari che non concede un metro agli avversari. Per superare Sansonetti & Co sono serviti il miglior Bernardo in avanti e la massima attenzione in difesa con Platania e Juninho. Sempre sul fronte rosso azzurro, molto positiva la prestazione del portiere ex Napoli Salgueiro. Nell’altro incontro la Roma fatica inizialmente più del previsto per avere ragione di un Bari mai domo. Il genio e la vena realizzativa del campione portoghese Madjer e l’ottima prestazione sottoporta di Palma (doppietta) sono decisive per portare a casa una vittoria che metterà di fronte nella sfida di domani la formazione di Fruzzetti al Catania di Belluso. Il derby Castrocaro si aggiudica la prima sfida del girone C al termine di una gara molto equilibrata contro il Cervia. La gara viene decisa da un guizzo di Angelo Schirinzi, nazionale svizzero che da anni calca i campi italiani, in grado di offrire un pallone d’oro ad Hoppler il quale deve solo appoggiare in rete per il 3-2 finale. Gran finale, nonostante la pioggia, per i padroni di casa del Viareggio, che non deludono le attese del pubblico locale superando un ottimo Cervia per 8-6. Ottime le prestazioni di capitan Marinai, di Florio e di Di Tullio che, in assenza di bomber Gori, fanno le sue veci in zona gol. Domani si torna in campo con le quattro gare che chiuderanno il quadro del primo turno. Le prime di ogni girone (quello del Milano è uno scontro secco) si guadagneranno l’accesso alle semifinali.

Composizione dei Gironi

Girone A: Colosseum, Condorelli Belpassese e Feragnoli Terracina
Girone B: Roma, Catania e Bari
Girone C: Viareggio, Cervia e Derby Castrocaro
Girone D: Milano e Lamezia Terme

Programma gare

1^ Giornata Giovedì 2 giugno 2011
A: gara 1: Colosseum – Condorelli Belpassese 7-2
B:gara 2: Catania – Bari 5-1
C: gara 3: Cervia – Derby Castrocaro 2-3
A: gara 4: Feragnoli Terracina – Condorelli Belpassese 6-3
B:gara 5: Roma – Bari 6-2
C: gara 6: Viareggio – Cervia 8-6

Classifica girone A: Colosseum e Feragnoli Terracina 3, Condorelli Belpassese 0
Classifica girone B: Catania e Roma 3, Bari 0
Classifica girone C: Derby Castrocaro e Viareggio 3, Cervia 0

2^ Giornata Venerdì 3 giugno 2011
A: gara 8: Feragnoli Terracina – Colosseum h. 11:00
B: gara 9: Roma – Catania h. 15:15
C: gara 10: Viareggio – Derby Castrocaro h. 16:30
D: gara 7: Milano – Lamezia Terme h. 17:45

3^ Giornata Sabato 4 giugno 2011
Semifinali 1°-4° posto
Gara 11: 1.a A – 1.a C h. 16:30
Gara 12: 1.a B – Vincente 7 h. 15:15
Gare per assegnazione 5°-8° posto
Gara 13: 2.a A – 2.a C h. 14:00
Gara 14: 2.a B – Perdente 7 h. 11:15
Girone E 9°-11° posto: 3.a A – 3.a B – 3.a C
Gara 15: 3.a A – 3.a C h. 10:00
Gara 16: 3.a B – Perdente 15 h. 17:45

4^ Giornata Domenica 5 giugno 2011
Gara 17 – 1°-2° posto: vincente 11 – vincente 12 h. 17:45
Gara 18 – 3°-4° posto: perdente 11 – perdente 12 h: 16:30
Gara 19 – 5°-6° posto: vincente 13 – vincente 14 h. 15:15
Gara 20 – 7°-8° posto: perdente 13 – perdente 14 h. 14:00
Gara 21: 3.a B – vincente gara 15 h. 11:00

A seconda della classifica del Girone E verranno assegnate le posizioni 9°-10°-11°

Classifica marcatori
4 reti: Cordaro (Belpassese);
2 reti: De Napoli (Bari), Buru (Catania), Sacchi, Zambelli, Di Marco (Cervia), Maradona Jr, J. Torres, Leghissa, Kuman (Colosseum), Madjer, Palma (Roma), Bruno Xavier, Feudi (Terracina), Di Tullio, Marinai, Florio (Viareggio);
1 rete: Chisari (Belpassese), Catalano (Bari), Bernardo, Fred (Catania), Rindone, D’Onofrio (Cervia), Venturi, Hoppler, Schirinzi (Derby Castrocaro), Corosiniti, Belchior (Roma), Stankovic, François (Terracina), Di Palma, Barsotti (Viareggio).
1 autorete: Catalano (Bari pro Catania).

Albo d’oro della Coppa Italia
2004: Catania; 2005: Catania; 2006: Milano; 2007: Milano; 2008: Lignano Sabbiadoro; 2009: Milano; 2010: Milano.

La conferenza di presentazione.

La conferenza di presentazione.

Si è svolta questa mattina presso il Matteo Valenti Beach stadium la conferenza di presentazione della stagione 2011 delle attività del Beach Stadium e della Viareggio beach Soccer. La presentazione è stata condotta dal patron Stefano Santini che ha ringraziato tutti gli intervenuti  e le autorità presenti, poi è stata la volta dell’Assessore allo sport del Comune di Viareggio Mario Ratti che ha confermato che “per questa iniziativa c’è l’impegno del comune , il comune ci crede e questa sarà una nostra priorita”. E’ intervenuto anche Marco Calamari in rappresentanza della “Viareggio Mare” a portare i saluti della manifestazione nautica viareggina che ha unito il proprio nome alla Coppa Italia di Beach Soccer. Il Capitano di Corvetta Emilio Del Santo ha portato i saluti della Capitaneria di Porto di Viareggio di cui è il comandante  e l’apprezzamento per tutto quanto di positivo e  sociale  viene realizzato sulle spiagge viareggine per poi porgere i propri auguri alle manifestazioni in programma ed alla squadra di beach soccer locale.  Erano presenti anche Gloria Puccetti neo consigliere provinciale ed anche  mamma di Matteo Valenti nel cui ricordo sono nate e sopravvivono tutte le manifestazioni legate al Beach Soccer, Filippo Raffelli consigliere regionale della FIGC che ha portato il proprio in bocca al lupo ed i saluti del Presidente federale Fabio Bresci Fra gli intervenuti anche  poi Massimo Modena in rappresentanza della FIGC di Lucca, Gianni Muzio collabboratore del VBS e da 28 anni organizzatore dei tornei di calcio sulla spiaggia precursori dell’attuale beach soccer.

Poi il testimone  è passato a Roberto Coramusi Responsabile dell’Ufficio stampa della Lega Nazionale Dilettanti dipartimento beach soccer che ha ringraziato il Viareggio Beach Soccer per il contributo che sta fornendo  al beach soccer italiano sia dal punto di vista organizzativo e di  disponibilità di strutture e capacità umane e sia del contributo che il sodalizio di Santini fornisce in giocatori con Gori, Marinai e Ramacciotti alla nazionale azzurra.  Coramusi ha poi presentato agli organi di stampa i due eventi che coinvolgono direttamente Viareggio ovvero la Coppa Italia ed la prima tappa del campionato di Serie A i cui programmi troverete nella sezione eventi di questo sito. Nella gallery del sito alcune immagini di questa mattina.