Viareggio, la sconfitta con Catania cancella i sogni scudetto.

Viareggio, la sconfitta con Catania cancella i sogni scudetto.

Si è infranto sul litorale di Ostia il sogno bianconero di portare a casa lo scudetto tricolore. Ma la squadra pur sconfitta contro Catania una delle favorite del campionato ha dimostrato di essere davvero diventata grande. La formazione bianconera dopo una gara aperta ed equilibrata, oltre quello che il risultato possa raccontare
ha messo in campo cuore e orgoglio che però non sono bastati. Sul parziale vantaggio degli etnei il Viareggio si è disunito sulle proteste per un rigore clamoroso non concesso a Ramacciottti e sul rovesciamento di fronte i siciliani hanno trovato il break decisivo. Peccato. Gli sofrzi successivi di rientrare in partita ssono stati vani ed anzi, sui tentativi bianconeri di recuperare, gli avversari hanno trovato, sul finale, gli spazi per arrotndare. Resta il rammarico di un occasione sciupata e di aver sfiorato l’impresa ma anche la consapevolezza di aver giocato con soli viareggini e con orgolgio contro un aversario potente che alla vigilia delle finalissime si è ulteriormente rinforzato andando a tesserare altri due fuori classe Saganowsky e Galvan casomai ce ne fosse stato bisogno. Resta il dispiacere di aver giocato addirittura meglio di Catania ma di non aver capitalizzato quanto di buono creato e di aver subito gli episodi in modo sfavorevole. Oggi si volta pagina. Da domani in palio l’obiettivo di riserva. Il tentativo di migliorare il sesto posto ottenuto lo scorso anno, e per questo, servirà subito ritrovare la vittoria nella gara di domani contro la Belpassese. Un applauso alla trentina di tifosi giunti da Viareggio per sostenere la squadra e che non hanno fatto mancare il loro calore.

NELLA GALLERY LE FOTO DELLA GARA.

Il commento di LND:
CATANIA – VIAREGGIO 5-2 (1-0,1-1,3-1)
Catania: Salgueiro, Galvan, Franceschini, Juninho, Platania, Bernardo, Bosco,Saganowski, Signorelli, Barravecchia. All. Belluso.
Viareggio: Carpita, Romanini, Ramacciotti, Di Tullio, Marinai.S, Gori, Valenti, Di Palma, Diridoni, Marrucci; All. Santini
Arbitri: Polito di Aprilia, Balacco di Padova
Reti: 6′ pt Bernardo (C), 3′ st Juninho (C), 7′ st Valenti (V), 3’tt Juninho (C), 10′ tt Valenti (V), 11′ tt Bosco (C), 11′ tt Bosco (C).
Note: Ammoniti Di Tullio (V), Marinai (V), Gori (V)

Ad inaugurare i quarti di finale del Campionato di Serie A Enel è la partita tra Catania, giunta seconda nel girone centro-sud alle spalle del Feragnoli Terracina, e Viareggio classificata terza nel suo raggruppamento. Dopo il minuto di silenzio per il nostro connazionale morto in Afghanistan si parte con la prima frazione di gara che vede subito il Viareggio farsi avanti con Marinai che con una potente conclusione da fuori impegna Salgueiro in una respinta non facile. Dopo una fase di studio da parte di entrambe le squadre al 6′ arriva il gol del Catania con Bernardo. Tiro libero da posizione centrale che si va a infilare all’angolo basso. Passa poco e il nuovo tesserato dei rossoazzurri Saganoswki si esibisce in una spettacolare rovesciata che si stampa sulla traversa. Prova la reazione il Viareggio con il laterale azzurro Ramacciotti che cerca di impensierire Salgueiro con una potente conclusione. A 2′ dal termine della prima frazione di gara è Franceschini con un gran tiro ad impensierire l’ estremo difensore viareggino. Ma il risultato non cambia. Finisce così la prima frazione di gara con il Catania in vantaggio. Secondi 12′ di gioco che si aprono con il Viareggio che cerca subito di riagguantare la partita con Ramacciotti che manda di poco alta una bellissima girata senza impensierire la retroguardia rossoazzurra. Ancora Viareggio , questa volta con il capitano Marinai che colpisce la traversa con una girata spettacolare. Sul capovolgimento di fronte, Juninho lascia partire un gran tiro che finisce di poco al lato. Al 3′ è ancora il Catania ad andare a segno con il brasiliano Juninho che infila Carpita con un potentissimo tiro dalla distanza. La formazione toscana non ci sta e riesce ad accorciare le distanza con Valenti al 7′ che sfrutta un tiro sporco di Marrucci che diventa un assist buono per insaccare con una girata di testa da sotto porta. La seconda frazione di gara si conclude ancora con il neo acquisto Saganoswki che con un diagonale scheggia il palo della porta viareggina. Si decide tutto nella terza e ultima frazione di gioco. Tra il 6′ e l’ 8′ i viareggini spingono sull’acceleratore, prima con un azione insistita di Gori che viene respinta da Salgueiro e due minuti dopo con Valenti che sfiora il palo con un tiro velenoso . Dopo lo sforzo dei versiliani è il Catania a prendere campo colpendo due legni in altrettanti minuti prima con Juninho e poi con una spettacolare rovesciata di Saganoswki che si stampa sulla traversa. Quando sembra che la partita sia chiusa arriva il lampo di Valenti che al 10′ raccoglie un assist di tacco di Marinai e in rovesciata plastica segna la seconda rete per i suoi. Ma ci pensa Bosco a chiudere la gara definitivamente segnando due gol in un minuto.
Il programma completo

Quarti di finale – Martedì 26 luglio
Gara 1 – Catania-Viareggio 5-2
Gara 2 – Feragnoli Terracina-Sambenedettese 3-2 (Sky Sport 1; 8 agosto h 21)
Gara 3 – Colosseum-Belpassese 7-2
Gara 4 – Milano-Roma 2-7 (Sky Sport 1; 8 agosto h 22)

Semifinali – Mercoledì 27 luglio
Semifinale 5°-6° posto ( Gara 5 ) – h 14.30: Viareggio-Belpassese
Semifinale 5°-6° posto ( Gara 6 ) – h 15.45: Sambenedettese-Milano
Semifinale 1°-4° posto ( Gara 7 ) – h 17.00: Catania-Colosseum (Sky Sport1; 8 agosto h 23)
Semifinale 1°-4° posto ( Gara 8 ) – h 18.15: Feragnoli Terracina-Roma (Sky Sport1; 9 agosto h 21)

Rotta su Roma. 15 convocati per la caccia al sogno scudetto.

Rotta su Roma. 15 convocati per la caccia al sogno scudetto.

Il Viareggio Beach Soccer ci crede e farà la sua parte. Forse sono in dubbio le capacita tecniche o tattiche o l’esperienza ma di certo non manca il cuore, il coraggio, la determinazione,la voglia. Domani inizia l’avventura scudetto di Ostia. Il tecnico Stefano Santini (nella foto) ha convocato quindici giocatori per la trasferta sul litorale romano. Quattro portieri ( Carpita, Diridoni, Battini e Mercatali) due centrali difensivi (Marrucci e Romanini) cinque esterni (Simone e Stefano Marinai, Ramacciotti, Di Tullio, di Palma) e quattro  attaccanti (Brega,  Gori, Valenti e Florio). Il primo obiettivo stagionale è stato raggiunto con la qualificazione alla fase finale. Il secondo è migliorare il sesto posto finale dello scorso anno. il terzo obiettivo lo racconteremo al ritorno a Viareggio. L’appunatamento è invece per martedì alle ore 14,30 alla spiagggia Hakuna Matata del Lido di Ostia dove ad aspettare i bianconeri ci sarà il Catania una delle favorite del campionato. Siamo pronti. La partenza della squadra è prevista per domani mattina di buon ora e nel pomeriggio primo allenamento

Italia sconfitta dalla Svizzera.

Italia sconfitta dalla Svizzera.

Italia ancora sconfitta nella tappa dell’Euro Beach Soccer league a Ravenna. Questo pomeriggio  gli azzurri non sono riusciti a prendere mai in mano la gestione del gioco  e si sono dovuti arrendere in modo abbastanza inatteso ad una Svizzera ben conosciuta, con gli effettivi che in pratica componevano la squadra del Castrocaro nel campionato Italiano appena concluso ed orfana del bomber Stankovic squalificato.
2 a 0 il finale per gli elvetici e appuntamento per gli azzurri, grazie alla vittoria della Romania sulla Polonia, alle finali di Mosca del mese prossimo.

Il commento di LND:

La gara
ITALIA – SVIZZERA 0-2 (0-0, 0-1, 0-1)
ITALIA: Del Mestre, Ramacciotti, Leghissa, Feudi, Di Maio, Corosiniti, Soria, Palmacci, Spada, Valenti (nella foto). All. Esposito
SVIZZERA: Hegi, Ziegler, Rodriguez, Leu, Spacca, Mo, Meier, Schirinzi, Hegi, Valentin. All. Schirinzi
ARBITRI: Postma (Ned), Akcer (Tur)
MARCATORI: 10′ st Rodrigues (S), 8′ tt Leu (S)

Mister Espositio cambia ancora la formazione iniziale rispetto alle due precedenti uscite. Del Mestre tra i pali, Leghissa in difesa, Feudi e Corosiniti laterali e Palmacci davanti. Stadio del Mare ancora protagonista con una grandissima affluenza di tifosi pronti a portare gli azzurri alla vittoria. Prima frazione che ha inizio e Italia subito pericolosa con un gran tiro libero di Feudi che trova però un preparato Valentin che respinge il tiro. Si fa vedere anche la Svizzera con una bellissima rovesciata di Schirinzi che non impensierisce però l’estremo difensore azzurro che si ripete con un’altra strepitosa parata subito dopo su una gran rovesciata di Rodrigues deviando in calcio d’angolo. A 1′ esatto dalla fine del primo tempo sono i due laterali azzurri a impensierire la difesa svizzera, Corosiniti non riesce ad imprimere tanta forza a un tiro in posizione favorevole e Ramacciotti che con una potente conclusione dalla sua area si vede respingere il pallone in calcio d’angolo. Stesso quintetto inziale con eccezione del portiere Spada che prende il posto di Del Mestre ad inizio della seconda ripresa ed è subito Palmacci con una rovesciata senza fortuna a voler portare in vantaggio gli azzurri. Una partita che non offre le stesse emozioni a cui queste due squadre ci hanno sempre abituato nelle tantissime volte che si sono affrontate. Al 6′ Svizzera pericolosa con il capitano Mo che si vede respingerei il tiro dal viso del portiere Spada. Ramacciotti prova a rendersi pericoloso subito dopo con una grande conclusione che scheggia la traversa dando l’illusione del gol a tutto lo stadio. Al 10′ grandissima rete della Svizzera con Rodrigues che dal limite dell’area si esibisce in una rovesciata che si va a infilare sotto l’incrocio. Italia che prova a reagire prima con Feudi e poi con Leghissa ma le troppe imprecisioni sotto porta non permettono ai ragazzi di Esposito di agguantare il pareggio. Si conclude anche la seconda frazione di gara con l’Italia sotto di un gol e con qualche difficoltà a impensierire la difesa svizzera. Si parte con gli ultimi 12′, ultime speranze per l’Italbeach di provare a vincere questa partita, che darebbe più convinzione in ottica delle finali di Mosca, ma soprattutto per i Mondiali che si svolgeranno dall’ 1 all 11′ settembre proprio qui a Marina di Ravenna. Ritmi blandi che rendono la partita un po’ noiosa ma è al 6′ Palmacci a provare a rianimarla con una rovesciata, ma il tiro è debole e bloccato senza problemi da Valentin. Passa pochissimo e ancora il bomber laziale con un diagonale sporco offra la possibilità a Ramacciotti di pareggiare da due passi davanti ma il laterale viareggino non riesce ad impattare il pallone che finisce sul fondo. All’ 8′ ecco il raddoppio della Svizzera con Leu che con un tiro velenoso riesce ad ingannare Del Mestre. Provano a reagire gli azzurri prima con un tiro libero di Feudi e poco dopo con Di Maio che si rende pericoloso in due occasioni senza trovare il risultato sperato. Finisce qui la partita con un’altra prova incolore dei ragazzi di mister Esposito.

Classifiche e programma della tappa EBSL a Marina di Ravenna

Venerdì 22 luglio Gruppo A: Svizzera-Romania 9-4, Polonia-Italia 2-1
Gruppo B: Francia-Bielorussia 2-1 dcr
Sabato 23 luglio Gruppo A: Svizzera-Polonia 7-6, Italia-Romania 2-5
Gruppo B: Azerbaijan-Bielorussia 1-6
Domenica 24 luglio Gruppo A: Romania-Polonia 4-3, Italia-Svizzera 0-2
Gruppo B: Francia-Azerbaijan 4-2

Classifica Gruppo A : Svizzera 12, Italia, Spagna, Romania e Russia 9, Portogallo 6, Polonia e Turchia 0
Classifica Gruppo B : Francia 4, Bielorussia 3, Azerbaijan 0

28 Memorial Da Valle. Concluse le eliminatorie.

28 Memorial Da Valle. Concluse le eliminatorie.

Si sono concluse questo pomeriggio le fasi eliminatorie del 28° Memorial Carlo Da Valle di calcio su spiaggia.

Questi i risultati:
Brazebo – Croce Verde bar Odeon 4-0
West Ham – Briciola 5-3
Discobolo food – Caffè Shelley 2-3 d.c.r.
Veacchia guardia . Polpo 0-2
Plaza de majo – Briciola 4-1
Duilio – Caffè Shelley 5-2

In base ai risultati acquisiti sul campo questo il programma del prossimo turno:
Sabato 30 Luglio
ore 15,30  Brazebo- Vecchia Guardia
ore 16,20 Polpo – West ham
ore 17,10 Plaza de majo – Caffè Shelley
ore 18,00 Bagno Duilio – Croce Verde Odeon

A seguire alle ore 15,00 e 15,50 le due semifinali.
Alle ore 17,15 la finalissima. Intanto in gallery le prime foto.

28° Memorial Carlo Da Valle: I risultati.

28° Memorial Carlo Da Valle: I risultati.

Si è svolta questo poneriggio al Matteo Valenti Beach Stadium la prima giornata di fase eliminatoria della 28 ^ edizione del Memorial Carlo Da Valle di calcio su spiaggia, il torneo organizzato da il discobolo , Viareggio Beach Soccer e lega calcio uisp versilia.Sotto l’attenta regia del patron Gianni Muzio (nella foto) questi i risultati della giornata:
Discobolo Beach – Brazero 1-3
Parrucchiere dejavù – Vecchia guardia 1-2
Plaza de majo – West ham 14-13 dcr
Bagno Duilio – Discobolo foot 2-0
Discobolo beach- Croce Verde Bar Odeon 1-2
Parrucchiere dejavù – Polpo 2-4
Domani poeriggio dalle ore 14,00 ancora giornata di qualifcazioni e poi sabato e domenica prossimi per le squadre che vi accederanno la fase finale.

Italia: sconfitta inattesa con la Romania.

Italia: sconfitta inattesa con la Romania.

La nazionale azzurra ha subito  uno stop imprevisto nella tappa di avvicinamento all’Europeo di Mosca. Questo pomeriggio a Ravenna i ragazzi di Massimilano Esposito sono stati sconfitti in modo inatteso ed abbastanza netto da una Romania non trascendentale ma sicuramente ordinata e ben disposta in campo e con un Maci in vena di prodezze. In campo gli azzurri sono apparsi distratti forse traditi dalla vittoria di ieri che ha spianato la strada verso una qualificazione che oggi si è complicata e per la quale  manca ancora la sicurezza. Bene i due viareggini Ramacciotti e Valenti che al pari dei compagni  sono invano prodigati, per rimediare la gara, senza riuscirci. Valenti ha centrato anche oggi un altro palo .  Domani per avere certezza della qualificazione servirà una prestazione maiuscola ed i tre punti contro i vice campioni del mondo della Svizzera.  Se non arrivassero ci sarà da attendere poi i risultati della tappa olandese sperando che arrivino buone notizie. 

Il commento di LND:

La gara
ITALIA – ROMANIA 2-5 (0-0, 0-2, 2-3)
Italia: Del Mestre, Ramacciotti, Leghissa, Feudi, Di Maio, Corosiniti, Soria, Palmacci, Spada, Valenti. All. Esposito
Romania: Gandaco, Tase, I.Poste, Croi, Raj, Kokan, M.Poste, Maci, Lucio, Oarza. All. Damasaru
Arbitri: Medina (Ned), Zimmermann (Sui)
Marcatori: 7’st M.Posteuca (R), 10′ st Maciuca (R), 4′ tt Maciuca (R), 6′ tt I.Posteuca (R), 6’tt Leghissa (I), 7′ tt Chirila (R), 10′ tt Feudi (I)
Note: Ammonito Feudi (I).

Dopo la vittoria negli ultimi secondi nella gara contro la Polonia, l’Italbeach scende nuovamente in campo per la seconda sfida che la vede protagonista contro la Romania. Esposito cambia il quintetto iniziale schierando Del Mestre al posto di Spada dal primo minuto, fuori Feudi e Palmacci per far posto a Ramacciotti e Soria. Stadio del Mare che offre un gran colpo d’occhio, a significare quanto questa Nazionale stia facendo appassionare sempre di più i suoi tifosi. È la Romania a impensierire subito l’Italia con un gran tiro da fuori di Poste che Del Mestre devia benissimo in calcio d’angolo. Provano a rispondere i ragazzi di Esposito con Feudi che però non riesce a centrare la porta con un potente tiro da fuori. A metà primo tempo ancora risultato fermo sullo 0-0 complici i vari errori commessi da entrambe le formazioni. Al 6′ però la Romania si vede negare il gol grazie all’ennesimo bellissimo intervento dell’estremo difensore azzurro. È addirittura Del Mestre l’uomo più pericoloso in questa prima frazione di gara che all’8′ impegna ancora una volta Gandaco. Italia vicina al gol a 2′ dalla fine del primo tempo prima a causa di una disattenzione della difesa rumena che però il giovane Valenti non riesce a sfruttare al meglio e sempre l’attaccante viareggino si rende pericoloso subito dopo mandando di poco al lato una bella girata. Finiscono qui i primi 12’di gioco con poche emozioni da entrambe le parti. Seconda frazione di gara che inizia con qualche cambio per gli azzurri che partono subito più convinti con il capitano Leghissa che prova a portare in vantaggio i suoi compagni ma il numero uno rumeno neutralizza respingendo in fallo laterale. Intanto lo Stadio del Mare va piano piano riempiendosi, si fa sentire sempre di più il calore per i ragazzi di Esposito. Romania pericolosa al 3′ con un gran tiro dalla distanza del numero quattro e immediata risposta azzurra con Palmacci che sfiora il palo con una bella girata. Ancora l’estremo difensore azzurro, questa volta Spada, che prova a impensierire la porta rumena con un gran tiro dalla sua area. Partita che non si sblocca quando siamo arrivati a metà della seconda frazione. L’Italia sembra acquistare più convinzione e prima con una gran girata di Valenti e poi con un tiro da fuori di Palmacci cerca di impensierire i ragazzi di Damasaru. Ma è la Romania ad andare in vantaggio al 7′ con Posteuca che beffa Spada con un tocco sotto da posizione ravvicinata. Prova a reagire l’Italbeach con una grande azione al 10′ degli azzurri con Valenti che pesca con una gran giocata in area il suo compagno viareggino Ramacciotti che si vede respingere il tiro sotto porta. La Romania si riversa in avanti e colpisce ancora. Un gran tiro dalla distanza di Maciuca all’ 11’rimbalza davanti alla linea di porta difesa da Spada cambiando traiettoria e andandosi a infilare nel sacco per la rete del 2-0. Azzurri nervosi e poco determinati non riescono a creare gioco e continuano a subire gli attacchi della Romania che a 10” dalla fine della seconda frazione di gara impensieriscono nuovamente il portiere azzurro. Il terzo ed ultimo tempo vede aprirsi con i ragazzi di Esposito che sembrano più convinti con Soria che di poco non riesce ad accorciare le distanze dopo aver smarcato il portiere e vedendosi respingere il tiro sulla linea dalla difesa rumena. Poche idee per gli azzurri che sembrano non essere mai entrati in partita e la Romania trova il 3 gol al 4′ con la doppietta di Maciuca che infila il pallone all’angolo basso di Spada. Passa pochissimo e nuovamente la Romania torna a segnare con Posteuca. Gli azzurri provano a reagire con Valenti subito dopo ma è il palo a fermare il gran tiro dell’attaccante viareggino. Calcio di rigore dell’Italia per un fallo su Leghissa a metà frazione con il capitano che prende il pallone e con sicurezza prova a riaprire le speranze per i ragazzi di Esposito. Niente da fare però, la Romania dilaga con un tiro libero di Chirila che mette quasi fine alla partita quando mancano 5′ al termine. A 2′ dal fischio finale accorcia le distanze Feudi con un tiro libero forte e preciso che difficilmente cambierà l’esito della partita visto che Del Mestre compie altri tre grandi interventi ed evita che il risultato si porti su un punteggio tennistico.

Classifiche e programma della tappa EBSL a Marina di Ravenna

Venerdì 22 luglio Gruppo A: Svizzera-Romania 9-4, Polonia-Italia 2-1
Gruppo B: Francia-Bielorussia 2-1 dcr
Sabato 23 luglio Gruppo A: Svizzera-Polonia 7-6, Italia-Romania 2-5
Gruppo B: Azerbaijan-Bielorussia 1-6
Domenica 24 luglio Gruppo A: h 16:45 – Romania-Polonia, h 18:00 – Italia-Svizzera
Gruppo B: h 15:30 – Francia-Azerbaijan

Tutte le gare sono trasmesse in diretta su Euro Sport 2.

Classifica Gruppo A : Svizzera, Italia, Spagna, Russia 9, Portogallo e Romania 6, Polonia e Turchia 0
Classifica Gruppo B : Bielorussia 3, Francia 2, Azerbaijan 0

L’Italia vince con la Polonia in Euroleague.

L’Italia vince con la Polonia in Euroleague.

L’Italia centra i tre punti vinvendo per 2 a 1, alla prima gara, contro la Polonia nell’euro Beach Soccer League in programma a Ravenna nello “stadio del mare” che a settembre ospiterà i mondiali. Buona la prova dei due viareggini Ramacciotti e Valenti , convocati dal ct Esposito, in una gara molto incerta fino alla fine. Valenti all’esordio assoluto nell’Italbeach ha sfiorato il gol colpendo una traversa. Con questo ingresso nella rosa dell’Italia salgono a sei giocatori di santini del Viareggio beach soccer che nell’ultimo anno hanno indossato la maglia azzurra.
Il commento alla gar di LND.
La gara
POLONIA-ITALIA (0-1, 1-1, 1-2)
Polonia: Slowinski, Olejniczak, Saganowski, Ziober, Widzicki, Wydmuszek, Stasiak, Golebiowski, Bogacz, Skrzypiec. All. Kuchciak
Italia: Del Mestre, Ramacciotti, Leghissa, Feudi, Di Maio, Corosiniti, Soria, Palmacci, Spada, Valenti. All. Esposito
Arbitri: Zimmermann (Sui) e Akcer (Tur)
Marcatori: 8′ pt Soria (I), 3′ st Olejniczak (P), 12′ tt Palmacci (I)

Debutto azzurro per l’Italbeach di mister Esposito nella terza tappa europea a Marina di Ravenna. Quintetto iniziale formato da Spada tra i pali, il capitano Leghissa in difesa, Corosiniti e Feudi laterali con il bomber Palmacci in avanti. Parte subito forte la Polonia dopo pochi secondi che colpisce la traversa con il capitano Saganowski. Risponde immediatamente l’Italia con Continue reading “L’Italia vince con la Polonia in Euroleague.”