• Benvenuti nel sito del Viareggio Beach soccer.
  • CAMPIONI D’EUROPA NEL 2016
  • CAMPIONI D’ITALIA NEL 2016
  • Vincitori DELLA Coppa Italia NEL 2012 e NEL 2016
  • Vincitori della Supercoppa italiana NEL 2018
  • …a casa mia c’e’ tutto !!!
  • MATTEO VALENTI BEACH STADIUM VIAREGGIO
  • Email sito : viareggiobeachsoccer@libero.it
  • TUTTE LE NOTIZIE SUL BEACH SOCCER
  • VIAREGGIO BEACH SOCCER

Coppa Italia 1^ giornata. Terracina, Colosseum e Catania non deludono.

Tutto secondo pronostico nella prima giornata di Coppa Italia. Dopo il successo del Viareggio è stata la volta dei campioni del Catania che hanno fatto un sol boccone della Clodiense giunta a Viareggio con una squadra imbottita di ragazzini forse, anzi, sicuramente volenterosi ma non pronti ad affrontare un evento di questo livello. La gara è stata imbarazzante per tutti ed il punteggio lo conferma nonostante i siciliani abbiano trotterellato. Anche per Colosseum (nella foto)buono l’esordio. Il Friuli si è ben comportato, grazie ad un discreto collettivo arricchito da vecchi volponi del beach soocer come Casarza e Ahmed (giunti dal Milano) ed ha retto bene l’urto con i rivali aspiranti al titolo ma, le individualità di spicco, di cui dispongono i romani hanno fatto la differenza. Anche la corazzata Terracina ha passato in scioltezza il turno trascinata da uno Spada con il piede caldo ed addirittura autore di una doppietta. Fano ha messo in mostra un organico attrezzato ed aggressivo con il quale potrà sicuramente far bene nelle prossime apparizioni. Forse la gara più incerta è stata proprio l’ultima quella fra Panarea Catanzaro e Belpassese. Match equilibrato con i calabresi che sono però riusciti prima ad allungare e poi a contenere il ritono prepotente ma tardivo dei siciliani. 5 a 3 il finale. Anche  la Belpassese come ripescata passa il turno.
IN GALLERY LE FOTO DI OGGI DA SCARICARE

Il commento ufficiale di LND:

Catania-Clodiense 18-0 (6-0, 5-0, 7-0)

Catania: Bua, Franceschini, Platania, Bosco, Fred, Rafinha, Belchior, Zagami, Caruso, Fazio, Lo Re, Tedeschi, All. Belluso.
Clodiense: Febo, Romano, Mordio, Cavallarin, Grego, Duò, Boscolo, Tiozzo. All. Boscolo.
Arbitri: Pungitore di Reggio Calabria e Fregola di Gallarate.
Reti: 1′ pt Belchior (C), 2′ pt Belchior (C), 6′ pt Bosco (C), 7′ pt Rafinha (C), 7′ Lo Re (C), 10′ pt Fazio (C), 7′ st Belchior (C), 8′ Belchior (C), 8′ st Belchior (C), 9′ st Rafinha (C), 10′ st Rafinha (C), 2′ tt Bosco (C), 3′ tt Bosco, 3′ tt Tedeschi (C), 4′ tt Tedeschi (C), 9′ tt Belchior (C), 9′ tt Fred (C), 10′ tt Fred (C).

Partenza bruciante del Catania di Belluso con la stella portoghese Belchior, all’esordio con la maglia rossoazzurra, che nei primi minuti mette a segno una doppietta. Poi ci pensa Bosco a portare a tre le reti di vantaggio dei siciliani al 6′ al termine di un’azione travolgente sulla sinistra. Il poker lo serve dopo 1′ Rafinha, anche lui alla prima gara con la formazione del presidente Bosco. I ragazzi della Clodiense non reggono l’urto dei siciliani e capitolano ancora prima del riposo con Lo Re e Fazio. Nella ripresa sale in cattedra Belchior che rifila una tripletta a Febo segnando da tutte le posizioni, anche in rovesciata. Il resto lo fa il brasiliano Rafinhna siglando altri due gol su azione e calcio da fermo. La terza frazione non ha molto da dire in termini di risultato e qualità di gioco, il Catania è sicuro del successo e lo dimostra continuando a giocare in totale surplace.

——————-

Active Network Colosseum-Friuli 4-0 (1-0, 1-0, 2-0)

Colosseum: Del Mestre, Leghissa, Cristian Torres, Maradona Jr, Soria, Javi Torres, Di Maio, Kuman, Caretto, Pasquali, Marconato, Sinagra.
Friuli: Vasku, Casarsa, Damiani, Taviani, Ahmed, Tirelli, Zentilin, Besic, Dessi, Longo. All.: Toso
Arbitri: Cascone di Ragusa e Murgita di Gallarate.
Marcatori: 4’pt Pasquali (C), 10’st Javi Torres (C), 9’tt, 11’tt Maradona Jr (C)

Dopo 4′ minuti la squadra di mister Della Negra passa in vantaggio con Pasquali che dice subito “presente” riabbracciando al meglio la sabbia del Valenti Stadium. Il Friuli si difende bene e cerca di impensierire gli avversari con le avanzate di Tirelli. Si lotta molto nella sfida tra i vice campioni di Italia e il Friuli Beach Soccer. L’equilibrio continua a regnare in campo dando vita ad una gara molto fisica in cui entrambe le squadre spendono molte energie. Il match rimane in un sostanziale equilibrio fino al colpo di Javi Torres che regala il raddoppio alla squadra romana. Nell’ultimo tempo, la Colossuem legittima il successo con una doppietta di Maradona Jr, apparso in ottima forma fisica e molto concentrato.

——————

Terracina-Alma Juventus Fano 6-2 (3-1, 2-0, 1-1)

Terracina: Spada, Matteo Olleia, Simone Olleia, Del Duca, Feudi, D’Amico, Frainetti, François, Bruno, Palma, Palmacci, Minchella.
Fano: Giuliani, Urbinelli, Berardi, Barbadoro, Luca Vampa, Antonioni, Zandri, Brodi, Patrignani, Nicola Vampa. All. Urbinelli.
Arbitri: Scuccimarra di Teramo e Cacciatore di Adria.
Reti: 1′ pt Spada (T), 2′ pt Giuliani (F), 5′ Bruno (T), 11′ pt Spada (T), 2′ st Palmacci (T), 11’st Del Duca (T), 5′ tt Luca Vampa, 12′ tt Del Duca (T).

Tra Terracina e Fano sono subito scintille: apre le danze addirittura il portiere dei campioni in carica, Stefano Spada, con un tiro di prima dalla sua area, ma risponde subito Giuliani per i marchigiani riportando il match in parità. Passano pochi minuti e la furia brasiliana Bruno dimostra di non aver perso confidenza con il gol e riporta avanti i laziali. Assoluto protagonista della prima frazione è il portiere della nazionale italiana Spada che prima del riposo colpisce una traversa e poi segna addirittura il gol del 3-1 su un tiro fotocopia. La seconda frazione si apre con un rigore trasformato da Palmacci, poi Spada dimostra di avere grandi riflessi e non solo un piede caldissimo, negando la gioia del gol ai marchigiani per ben due volte. Terracina sbagli molto sottoporta e il Fano si fa sempre più pericoloso arrivando anche alla marcatura con Luca Vampa. I laziali però non sbandano e superano il primo scoglio di questa manifestazione senza soffrire ulteriormente.

——————–

Belpassese-Panarea Catanzaro 3-5 (0-0, 1-3, 2-2)

Belpassese: Vitale, Caselli, Mio, Asero, Messina, Grasso, Campanella, Finocchiaro, Liotta, Chisari, Di Benedetto, Borbone. All. Licciardello.
Panarea: Occhiuzzi, Palumbo, Provenzano, Fanello, Nosdeo, Corosiniti, Borrelli, Zurlo, Diop, Fodero, Galeano. All. Procopio.
Arbitri: Matticoli di Isernia e Balacco di Padova.
Reti: 3′ st Occhiuzzi (P), 8′ st Diop (P), 9′ st Chisari (B), 9′ Corosiniti (P), 2′ tt Provenzano (P), 7′ tt Borbone (B), 11′ tt Campanella (B), 12′ tt Palumbo (P).
Note: Espulso: 12′ st Fodero (P).

Tra Panarea e Belpassese regna grande equilibrio con diverse occasioni sciupate da entrambe le squadre. Il match si sblocca con un colpo di genio del portiere calabrese Occhiuzzi che s’inventa un grande numero calciando in porta direttamente dalla sua area. La reazione dei siciliani passa per i piedi dell’altro estremo difensore Vitale che impegna Occhiuzzi in una parata miracolosa. Subito dopo Belpassese vicina ancora al gol del pareggio con Borbone che colpisce il palo. Non appena cala la pressione offensiva dei siciliani, la Panarea allunga con il senegalese Diop all’8′. La Belpassese però non ci sta e reagisce con veemenza accorciando le distanze con Chisari, prima di cedere nuovamente all’azzurro Corosiniti che firma il tris giallorosso direttamente da calcio d’avvio. La Panarea non capitola nemmeno sul tiro libero fischiato per il fallo che vale l’espulsione di Fodero quando manca meno di 1′ al secondo riposo. La terza frazione si apre con il gol di Provenzano che vale il poker della squadra di Procopio, ma prima del fischio finale Borbone accorcia ancora le distanze con un rovesciata da standing ovation. La rimonta sicula continua con il rigore messo a segno da Campanella ma ormai è troppo tardi ed i calabresi possono festeggiare la vittoria, anche grazie alla segnatura di Palumbo allo scadere.