• Benvenuti nel sito del Viareggio Beach soccer.
  • CAMPIONI D’EUROPA NEL 2016
  • CAMPIONI D’ITALIA NEL 2016
  • Vincitori DELLA Coppa Italia NEL 2012 e NEL 2016
  • Vincitori della Supercoppa italiana NEL 2018
  • …a casa mia c’e’ tutto !!!
  • MATTEO VALENTI BEACH STADIUM VIAREGGIO
  • Email sito : viareggiobeachsoccer@libero.it
  • TUTTE LE NOTIZIE SUL BEACH SOCCER
  • VIAREGGIO BEACH SOCCER

L’Italia batte la Spagna ai rigori ed è CAMPIONE D’EUROPA.

La nazionale azzurra cerca la conferma di un europeo ai massimi livelli

 

tentando si alzare al cielo il trofeo continentale.
Dopo la vittoria sulla Bielorussia e poi su Russia e Ucraina manca ora la ciliegina sulla torta ovvero regalare ai tifosi italiani di questo sport un altra grande impresa. Sia per chi vive la finale allo stadio di Alghero, sia per chi non ha trovato posto ed è rimasto fuori dall’impianto e per tutti quelli che seguiranno questo evento in diretta diretta streaming dai siti web o in differita su Raisport questa sera.

La cronaca vede l’inizio di gara moto ritardato per il protrarsi delle gare precedenti ed il timore è che non si possa arrivare in fondo per la visibilità ma la gara ha inizio. Il primo tempo è molto equilibrato con le squadre che si affrontano con grande accortezza

Sono gli azzurri a portarsi in vantaggio nel secondo tempo con Frainetti bravo a sfruttare un tiro libero che si impenna sulla sabbia e batte Dona. Tre minuti dopo LLorenc, il giocatore della Spagna più temuto, riporta le furie rosse sul pari con un tiro dalla grande distanza che si  infila nel sette della porta di Carpita toccando il palo.
Il pareggio è il risultato di chiusura di seconda frazione e gara sempre in bilico.

Nel terzo tempo dopo un fallo da rigore dubbio non concesso, sul secondo fallo di mano gli arbitri decidono fdi assegnare il penalty. Sul teorico dischetto il decano Palmacci  che prende la mira ed insacca. La gioia azzurra dura davvero poco, ancora LLorenc riceve aplla da fallo laterale e con coordinazione perfetta gira in rete la rovesciata che vale il secondo pari, il risutlato che non cambia fino al fischio finale. Si va all’extra time. Gli azzurri hanno diverse occasioni con Gori, Ramacciotti e Zurlo ma la palla non entra.  Buio in campo per quanto attiene le reti  e fuori dal campo dove la luce è diventata davvero scarsa ma si va avanti ai calci di rigore per assegnare il titolo.
Inizia l’Italia e risponde la Spagna. Segnano tutti, in sequenza, Chiavaro, Gori, Zurlo, Frainetti, Corosiniti e Palazzolo ed ogni volta con Del Mestre e Carpita che si alternano fra i pali gli spagnoli segnano e pareggiano. La gara sembra non finire più.
Poi va sul dischetto Palmacci ed infila il secondo rigore di giornata. Replicano gli iberici con Josè Enrique. Il tirpo dello spagnolo è preciso verso il sette alla destra di Del Mestre che si allunga e con un grandissimo intervento riesce a deviare fuori la palla dalla porta azzurra. E’ l’apoteosi azzurra, i di Del Duca possono esultare e festeggiare un successo che arriva dopo tanti risultati importanti solo sfiorati.
Dopo il terzo posto dello scorso anno l’Italia sale di nuovo sul tetto continentale dopo 13 anni l’ultima ed unica volta accadde a Marsiglia nel 2005  e dopo l’altra finale persa nel 2010.
Oltre all’ex bianconero  Di Palma erano ben quattro  i viareggini in  questa nazionale. Gabriele Gori, Andrea Carpita, Simone Marinai e Dario Ramacciotti  che hanno effettuato questo straordinario percorso da giocatori del Viareggio beach soccer che, dopo aver vinto Coppa Italia, Supercoppa e scudetto, ed il titolo europeo di club con la squadra del Viareggio di Stefano Santini sono riusciti ora a centrare anche l’obiettivo del titolo continentale per nazionali.
Per i titoli singoli a Simone Del Mestre il titolo di Miglior portiere, allo spagnolo LLorenc quello di Miglior giocatore, al Bielorusso Bristhel il capo cannoniere dell’Europeo.

Italia-Spagna 9-8 dcr (0-0; 1-1; 1-1; 0-0)

Italia: Carpita, Chiavaro, Marinai, Ramacciotti, Corosiniti (Cap.), Zurlo, Gori, Palmacci, Palazzolo, Frainetti, Del Mestre. All: Emiliano Del Duca
Spagna: Dona, Antonio, Cintas, F. Guisado, Adri Frutos, Eduard, Llorenc, Chiky, David, Josè Enrique, Pablo. All: Joaquin Alonso

Arbitri: Pereira Almeida (Por), Borisevics (Let), Guenther (Ger). Crono: Utulu (Mal)
Reti: 7’st Frainetti (I), 10’st Llorenc (S); 9’tt rig. Palmacci (I), 9’tt Llorenc (S)
Note: sequenza rigori: Chiavaro (I) gol; Llorenc (S) gol; Gori (I) gol; Antonio (S) gol; Zurlo (I) gol; Chiky (S) gol; Corosiniti (I) gol; Cintas (S) gol; Frainetti (I) gol; Eduard (S) gol; Palazzolo (I) gol; Adri Frutos (S) gol; Palmacci (I) gol; Josè Enrique (S) parato

I risultati delle Finali dell’Euro Beach Soccer League

Finale 7°/8° posto: Azerbaigian-Ucraina 1-5
Finale 5°/6° posto: Svizzera-Bielorussia 5-7
Finale 3°/4° posto: Portogallo-Russia 7-6 dcr (4-4)
Finale 1°/2° posto: ITALIA-Spagna 9-8 dcr (2-2)

L’articolo di Figc:

L’Italia batte la Spagna ai rigori e sale sul tetto d’Europa. Fabbricini: “Una grande gioia”

Tredici anni dopo l’unico titolo Europeo conquistato nella sua storia e a otto anni di distanza dalla sconfitta in finale con il Portogallo, la Nazionale di Beach Soccer batte 9-8 la Spagna ai rigori al termine di una finale palpitante e si aggiudica la Superfinal dell’Euro Beach Soccer League. Quando Simone Del Mestre para l’ultimo penalty di una serie infinita di rigori, gli Azzurri possono finalmente esplodere di gioia, abbracciandosi sulla sabbia di Alghero mentre il pubblico che gremisce il Beach Stadium applaude l’impresa della squadra guidata dal Ct Emiliano Del Duca. Un successo che va a sommarsi al pass conquistato due giorni fa per i Giochi Europei di Minsk 2019, frutto di una cavalcata entusiasmante che ha visto l’Italbeach superare nell’ordine i Campioni d’Europa in carica della Russia e tre nazionali ai vertici del ranking come Bielorussia, Ucraina e Spagna.

“La vittoria europea degli Azzurri di Del Duca – il commento del Commissario Straordinario della FIGC Roberto Fabbricini – rappresenta una grande gioia. La Nazionale di Beach Soccer è un’eccellenza della FIGC e fa parte a pieno titolo della famiglia del calcio italiano. C’è grande soddisfazione per il successo europeo che mancava da 13 anni. Mi congratulo con tutti i protagonisti, giocatori e staff, e con la Lega Dilettanti, che ha creduto in questa disciplina in tempi non sospetti ed è sempre in prima fila nell’organizzazione di grandi eventi internazionali”.

Visibilmente emozionato il Ct Emiliano Del Duca, che dopo tanti trionfi alla guida del Terracina è riuscito a conquistare il titolo continentale alla sua prima stagione sulla panchina azzurra: “Dedico questo successo a tutti gli amanti del Beach Soccer, questo sport è meraviglioso come lo sono stati i ragazzi”.

Le emozioni della finale, remake della finalina per il terzo posto di un anno fa a Terracina vinta sempre dall’Italia ai rigori, sono tutte in coda. Dopo un primo tempo anestetizzato dalla Spagna attraverso continui retropassaggi al portiere, l’Italbeach si porta avanti a metà del secondo parziale grazie ad una punizione trasformata da Alessio Frainetti. Il vantaggio dura però solo quattro minuti perché Llorenc dalla distanza supera Carpita con un gran sinistro al volo. Il botta e risposta prosegue poi nel terzo tempo: Palmacci all’8 trasforma il rigore del 2-1, realizzando il suo 204° gol in Nazionale, ma pochi secondi dopo ancora Llorenc in rovesciata firma il 2-2. Dopo il supplementare si va ai rigori, una serie infinita che vede andare in gol nell’ordine Chiavaro, Gori, Zurlo, Corosiniti, Frainetti, Palazzolo e Palmacci. L’ultimo acuto è però di Simone Del Mestre, che in tuffo respinge il penalty di José Enrique e manda l’Italbeach in paradiso.
Foto: Bsww