• Benvenuti nel sito del Viareggio Beach soccer.
  • CAMPIONI D’EUROPA NEL 2016
  • CAMPIONI D’ITALIA NEL 2016
  • Vincitori DELLA Coppa Italia NEL 2012 e NEL 2016
  • Vincitori della Supercoppa italiana NEL 2018
  • …a casa mia c’e’ tutto !!!
  • MATTEO VALENTI BEACH STADIUM VIAREGGIO
  • Email sito : viareggiobeachsoccer@libero.it
  • TUTTE LE NOTIZIE SUL BEACH SOCCER
  • VIAREGGIO BEACH SOCCER
Mythos 2014 .

Mythos 2014 .

Ferragosto al Beach Stadium.mythos2

Mythos 2014 non una festa. La festa!!!

Organizzata da Brazebo e Viareggio Beach soccer all’interno del Beach Stadium Matteo Valenti che per un giorno ha tralasciato le caratteristiche sportive per diventare il più incredibile teatro discoteca su sabbia.

Un evento unico ed incredibile benedetto da tutti gli dei dell’olimpo . Ed oggi al beach stadium ce n’erano davvero tanti.

Quanti eravamo. Boh e chi lo sa .  Mettiamo qualche foto provate a contarci….
Tutte le immagini di oggi nella sezione “foto” del sito.mythos4

Vittoria!!!! I Click piu belli di Andrea Nesti

Vittoria!!!! I Click piu belli di Andrea Nesti

Abbiamo finito di caricare le Vostre  foto.
Abbiamo realizzzato 5999 scatti in 4 giorni di Coppa. Con le gare, gli atleti, gli spettatori, gli ospiti. Ne abbiamo scelte solo 1530per motivi di spazio sperando di aver accontentato tutti Le abbiamo divise in dieci cartelle per favorirne la consultazione e lo scarico. Se Vi manca qualche immagine scrivete a Viareggiobeachsoccer@gmail.com e ve le mandiamo Buon divertimento. queste le cartelle che avrete a disposizione nella gallery.
1) VBS – Caanalicchio
2) VBS – Mare di Roma
3) La Coppa Italia 2012 Personaggi atleti squadre
4) VBS – Terracina
5) VBS – Catania La finalissima
6) Babes – Le immagini del nostro corpo di ballo.
e poi le cartelle con gli scatti di Andrea Nesti:
7) La coppa Italia – Le acrobazie, lo spettacolo,il pubblico di Andrea Nesti
8 )  Viareggio Beach Soccer – Le gare della VBS di Andrea Nesti
9) La finalissima Dalla battaglia all’esultanza di ANdrea Nesti
10) La vittoria di Andrea Nesti.

CAMPIONI. Il Viareggio Beach Soccer vince la Coppa Italia 2012.

CAMPIONI. Il Viareggio Beach Soccer vince la Coppa Italia 2012.

IL VIAREGGIO BEACH SOCCER HA VINTO LA COPPA ITALIA 2012

Non abbiamo più il fiato per commentare quanto visto oggi al Matteo Valenti Stadium e non sappiamo da dove cominciare. Quando il mister Stafano Santini sul 3 a 1 per Catania ha urlato ai suoi ragazzi: Oggi vinciamo noi ragazzi anche se fanno il quarto gol  hanno finito abbiamo preso noi il campo. Tranquiilli vinciamo noi. Accelleriamo. Oltretutto con Ramacciotti espulso, uno dei pezzi di sicuro affidamento. Un sogno, una speranza, un utopia. No il mister ci aveva visto.Il quarto gol è arrivato subito dopo: Ma poi la rimonta, grande strepistosa straordinaria. Il bomber Gori, il capitano Simone Marinai,  il gladiatore Di Palma ed il veterano dell’area Gianni Florio  trovano gol a ripetizione e ribaltano il risultato e siamo al 2°minuto del terzo tempo v’e’ ancora una vita di gioco. Ma sopra tutto esplode il Matteo Valenti Beach Stadium. Il pubblico si entusiasma  alla rimonta bianconera e anche la torcida è servita. Mille persone all’ unisono sospingono i bianconeri in un’esaltazione collettiva fatta di canzoni del carnevale e forza Viareggio all’unisono. In quel momento ho ripensato al Circo Massimo di Roma, 2010 Catania – Vbs. Spettatori: uno !!   Viaareggio,  che spettacolo che sei, capace di grandi polemiche ma anche di cuore e amore come nessuno. Con il gol di Florio Catania barcolla ma ci prova e si scopre. E il Viareggio approfitta, il capitano recupera palla e parte in contropiede e infila. 6 a 4.  La tribuna in coro fa accapponare la pelle ed il “coriandolo  vola” altissimo spinto da mille voci unite nel cielo di Viareggio. A spegnerle ci pensa Platania il capitano indomito dei siciliani accorcia ancora  le distanza e Tin Tin Gori rinasce e trova ancora  un’altr abellissima,  straordinaria doppietta e  da disc Jockey provetto rimette subito il disco nel Juke Box: E la muscia riparte. Il Matteo Valaenti Beach Stadium è un inferno, un bolgia, roba da non credere. Mai il pubblico era stato così vicino a questa squadra: un grande regalo, un feeeling nuovo, un grande entusiasmo. Catania reagisce ancora il suo condottiero Belchior acccorcia  le distanze e poi le accorcia ancora. Ma manca poco. Si sente solo “fino alla fine forza Viareggio” con gli occhi sul tabellone luminoso che scandisce i secondi, gli ultimi. Quando il coro finisce è solo per lasciare il posto al conto alla rovescia, dieci, nove otto……tre, due uno zero. Non è Capodanno. E’ tutto vero. E’ Coppa Italia 2012. Grandi. Grandi tutti. Vorremmo abbracciarvi tutti e mille, tutti, da Stefano Santini ai giocatori all’ultimo sulla tribuna, tutti, tutti voi  che avete condiviso con noi la nostra passione e scritto con noi la nostra storia. Invece ne abbracceremo uno solo, con il cuore. Grazie Matteo.

Online in fototgallery le foto di oggi e della festa dopo gara.

Il commento ufficiale di LND:

Finale 1°-2° posto

Catania-Viareggio 7-8 (3-1, 1-3, 3-4)

Catania: Bua, Franceschini, Fred, Rafinha, Zagami, Platania, Bosco, Belchior, Caruso, Tedeschi, Fazio, Juninho. All. Belluso.
Viareggio: Carpita, Romanini, Ramacciotti, Di Tullio, Simone Marinai, Florio, Stefano Marina, Gori, Valenti, Di Palma,  Marrucci, Battini.
All. Santini.
Arbitri: Polito di Aprilia e Balacco di Padova.
Reti: 4′ pt Fred (C), 5′ Gori (V), 5′ pt Belchior (C), 6′ Juninho (C), 3′ st Belchior (C), 5′ st Gori (V), 12′ st Simone Marinai (V),
12′ st Di Palma (V), 2′ tt Florio (V), 2′ tt Simone Marinai (V), 3′ tt Platania (C), 5′ tt Gori (V), 7′ Gori (V), 10′ tt Belchior (C),
12′ tt Belchior (C). Note: Espulsioni: Ramacciotti al 5′ pt per aver interrotto una chiara azione da gol e Platania al 4′ tt per
doppia ammonizione. Ammoniti: Fred e Platania (C). Di Tullio, Valenti e Marrucci (V).

Pubblico delle grandi occasioni per la finalissima della Coppa Italia Enel. Il Viareggio nei primi minuti sembra un po’ disorientato, complice la posta in palio, e si fa sorprendere in occasione del colpo di testa di Fred, solo all’altezza del secondo palo. I bianconeri però dimostrano un carattere non da poco e, trascinati dai loro fans, raggiungono immediatamente il pari con una punizione di bomber Gori. Poco dopo l’emozione del palcoscenico fa brutti scherzi all’airone di Torre del Lago che interviene di mano sulla linea di porta a Carpita battuto per impedire la rete di Fred. Il portoghese Belchior si incarica di battere il rigore e lo trasforma spiazzando l’estremo difensore avversario. In inferiorità numerica i toscani vacillano e subiscono il terzo gol etneo con Juninho che pesca l’incrocio dei pali dalla distanza. I padroni di casa provano a reagire con il solito Gori e sempre su calcio da fermo al 7′, stavolta però Bua si distende e riesce a deviare il pallone. Col passare dei minuti aumenta lo spettacolo e prima Marina, poi Juninho si meritano gli appalusi della Beach Arena per due conclusioni sfortunate. Il riposo fa bene ai bianconeri che tornano nell’Arena più agguerriti che mai. Al 2′ un caparbio Valenti colpisce il palo, poi Di Palma sbaglia di poco il tempo davanti al neoentrato Caruso. Nel momento più difficile però Catania rialza la tesa da grande squadra quale è e con Belchior su punizione capitalizza al massimo portandosi a +3 nel punteggio. Viareggio non esce dalla partita e lo dimostra al 5′ con Gori che si guadagna un calcio da fermo dal limite e lo trasforma. Poco dopo Battini compie un vero e proprio miracolo chiudendo in tuffo lo specchio della porta ad uno scatenato Juninho. Sull’altra versante compie un altro straordinario intervento Caruso sul solito Gori ed il risultato rimane sempre sul 4-2 per i catanesi. Per vedere un altro gol bisogna aspettare il 12′ con Simone Marinai che riceve direttamente da Battini un pallone invitante e costringe al rigore Fred. Dal dischetto è implacabile e porta 3 le reti dei toscani. A 8” dal secondo riposo esplode letteralmente lo stadio quando Di Palma segna ancora su punizione e porta Viareggio sul risultato di parità (4-4). Sull’onda dell’entusiasmo, i padroni di casa continuano ad attaccare al 2′ mettono la freccia, ancora su punizione, con Gianni Florio che regala il vantaggio ai suoi. Al Catania serve la scossa, ci pensa Juninho 1′ con una conclusione dalla distanza sulla quale Carpita compie un miracolo, ma sul corner conseguente capitan Platania la butta dentro di cuore riportando sotto i rossoazzurri. Al 4′ la gara prende la direzione sperata da mister Santini e da tutto il pubblico viareggino perché Platania compie un fallo sulla ripartenza di Di Tullio e viene espulso per doppia ammonizione. In inferiorità numerica Gori scrive la parola fine sulla gara ribadendo in rete un tiro di Marrucci respinto da Bua. Prima del triplice fischio c’è ancora tempo per un’altra strepitosa parata di Carpita e per un missile terra-aria di Gori che vale l’ottavo gol. Nel finale la grinta e la classe del Catania si fa valere, protagonista il solito Belchior che segna ancora due gol, ma ormai è troppo tardi e Viareggio può esplodere di gioia.

Impresa storica: E’ finale di Coppa Italia.  Battuti i campioni d’Italia.

Impresa storica: E’ finale di Coppa Italia. Battuti i campioni d’Italia.

Se serviva uno spot per il Beach Soccer bastava essere oggi pomeriggio al Beach Stadium di Viareggio seduti comodamente in tribuna a guardarsi la semifinale di Coppa Italia fra Viareggio ed i campioni d’Italia del Terracina. Non solo campioni ma vincitori di tutto nel 2011 Campionato, Coppa Italia e Supercoppa italiana Una partita per cuori forti, tutta ritmo e grinta, corsa e qualità che ha consegnato ai bianconeri la finalissima di Coppa Italia. Era la partita della verità. la partita che doveva raccontare se i ragazzi del vialone erano cresciuti ed erano diventati grandi. La partita che doveva sovvertire una regola, quella della bella squadra giovane e rivelazione che però ancora non era pronta ed esperta per le grandi sfide. Ancora un anno di più, ancora le presenze per molti in nazionale giuste per fare esperienza. C’era solo da capire se eravamo ancora solo quelli del vialone o eravamo cesciuti. Ed oggi davanti ad oltre 1000 spettatori davanti ad un Beach stadium gremito è arrivato il momento della svolta. Il pubblico festante e rumoroso ha fatto da cornice strepitosa al successo dei bianconeri. Un successo maturato col cuore, con la caparbietà e con il coraggio dei grandi. Sotto di due reti subito in apertura per poi scaricare una rimonta fantastica. Dallo 0-2 al 4 a 2,  un capolavoro tattico della squadra trascinata da Gabriele Tin Tin Gori autore delle quattro reti viareggine. Poi la paura di vincere, il chiudersi indietro per la difesa del risultato con i laziali che davano tutto tant’è che il brasiliano Bruno è stato costretto addirittura a lasciare il campo crollato per lo sforzo. E quando pareva fatta, il ritorno inatteso di Terracina, a pochi secondi dalla fine,  per ristabilire una parità a cui nessuno credeva più. Poi i rigori: Gori in gol, Feudi che che pareggia. Florio che con disinvoltura mette  dentro e poi Palmacci , il cui tiro trova le manone protese di Alessio Battini (nella foto) per la parata che vale la finalissima. Per giocarci un sogno,insieme al pubblico di oggi: Grandissimo.
In gallery le foto della gara.

Il commento ufficilae di LND:
Terracina-Viareggio 5-6 dcr (2-0, 0-2, 2-2)

Terracina: Spada, Simone Olleia, Matteo Olleia, Del Duca, Feudi, Frainetti, D’Amico, François, Bruno, Palma, Palmacci, Minchella. All. Del Duca. Viareggio: Carpita, Romanini, Simone Marinai, Ramacciotti, Florio, Stefano Marinai, Marrucci, Battini, Di Palma, Gori. All. Santini. Arbitri: Buscema di Udine e Bonavita di Forlì. Reti: 8′ pt Palma (T), 11′ pt Palmacci (T), 5′ st Gori (V), 8′ st Gori (V), 2′ tt Gori (V), 3′ tt Gori (V), 9′ tt Palma (T), 12′ tt Palma (T). Note: Ammoniti: Battini (V), Palma (T). Sequenza rigori: Gori (gol), Feudi (gol), Florio (gol), Palmacci (parato).
Pubblico delle grandi occasioni per la semifinale che ha visto contrapporsi Terracina e Viareggio. I giocatori in campo lo ripagano con giocate spettacolari fin dai primi minuti. Protagonisti da una parte e dall’altra Gori e Bruno: il primo calcia su punizione ma la palla s’impenna sulla sabbia a portiere battuto, il secondo conclude di potenza e colpisce la traversa della porta viareggina. Le due squadre si equivalgono, ma all’8′ Frainetti confeziona un cross perfetto dalla sinistra per Palma al quale non resta altro che appoggiare in rete sul secondo palo. Terracina acquista fiducia e confeziona un raddoppio spettacolare con il tuffo in acrobazia di Palmacci che corregge in volo il rinvio lungo di Spada. Le squadre vanno al primo risposo sul 2-0, ma Viareggio rientra in campo molto determinata ed accorcia le distanze al 5′ quando Ramacciotti si esibisce in una rovesciata prolungata sempre in acrobazia dal funambolo Gori. Sono emozioni allo stato puro allo stadio della Darsena con il portiere di casa Battini che esce dall’area con la palla in mano, ma si fa perdonare parando miracolosamente la punizione del brasiliano Bruno. Sul capovolgimento di fronte ancora Gori pericoloso, ma il suo tiro è deviato in angolo da Spada. Il bomber toscano ci riprova ocn maggior fortuna all’8′ e stavolta lascia partire un missile che non lascia scampo al portiere della Nazionale italiana. I pontini reagiscono all’11’ con Del Duca che devia in porta una punizione di François da distanza siderale, ma Battini non si fa sorprendere. La terza frazione si apre con un brivido per Spada: Ramacciotti compie una delle sue cavalcate sulla fascia destra, arriva al tiro incrociato e manca la porta laziale di pochi centimetri. Ancora toscani in avanti con Gori sul cui tiro si esalta Spada che devia in angolo. La punta del Viareggio non demorde e per segnare la sua terza rete s’inventa un numero da circo con una rovesciata direttamente su rinvio del portiere. Esplode il Matteo Valenti Beach Stadium. Non passa molto ed il solito Gori sfrutta l’errore in disimpegno di François portando a 4 le reti dei padroni di casa. Quando mancano 3′ alla sirena la caparbietà di Palma sottoporta viene premiata ed i pontini si riportano a -1. Il pubblico di casa rimane con l’urlo strozzato in gola 1′ dopo quando Di Palma compisce la traversa. Le emozioni non finiscono e Battini è chiamato ad un miracolo per respingere la conclusione di Palmacci. Poi succede l’inverosimile con il man of the match terracinese Palma (tripletta per lui) che pesca l’angolino alto alla sinistra dell’estremo difensore viareggino. Un gol che vale oro, un gol che porta l’incontro ai calci di rigore. Nella lotteria dei tiri dal dischetto passa Viareggio, i campioni in carica sono costretti a cedere il passo a causa dell’errore di Palmacci.

Tutte le foto della Coppa Italia 2012.

Tutte le foto della Coppa Italia 2012.

Ricordiamo ai nostri utenti che alla fine della Coppa Italia 2012 potrete trovare nella sezione Gallery / Foto di questo sito tutti gli scatti realizzati durante i quattro giorni di gare a Viareggio. Intanto sono già disponibili alcuni scatti, li potete trovare nella Gallery o sul canale fotografico del Viareggio Beach Soccer su Flicker. Basta cliccare in home page sulla icona bianca in alto a destra contraddistinta dai due pallini rosso e azzurro. Le immagini sono divise per cartelle:
Le gare del Viareggio Beach Soccer
Babes (Momenti showtime)
La Coppa Italia 2012
Press (Gli articoli sulla Coppa)
e poi la Coppa di Andrea Nesti (Oltre 2000 foto con le immagini di Coppa dove ci siete proprio tutti…o quasi)
Le foto possono esseere liberamente scaricate nel formato desiderato anche ad alta risoluzione per uso privato. Per l’utilizzo pubblico è gradita la segnalazione della fonte. Per maggiori informazioni potete contattare viareggiobeachsoccer@gmail.com