• CAMPIONI D’EUROPA 2016
  • CAMPIONI D’ITALIA 2016
  • Vincitori della Coppa Italia 2016
  • I ragazzi del muraglione.
  • Tutte le notizie sul Beach Soccer
  • Benvenuti nel sito del Viareggio Beach Soccer
  • MATTEO VALENTI BEACH STADIUM VIAREGGIO
  • Email sito : viareggiobeachsoccer@libero.it
  • V I A R E G G I O B E A C H S O C C E R N E W S
Catania: Amichevole Italia – Iran 4-3 all’extra time. Nella seconda 5-4 ancora all’extratime  per gli azzurri in rimonta.

Catania: Amichevole Italia – Iran 4-3 all’extra time. Nella seconda 5-4 ancora all’extratime per gli azzurri in rimonta.

250 italia - iranLa nazionale italiana di Beach Soccer ha battuto ieri sera nella prima amichevole a Catania  la rappresentativa dell’Iran nel primo dei due confronti previsti dal programma.   Per gli azzurri il primo gol della stagione 250 marinaidi Matteo Marrucci con un tiro al volo poi il gol di Palmacci su tiro libero con cui si è concluso il secondo tempo, Dopo il 2-3 iraniano , pareggio di Marinai ancora su tiro libero prima della chiusura dei tempi regolamentari. All’extra time 250 goriGabriele Tin Tin Gori ha regalato  la vittoria alla squadra azzurra.

Stasera  si sono ritrovate di fronte le due formazioni per la seconda gara in programma. Partenza migliore dell’Iran che chiude in vantaggio il primo tempo sul 2 a 0 . Nella ripresa Gori accorcia ma l’Iran torna avanti di due e così si chiude il secondo tempo. Nel terzo tempo, prima Marinai, poi Di Palma riportano gli azzurri in pari ma a otto primi dal termine gli asiatici si riportano nuovamente avanti sul 4-3. Lo stesso punteggio di ieri ma  a parti invertite fino a 26 secondi dalla fine quando ancora Tin Tin Gori pareggia di nuovo.
Nell’extra time, rigore per gli azzurri, il portiere ribatte il tiro,ma ancora Gori replica in rete il gol che vale la vittoria per 5 a 4.
Foto:  Michela PH Tomasino

 

 

Viareggio campione d’Europa nel Beach Soccer! (Rassegna stampa)

Viareggio campione d’Europa nel Beach Soccer! (Rassegna stampa)

CRONACA LA NAZIONE di martedì 31 maggio

SPORT LA NAZIONE di lunedì 30 maggio

Articolo da Viareggino.com

di Simone Ferro

Un risultato pazzesco quello che ha ottenuto il Viareggio Beach Soccer. Contro ogni aspettativa della vigilia, i bianconeri hanno vinto la Euro Winners Cup, l’equivalente della Champions League nel calcio. A Catania la squadra allenata da Stefano Santini (che vanta in rosa quasi solo ed esclusivamente giocatori del posto, tranne il formidabile straniero Ozu Moreira, capitano della nazionale giapponese) ha vissuto una settimana da leggenda. Dopo aver superato brillantemente la fase a gironi facendo il pieno (9 punti in 3 partite contro i tedeschi del Rostocker Robben, i forti russi del Krylya Sovetov ed i lettoni del Bfk Zep), la Vbs ha eliminato gli israeliani del Falfala Kfar Qassem agli ottavi, i russi del Lokomotiv Mosca ai quarti, i portoghesi del Braga in semifinale (ai rigori) e infine gli ucraini dell’Artur Music nella finalissima (anche qui vincendo ai rigori, dopo il 6-6 in partita).

Così Viareggio entra a suo modo nella storia dello sport toscano. Infatti dopo quelli di Follonica nell’hockey su pista, Fiorentina nella pallanuoto femminile e Grosseto nel baseball, ora anche il Viareggio nel Beach Soccer ha il suo titolo europeo e può dunque vantarsi di essere un club laureatosi «campione d’Europa».
Questa Euro Winners Cup 2016 si aggiunge nella bacheca del Viareggio Beach Soccer alla Coppa Italia vinta nel 2012.
E presto i «ragazzi del Muraglione» sperano di poter festeggiare magari anche quello scudetto così tanto inseguito specie negli ultimi anni. Intanto ci si esalta con questa ‘Champions’ appena conquistata, la cui dedica va sempre inevitabilmente a quel Matteo Valenti che non c’è più, «colui da cui tutto è partito».

Ma vediamoli allora i 12 eroi della Vbs che sono saliti sul tetto d’Europa: i portieri Andrea Carpita e Gabriele D’Onofrio; i difensori Ozu Moreira e Michele Gemignani; i laterali Simone Marinai (capitano), Dario Ramacciotti, Gianmarco Genovali, Stefano Marinai e Daniele Cinquini; gli attaccanti Gabriele Gori (premiato come capocannoniere di questa massima rassegna continentale con ben 18 reti in 7 gare), Giacomo ‘Jeky’ Valenti e Alessandro Remedi.
Nello staff tecnico, oltre all’allenatore Stefano Santini, hanno preso parte a questa spedizione catanese il preparatore dei portieri Emiliano Diridoni, il dirigente accompagnatore Giansimone Leonildi ed il fisioterapista Vania Gianni.
Inoltre con la squadra a Catania c’erano pure il presidente Giancarlo Carpita, Lirio Valenti e Gloria Puccetti, Sergio Marinai e i due super-tifosi Junior & Mascella.
Notevole anche il tifo a distanza, coi tanti supporters viareggini che si sono ritrovati al pub ‘Il Polpo’ in Darsena per sostenere davanti alla tv i loro amici-beniamini.

E da via Coppino di Viareggio alla Beach Arena di Catania riecheggia un unico grande coro: «Siamo noi, siamo noi, i campioni dell’Europa siamo noi!».POLPO (1)

Grazie «ragazzi del Muraglione»!

Foto: Aldo Umicini

POLPO (2) POLPO (3)

Nazionale Beach Soccer: stasera la prima delle due amichevoli con l’Iran

Nazionale Beach Soccer: stasera la prima delle due amichevoli con l’Iran

Primo giorno di raduno per la Nazionale di Beach Soccer, che domani inaugura la stagione a Catania (ore 21) con la prima delle due amichevoli con l’Iran (la seconda gara è in programma mercoledì alle 21).
Sono 12 gli Azzurri convocati dal tecnico Massimo Agostini e tre di loro, Ramacciotti, Marinai e Gori, sono freschi vincitori dell’Euro Winners Cup 2016, la Champions League del Beach Soccer che ha visto il trionfo di Viareggio grazie al successo in finale ai rigori sugli ucraini dell’Artur Music.

“Ho fatto i complimenti ai ragazzi del Viareggio – dichiara Agostini – ma tutti i nazionali hanno ben figurato nel torneo. Per queste due amichevoli chiedo ai miei giocatori il massimo impegno e il solito attaccamento alla maglia azzurra, so che vengono da partite molto impegnative e tirate, ma le gare con l’Iran mi serviranno per fare le mie valutazioni in vista dell’Eurocup di Belgrado e della prima tappa dell’Europeo in Russia”.

Dieci dei 12 convocati per le amichevoli con l’Iran sono stati protagonisti l’anno scorso del successo ai Giochi del Mediterraneo sulla spiaggia e della medaglia d’argento ai Giochi Europei di Baku, senza dimenticare il quarto posto al Mondiale portoghese: “Il nucleo c’è ed è molto forte – conferma Agostini – negli stage ho valutato 5/6 giocatori e due di loro, Chiavaro e Savarese, sono qui a Catania. Adesso aspetto conferme”.

L’elenco dei convocati

Portieri: Simone Del Mestre (Catania Beach Soccer), Stefano Spada (Terracina Beach Soccer);
Difensori: Alfio Chiavaro (Catania Beach Soccer), Matteo Marrucci (Pisa Beach Soccer), Dario Ramacciotti (Viareggio Beach Soccer);
Centrocampisti: Francesco Corosiniti (Catania Beach Soccer), Michele Di Palma (Pisa Beach Soccer), Alessio Frainetti (Terracina Beach Soccer), Simone Marinai (Viareggio Beach Soccer), Paolo Palmacci (Terracina Beach Soccer);
Attaccanti: Gabriele Gori (Viareggio Beach Soccer), Giovanni Savarese (Terracina Beach Soccer).

Staff. Capo Delegazione: Alberto Mambelli; Dirigente Accompagnatore: Ferdinando Arcopinto; Tecnici: Massimo Agostini, Emiliano Del Duca, Antonino Nosdeo; Segretario: Fabio Ferappi; Medico Federale: Alvise Clarioni; Fisioterapista: Giuliano Gepponi; Magazziniere: Emilio Basili.

 

 

Fonte : Figc.it

EWC: Viareggio sul tetto d’Europa!

EWC: Viareggio sul tetto d’Europa!

Viareggio si prende la terza edizione della Champions League d Beach Soccer battendo ai rigori gli ucraini dell’Artur Music al termine di una partita bella ed emozionante. I ragazzi di Stefano Santini non hanno mai mollato rincorrendo gli avversari per tutta la gara fino al centro di Marinai a 1’ dal termine. Ai rigori decisivo l’errore di Zborovskyi e la realizzazione di Carpita a suggellare un torneo di spessore del portiere viareggino. Nei tempi regolamentari la doppietta di Ramacciotti, le firme di Ozu Moreira, Valenti, Gori e Marinai hanno replicato ai gol degli avversari, tra cui il nazionale ucraino Borsuk, lo svizzero ex Catania e Terracina Stankovic. Gabriele Gori ha chiuso il torneo come capocannoniere con 18 gol in sette partite. Dopo lo strapotere russo quindi Viareggio è la prima squadra a conquistare la Euro Winners Cup. Risultato molto apprezzato dal Presidente della LND Antonio Cosentino che da delegato del beach soccer ha praticamente accompagnato la nascita e la crescita di questo sport.
Un cammino in crescendo quello del Viareggio che sulla sua strada ha trovato e superato quasi tutta la nazionale russa (Krylya e Lokomotiv), una delle più forti al mondo, e in semifinale la nazionale del Portogallo travestita dal nome Braga. Una multinazionale del beach soccer questa che ha dato filo da torcere al Viareggio fino ai calci di rigore. Una gara dominata dai ragazzi del “Muraglione”, stavolta con i gol di Ramacciotti, e ripresa dal Braga solo all’ultimo secondo grazie al portoghese Be Martins e all’inferiorità numerica per l’espulsione di Marinai. Ai rigori Viareggio ha dimostrato una freddezza da grande squadra mentre gli avversari sono stati ipnotizzati da Carpita. E che avversari, i campioni del mondo portoghesi Leo, Be Martins, Ze Maria, Torres e Bruno Novo (Samb), la scarpa d’oro del Mondiale Taiarui (Tahiti) e l’ex nazionale spagnolo pluridecorato Amarelle. Tutti giocatori che hanno vestito o vestono le maglie di club italiani, segno che nel nostro paese si gioca il campionato più impegnativo del mondo.

I padroni di casa della Domusbet Catania chiudono la manifestazione al quarto posto perdendo la finale di consolazione con il Braga. Un solo gol di scarto ha fatto la differenza. I gol del Catania tutti di firma portoghese-brasiliana, doppietta di Jordan, centri di Rodrigo, Gabriel e Fred.
Il Catania ha perso per mera casualità la gara cruciale, la semifinale con gli Svizzeri dell’Artur Music. All’extra time il giocatore del Pisa e nazionale rossocrociato Ott ha firmato la rete decisiva vanificando la rimonta mozzafiato degli etnei aperta e chiusa da Rodrigo. Nel mezzo la rete dell’ex Stankovic, quella di Korniichuk e del brasiliano Fred che aveva rimesso in carreggiata Catania.

Terracina si prende il settimo posto superando ai rigori i campioni russi del Krylya. I gol dei brasiliani ex Milano Bokinha e Catarinho non sono bastati per fermare la verve realizzativa di Palmacci, Frainetti, Souza e Perera. Bene “Pablito” Palmacci in forma mondiale a segno 13 volte nel torneo. Ok il nuovo innesto ex Samb Nelito che ha chiuso la competizione a 12 gol.

EWC: RISULTATI DELLE ITALIANE
Fase a gironi
1^ giornata – Lunedì 23 maggio
Girone A
Zwolle-DOMUSBET CATANIA 1-9
Reti: 2 Gabriel, Rodrigo, Zurlo, 1 Jordan, Fred, Maradona Jr
Atlas-Bate Borisov 2-4
Girone C
Rostocker Robben-VIAREGGIO 3-6
Reti: 4 Gori, 1 Ozu Moreira, Remedi
BFK Zep-BSC Krylya Sovetov 1-8
Girone D
Winti Panthers-TERRACINA 4-6
Reti: 2 Perera, 1 Nelito, Palmacci, Olleja S., Olleja M.
Falfala Kassem-Odesos 8-2
2^giornata – Martedì 24 maggioLWE39319
Girone A
Atlas-Zwolle 6-4
DOMUSBET CATANIA-Bate Borisov 6-5
Reti: 3 Zurlo, 2 Rodrigo
Girone C
Rostocker Robben-BFK Zep 6-5 det
BSC Krylya Sovetov-VIAREGGIO 5-6
Reti: 2 Gori, Remedi, Valenti, Ozu Moreira, Ramacciotti
Girone D
Falfala Kassem-Winti Panthers 7-2
TERRACINA-Odesos 7-4
Reti: 4 Palmacci, Nelito, Souza, S. Olleja
3^giornata – Mercoledì 25 maggio
Girone A
Bate Borisov-Zwolle 9-1
DOMUSBET CATANIA-Atlas 7-1
Reti: 2 Fred, Jordan, 1 Zurlo, Rodrigo, Gabriel
Classifica: DOMUSBET CATANIA 9 punti; Bate Borisov (Blr) 6; Atlas (Gre) 3; Zwolle (Ola) 0
Girone C
VIAREGGIO-BFK Zep 7-1
Krylya Sovetov-Rostocker Robben 6-3
Classifica: VIAREGGIO 9 punti; Krylya Sovetov (Rus) 6; Rostocker Robben (Ger) 2; BFK Zep (Let) 0
Girone D
Odesos-Winti Panthers 4-0
TERRACINA-Falfala Kassem 5-2
Reti: 4 Nelito, Palmacci
Classifica: TERRACINA 9 punti; Falfala Kassem (Isr) 6; Odesos (Bul) 3; 0 Winti Panthers (Svi) 0

OTTAVI DI FINALE
Giovedì 26 maggio
Chargers Baselland-Melistar 8-3
Braga-Bate Borisov 5-2
Lokomotiv Moscow-Omida Hemako 9-3
Artur Music-Grembach Lodz 4-2
Terracina-Permoferm Costanta 11-3 (3 Nelito, 2 Palmacci e Frainetti, 1 Souza, Perera, Simonelli, Cesar)
Viareggio-Falfala Qassem 6-4 (3 Gori, Remedi, Genovali, Ramacciotti)
Kristall-Krylya Sovetov 5-6
DomusBet Catania-Gyongyos 5-3 (2 Jordan, Rodrigo, Chiavaro, Palazzolo)

QUARTI DI FINALE
Venerdì 27 maggio
Terracina-Artur Music 4-6 (2 Nelito, Palmacci, Souza)
Viareggio-Lokomotiv 5-4 (3 Gori, Ramacciotti, Remedi)
Krylya Sovetov-Braga 5-6 dcr (3-3)
Domusbet Catania-Chargers Baselland 2-1 (Rodrigo, Gabriel)

SEMIFINALI
Sabato 28 maggio
(5^/8^ posto) Charger Baselland-Terracina 6-5
Viareggio-Braga 8-7 dcr (3-3)
Domusbet Catania-Artur Music 3-4 dts

FINALI
Domenica 29 maggio
(8^/7^ posto) Terracina-Krylya Sovetov 10-9 dcr (5-5)
(3^ e 4^ posto) Domusbet Catania-Braga 4-5
(1^ e 2^ posto) Artur Music-Viareggio 12-13 dcr (6-6)

Fonte: Figc/LND
Foto: Lea Well per BSWW

C A M P I O N I     D’ E U R O P A

C A M P I O N I D’ E U R O P A

Riesce al Viareggio Beach Soccer la storica impresa di vincere inaspettatamente il titolo continentale. Alla Beach Arena LWE39319di Catania dopo la settima gara in sette giorni i ragazzi del muraglione, partiti assolutamente senza i favori del pronostico sono cresciuti, match dopo match,  vincendo tutte le partite fino a conquistare il titolo nella  finalissima ai calci di rigore ad oltranza. Un trionfo di Viareggio. a parte il giapponese  Ozu Moreira in squadra su dodici giocatori undici di Viareggio e fra   questi un 92 un 93 e tre ’94.  Una squadra giovanissima che guidata da uno Stefano Santini caparbio ed inesauribile conquista il titolo voluto sofferto e aggredito per sette giorni.

Gabriele Gori  ancora re dei cannonieri
LWE39141C’è anche un impresa personale  nella serata fantastica dei ragazzi del muraglione. L’impresa speciale è quella di Gabriele Gori che si è aggiudicato anche il tiolo di capo Cannoniere del torno continentale. All’ucraino Sidorenko il miglioor portiere, al catanese Rodrigo il titolo di Miglor giocatore del torneo.

Il Commento alla gara da Versilia Today di Gabriele NOLI
La vittoria è loro, dei ragazzi del Muraglione. Di chi li allena (Stefano Santini meriterebbe una statua per tutto ciò che ha trasmesso in campo e prima ancora fuori), di chi li sostiene a parole e coi gesti. Non è della città, neppure di chi si è accorto di loro nel momento più semplice possibile, il giorno della finale di Champions League. Euro Winners Cup sarebbe la denominazione corretta. In certe circostanze la forma si lascia volentieri da parte, si preferisce la sostanza. Il Viareggio è campione d’Europa. Una frase da ripetere come un mantra. LWE38752Una, dieci, cento, mille volte. E poi ancora. Sino allo sfinimento. Da Matteo Valenti e dalla sua ingiusta, prematura morte è iniziato un cammino che ha portato quei viareggini che indossano, fieri e valorosi, la maglia bianconera, dove neppure potevano immaginare. “C’è nelle cose umane una marea che colta al flusso mena alla fortuna: perduta, l’intero viaggio della nostra vita si arena su fondali di miserie”. In questo breve, ma significativo passaggio del “Giulio Cesare” di Shakespeare è riassunta l’essenza di un gruppo che ha compreso che non bastano il tocco leggiadro, la finta intelligente e il passaggio illuminante per scrivere le pagine di una storia della quale loro stessi sono stati i veri artefici. La LWE39276vittoria ai rigori contro l’Artur Music ha fatto godere immensamente quei tifosi che la VBS non la seguono per hobby, né per convenienza. La seguono perché ce l’hanno a cuore. E nel cuore. Erano riuniti al “Polpo”. Non erano tanti, non erano molti. Erano tutti. E per diversi minuti sono rimasti senza parole, specie dopo l’avvio shock con gli ucraini avanti 2-0 dopo due minuti. Il fuoco dentro di loro non si è mai spento, come quello di chi era in campo. La fucilata di Ozu a fine primo tempo, il tocco da rapinatore d’area di Gori, la leaarovesciata stupefacente di Valenti, il rigore di Ramacciotti ed il suo destro fulminante in rapida successione, il sinistro di “Jeky”. Eccoli i sei gol diluiti in trentasei lunghissimi minuti divenuti trentanove, con l’aggiunta di un supplementare che si è rivelato un semplice prolungamento di una finale sconsigliata ai deboli di cuore. Quante volte in passato abbiamo maledetto i rigori, fonte di disgrazie. Li abbiamo benedetti ieri in semifinale col Braga, prova durissima per le coronarie. Dal dischetto ognuno ha svolto il proprio dovere: Ozu, Remedi, Gori, Valenti, Ramacciotti, Stefano Marinai. Poi, l’errore di Zborovskyi ci ha fatto credere che quella coppa il z400Viareggio l’avrebbe potuta far sua. Carpita non ci ha pensato su due volte, ha avvertito dentro di sé la spinta necessaria per battere il penalty decisivo. E segnarlo. Il Viareggio è campione d’Europa. Non è una favola, è realtà. Una realtà da favola.
Di simone Pierotti da Versilia Today:
Viareggio nella storia

Il Follonica nell’hockey su pista, la Fiorentina nella pallanuoto femminile, il Grosseto nel baseball e, da stasera, il Viareggio di beach soccer: nel panorama sportivo toscano sono solo questi i club che hanno saputo laurearsi campioni d’Europa nei rispettivi sport. L’impresa compiuta da Stefano Santini e dai suoi ragazzi che hanno conquistato l’Euro Winners Cup di z masciobeach soccer, dunque, assume ancor più valore. Piccola curiosità: il Viareggio Beach Soccer, a questo punto, diventa un po’ come il leggendario Nottingham Forest di Brian Clough. Già, perché in bacheca adesso ha un titolo continentale a fronte di zero scudetti. Proprio come la squadra inglese, capace di vincere una sola volta il campionato inglese e ben due Coppe dei Campioni.

Intervista a Stefano Santini di Gabriele Noli da Versilia Today:
Ce li ha portati lui sul tetto d’Europa. Li ha allenati e soprattutto allevati. Li ha formati come uomini e poi come beachers. Stefano Santini lascia che siano i suoi ragazzi al zportiericentro della scena. “Con Marinai squalificato e Ramacciotti infortunato, ho detto alla squadra di metterci il cuore. Abbiamo giocato al gatto col topo, uno dietro a spazzare (Ozu) e quelli veloci a rincorrere gli avversari”. Una tattica vincente. Che fosse un tecnico di spessore internazionale non lo si scopre certo adesso. Santini è abituato a guadagnarseli i successi, senza che gli sia regalato alcunché.
“Non ci siamo resi conto di quel che siamo riusciti a fare. Siamo campioni d’Europa, impressionante. Abbiamo dimostrato di avere gli attributi ai rigori ed una consapevolezza che prima ci mancava. Senza il capitano e con un arbitraggio a sfavore, abbiamo raggiunto l’obiettivo”.

zsantiniTra i singoli, una menzione speciale per Ozu: “Uno dei giocatori più forti al mondo che è entrato nella nostra famiglia con tanta umiltà, facendo da padre e da fratello maggiore ai compagni più giovani”.

C’è un segreto dietro ogni trionfo. “Ho ripetuto ai ragazzi di restare calmi, qualcuno nella finale scudetto del 2015 troppo presto aveva perso la lucidità. Stavolta siamo rimasti uniti e ce l’abbiamo fatta”.

 

 

I Campioni europei:

Portieri:z5
Andrea Carpita
Gabriele D’Onofrio

Difensori:
Michele Gemignani
Ozu Moreira

Centrocampisti :
Marinai Simone
Marinai Stefano
Dario Ramacciotti
Gianmarco Genovali
Daniele Cinquini

Attacanti :
Gabriele Goriz fratelli
Giacomo Jeky Valenti
Alessandro Remedi

Staff:
Allenatore: Stefano Santini
Allenatore in 2^: Massimo Belluomini
Prep.portieri : Emiliano Diridoni
Dirigente accomp.: Giansimone Leonildi
Fisioterapista: Gianni Vania

 

zvale
Viareggio, new European kings! Da Beach Soccer.com

The bianconeri win the Euro Winners Cup 2016 after staying perfect in the penalty shootout against Artur Music

Viareggio Beach Soccer wrote today the most brilliant page of their history, after clinching the Euro Winners Cup trophy in a hair-raising final. The Italian side reacted in the last period of their game against Artur Music to finally seal the win from the penalty kick spot.  The early advantage by the Ukrainian side, with 2-0 just two minutes into the game, seemed to point to a happy march to the title for Artur Music. But Viareggio was ready to fight for the equaliser as many times as needed.  After Gori’s 2-2, Borsuk and Stankovic restored the 2-goal advantage for Artur Music, who managed to stay ahead almost for the rest of the game. But only almost. When everything seemed lost for the Translpine, Marinai managed to send the game to extra time, giving a bit more air to his team.  After the additional three minutes, the game flew to the penalty kick shootout. From the 9-meter distance, Viareggio stayed absolutely perfect and took advantage of Zborovskiy’s missed attempt to snatch the Euro Winners Cup throne for the first time in their history.

Goals:1-0: Rysenko, min. 11 (1); 2-0: Stankovic, min. 10 (1); 2-1: Ozu, min. 1 (1); 2-2: Gori, min. 11 (2); 3-2: Borsuk, min. 11 (2); 4-2: Stankovic, min. 10 (2); 4-3: Valenti, min. 8 (2); 5-3: Borsuk, min. 6 (2); 5-4: Ramaciotti, min. 5 (2); 6-4: Glutskyi, min. 1 (2); 6-5: Ramaciotti, min.6 (3); 6-6: Marinai, min. 1 (3)

Penalty shoot kick out; Stankovic: in; Ozu: in; Korniichuk: in; Remedi: in; Butko: in; Gori: in; Rysenko: in; Valenti: in; Glutskyi: in; Ramaciotti: in; Borsuk: in; Marinai: in; Zborovskyi: out; Carpita: in.

 

2418_immagine_540x500

Euro Winners cup: Oggi la finalissima ore 19,30 VBS – Artur Music

Euro Winners cup: Oggi la finalissima ore 19,30 VBS – Artur Music

braga6 Sarà Viareggio Beach Soccer – Artur Music la finalissima della Euro Winners Cup, il campionato europeo di Beach Soccer che alla Beach Arena di Catania sta per volgere a conclusione. iI bianconeri unica squadra italiana a centrare l’obiettivo della finale. I Per i ragazzi di Stefano Santini, anche lui strafelice e strastremato a fine gara, come tutti i ragazzi sarà la conclusione di un percorso straordinario fatto battaglie contro molte delle più forti squadre continentali.

Un percorso attraverso il sistematico abbattimento,  gara per gara,  di rivali fortissimi, dominati, col cuore, con la classe e con la  ragione.
braga 8Un successo comunque, anche se oramai si punta allo strike, merito dei ragazzi ma di tutto l’entourage viareggino. Di chi ha sudato e lottato come i nostri dodici giocatori in campo, di chi li ha guidati con tantissimo cuore e riconosciuta capacità, Stefano Santini, di Emiliano Diridoni preparatore dei portieri che se Carpita ha avuto questa crescita ha pure i suoi meriti, del tecnico in seconda Massimo Belluomini che non ha potuto essere del torneo ma arriverà in settimana a Catania per la Coppa Italia, al fisioterapista Marco Bertolani il cui posto per l’occasione stato preso con capacità ed impegno da Gianni braga6Vania, al preparatore Andrea Ferrari, che da lontano si è fatto sentire con la sua ironia,, ai cuochi tuttofare e tifosi da curva Junior e Mascella che si sono dedicati ai ragazzi. Un plauso anche a quei ragazzi che allenandosi con la squadra hanno permesso di raggiungere questo stato di forma, Taffi, Simone Santini, e uno su tutti Marco Pacini che per lavoro non ha potuto come avrebbe meritato essere del gruppo ma che con la sua grinta, costanza e serietà ha contribuito a far crescere questo gruppo e si merita la riconoscenza di tutti certi di ritrovarlo per i prossimi impegni e che oggi ci mancherà, così  braga 3come mancherà in campo Simone Marinai appiedato da un abbaglio colossale ma che tiferà dalla tribuna per i suoi compagni. Un applauso anche ai tanti sostenitori che non hanno fatto mancare il loro sostegno e che . Un applauso anche ai tanti sostenitori che non  hanno fatto mancare il loro sostegno con sms, messaggi, video,   che i ragazzi hanno apprezzato e sono stati fonte di incoraggiamento e carica.

Ed anche agli organi di stampa, purtroppo non tutti, che hanno raccontato di questa avventura ed emozione. Ne parla Sky, Eurosport ma qualcuno più vicino a noi si scorda…. che esistiamo.
Un applauso ad Andrea  Santini capo ultras, primo tifoso ed animatore della torcida bianconera al polpo in Darsena. Sicuramente mi sarò scordato quacuno ma spero apprezzi comunque  lo  sforzo. Oggi atto conclusivo.  Servirà ancora grinta cuore e coraggio per abbattere l’ultimo ostacolo ma sservirà sopra tutto per i ragazzi braga 5cercare quelle ultime gocce di energia per gettarle sul campo negli ultimi 36 minuti conntro gli ucraini dell’Artur Masic in cui militano diiverse conoscenze degli appassionati,  dai nazionali ucraini Sidorenko e Borsuk a quelli svizzeri Ott e Stankovic.  Appuntamento, per chi non è qui, alle ore 19,30 in diretta streaming su Beach socceer world wilde. Assalto all’Europa. Tutti ai posti di  combattimento. CARICAAAAAA!!!!!

 

braga 4braga 2

 

Campionato d’Europa: Viareggio in finale. Ai rigori a oltranza battuto il Braga.

Campionato d’Europa: Viareggio in finale. Ai rigori a oltranza battuto il Braga.

DSCN0270 (Copia) Il Viareggio beach Soccer si regala l’ennesima impresa, ancora con un cuore ed una grinta incredibile, ma anche tanta una qualità al servizio di una determinazione fantastica. I ragazzi del muraglione sbancano anche nella semifinale del Campionato d’Europa  a Catania e centrano la qualificazione alla finalissima del campionato d’Europa.
Avvio di gara difficile,  per i bianconeri con  un tiro da lontano  Andrade  insacca nel sette alla destra di Carpita.
Passa poco e arriva una grande giocata di Genovali sulla destra che rimette un pallone forte e teso al centro su cui si avventa Ramacciotti che spinge in rete a pochi passi dalla porta il gol del pareggio.

steRamacciotti replica poi dopo pochi minuti scaricando in rete un tiro libero su cui il portiere lusitano non riesce ad intervenire  e ribalta il risultato. Sul 2 a 1 si chiude il primo tempo. Nella ripresa squadre in guerra ma senza morti e feriti. Nella terza frazione Be Matins ristabilisce il pari con un gran diagonale di sinistro imparabile per Carpita.

A pochi secondi dalla fine il momento che scatena le polemiche ed il nervosismo . Simone Marrinai rovescia una palla in area portoghese ma viene abbattuto da un difensore portoghese. I ragazzi di Santini invocano il clamoroso palese rigore ma l’arbitro decide non solo per il non fallo ma addirittura per l’ammonizione del capitano viareggino gia ammonito con la conseguente espulsione. I bianconeri restano per due minutiDSCN0316 in tre effettivi  ma “gente di mare pronta a tutto non molla mai” e seppur in inferiorità numerica i bianconeri resistono  nel finale di gara e nella prima parte dell’extra time.
Nell”inferiorità numerica uno svarione del portiere portoghese regala al Viareggio il nuovo inatteso vantaggio ma ancora Be Martis prima della sirena su tiro libero trova il definitivo pareggio. Si va ai rigori e l’ansia sale.
Tira il tahitiano Taiarui  per il Braga e realizza, Replica Ramacciotti e non sbaglia.
Rigore per il portogallo e Belchior segna. Ozu Moreira  mette la palla nel sacco e fa pari
Be Martins  non si lascia influenzare da Carpitache sfiora  e mette dentro ma Tin Tin Gori  va sul dischetto e da buon bomber non si scompone e realizza.
Si va ai rigori ad oltranza
Tira  Ze Maria per il Portogallo  e colpisce il palo. Stefano Santini spedisce sul dischetto Stefano Marinai ma il tiro mancino del bianconero viene respinto  dal portiere. con i viareggini tutti con le mani nei capelli.
Ancora tutto in gioco.  Va sul dischetto un monumento del Beach Soccer, Amarelle, ma il suo tiro sbatte sul palo e ritorna in campo. Santini affida il secondo match point a Jeky  Valenti che si DSCN0301 (Copia) presenta sul dischetto e con un tiro di destro manda la palla in rete ed i viareggini in paradiso.
I bianconeri nella finale per il titolo europeo affronteranno gli ucraini dell’Artur Music che hanno battuto per 4 a 3 i padroni di casa del Catania.

Domani finalissima campionato europeo 2016: Viareggio Beach Soccer – Artur Music (UKR)

Winners Cup : Domani semifinale europea Viareggio – Braga.

Winners Cup : Domani semifinale europea Viareggio – Braga.

IMG-20160527-WA0011IMG-20160527-WA0009Entusiasmo dopo la gara dei quarti di oggi nel ritiro bianconero,  dove in serata si è festeggiato il compleanno della saracinesca Andrea Carpita. Poi testa alla gara di domani per la semifinale del Campionato europeo  contro i portoghesi del Braga in programma alla Beach arena di Catania con diretta Streaming alle ore 17,00, Nell’altra semifinale se la vedranno i padroni di casa del Catania che ha battuto Basile 2-1 e gli ucraini dell’Artur Music in campo alle 19,00. Mentre a Viareggio esplode l’entuusiasmo.

 

 

 

 

Euro Winners Cup: ll  Viareggio batte anche la Lokomotiv per 5 a 4 e vola in semifinale.

Euro Winners Cup: ll Viareggio batte anche la Lokomotiv per 5 a 4 e vola in semifinale.

Andrea Carpita una festa di compleanno mjgliore non poteva certo regalarsela zvalentivita la partita monumentale che ha disputato quest’ oggi a  Catania per i quarti di finale della  Euro Winners Cup contro i russi della Lokomotiv di Mosca. Ma un regalo bellissimo se lo sono fatto tutti i giocatori e lo staff della VBS nonché i tanti appassionati che hanno potuto seguire sullo schermo le imprese dei ragazzi del muraglione regalandosi la semifinale del Campionato d’Europa.

Ma quanta fatica, grinte  e determinazione nei bianconeri per centrare questo obiettivo. Nella gara di oggi i ragazzi di Stefano Santini non hanno mollato mai un centimetro per portare a casa un risultato voluto a tutti i goricosti. E dove non sono arrivati i giocatori oggi, il portierone ha veramente tirato giù la saracinesca e sul bombardamento russo se qualcosa sfuggiva arrivava la provvidenziale manona a deviare o respingere la palla. Una gestione chirurgica della partita.

Forse non un bel gioco ma la volontà di regalarsi una grande immensa gioia. In gara si è visto davvero  subito che la squadra c’era ed i giocatori ci tenevano. Il gol iniziale arriva su tiro di Ramacciotti che scarica nella porta russa tutta la sua determinazione.  E il gol che sblocca la gara e porta in vantaggio i bianconeri, vantaggio che durerà per tutto il primo temporama

Solo un gol nel primo tempo, ma, basta, è quello giusto c serve per il stare sereni. E nella ripresa arriva pure il raddoppio di Gori, su assist di Genovali, che di sinistro fulmina il portiere avversario per il suo duecentesimo gol in maglia bianconera. Il doppio vantaggio è durato veramente poco il tempo di gioire e sotto porta Lukao trova la zampata vincente che manda la palla nel sette: Se la Vbs ha gioito poco, la Lokomotiv anche meno e dopo una traversa sfortunata di Remedi arriva il 3 a 1 ancora di Gori. Come ieri partita chiusa?
Niente affatto. Il destro di Lukao è per due volte consecutive devastante,
sfiora la sabbia e si infila nel sacco. 3 a 3  e tutto da santini)rifare, Nuovo vantaggio bianconero da manuale: Ramacciotti si sposta in avanti e riceve un lancio sulla teesta che non puo’ girare in rete ma riesce a toccarlo centrale per Remedi che di testa spinge in fondo al sacco. I russi gettano tutto nella competizione per cercare di rimediare ma ancora Gori vola in alto e con il sinistro in rovesciata rimette i moscoviti a debita distanza. Prova di forza difensiva impressionante. Marinai. Ozu e Ramacciotti non hanno mollato un millimetro agli avversari. Come un  polpo (L’animale non è scelto a caso) si avvinghia con i tentacoli, i bianconeri si sono avvinghiati ai loro avversari senza quasi mai concedere la conclusione. e quando la conclusione è arrivata c’era sempre la solita “manona”.  Solo nel finale di gara ancora Lukao ha ridato speranza ai russi ma il fortino ormai era difeso . Il fischio  della sirena ha fatto esplodere la gioia enorme in  campo e sulle tribune e pure in Darsena, Al Polpo diventata ormai la roccaforte del tifo bianconero esultanza scomposta dei tanti tifosi del muraglione.
Domani altro giro altra corsa. La semifinale per il titolo europeo sarà contro i portoghesi del Braga che hanno eliminato ai calcci di rigore dopo un 3-3 tiratissimo i russi del Krylia Sovetov.

sito 2 ozu

mari
mari2

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

zdonoesultanza

 

 

 

 

 

 

Euro winners Cup : Sulla  strada bianconera verso le semifinali c’è la Lokomotiv  di Mosca

Euro winners Cup : Sulla strada bianconera verso le semifinali c’è la Lokomotiv di Mosca

Sono rimaste otto squadre a contendersi il titolo europeo per club 2016.  Le tre conosciute  italiane, rama 300Catania, Terracina, Viareggio che accedono tutte al turno successivo e raccontano di quanto sia impegnativo e di assoluto livello   il campionato italiano , due russe, il Krylya Sovetov di Bryshtel, Katarino, Bokinha,  la Lokomotiv di Mosca, gli svizzeri del Chargers Baselland con Rafinha, Spacca, Mo e Valentin poi  i lusitani del SC Braga che schierano in pratica la nazionale portoghese  Torres, Belchior,  Leo Martins, Be Martins,  e Bruno Novo rafforzata con Amarelle, Jose simo e carpoi 300Maria e  Taiarui, e gli ucraini dell’ Arthur Music dove giocano fra gli altri Sydorenko, Borsuk, e per l’occasione i nazionali elvetici  Ott e Stankovich,
Insomma a questo punto dove capiti, capiti.
Per il Viareggio Beach Soccer dopo aver brillantemente centrato l’acceso agli ottavi di finale nella combattutissima gara contro gli israeliani del Falfala Kfar Qasssem vinta per 6 a 4, arriva ora un altro scoglio difficilissimo daa sito esultanze 500 superare ovvero la temibile formazione della Lokomotiv dii Mosca che schiera: Melnikov, Gorchinskiy, Fernando, Makarov, Daniel, Safronov, Shkarin, Leonov, Shaikov, Peremetin, Lukao, Chuzhkov ed è allenata da: Igor Pogodin
La forza del Viareggio ormai è verificata ed anche il successo odierno nell’altro ottavo di finale  nel derby, tutto russo, del Krilya gori e ste 300Sovetov sui campioni d’Europa del Kristall di Bruno Xavier, Shishin & c.  rende l’idea di che tipo di impresa abbiano compiuto i viareggini nel girone.
Il livello altissimo delle gare però, se da una parte preoccupa, dall’altra stimola sempre di più a tentare la missione impossibile.
La Lokomotiv di Mosca è una delle formazioni di maggior blasone al mondo. Da diciotto anni partecipa al campionato russo, in bacheca ha un Mundialito quello del 2012 e si è laureata  Campione d’Europa nel 2013 .
Domani alle 16,00 in diretta streaming su Beachsoccer.com la sfida VBS-Lokomotiv che vale la semifinale. Proviamoci.